ptzh-CNenfritjakoruesvi

Unione tra le forze di arti marziali del Brasile e del Giappone

Come abbiamo visto negli ultimi anni, molte squadre, combattenti e persino 'campi' di addestramento si espandono attraverso alleanze mirate allo scambio, al miglioramento e varie forme di espansione delle loro squadre e attività. Sabato (04.Sep.2021), due referenze nelle arti marziali e negli sport da combattimento hanno siglato una nuova partnership. Le squadre di cinture nere e campioni MMA Carlos Toyota, leader di Carlos Toyota Jiu-Jitsu e Marcelo Barreira, leader del Barreira Team, hanno avviato una nuova fase di progetti finalizzati allo scambio tra Brasile e Giappone.

Carlos Toyota ha una lunga traiettoria nelle MMA avendo combattuto eventi importanti come: Deep, Mars, Heat, B-Fight, Fortissimo, Pride Challenge, K-1 Energy, Gladiator, Real Fight, Arzalet, Revolution, Accel, Road FC, Rizin e Ganryujima.

Oltre ad avere una rete di accademie affiliate e partner in Giappone e nel mondo. I migliori titoli di Toyota includono: Campione All Japan Jiu-Jitsu, Campione All Japan Karate Kakutogui, Campione Europeo Jiu-Jitsu, Campione Asian Jiu-Jitsu, Campione Pan American Jiu-Jitsu, Campione ACCEL MMA Heavyweight, Campione Heavyweight ACCEL Kickboxing Heavyweight, Asian MMA Campione dei pesi massimi, ARZALET MMA Campione dei pesi massimi.

Marcelo Barreira, a sua volta, ha anche molti anni di pratica nelle arti marziali e ha una vasta esperienza nella partecipazione a eventi e campionati come: WUFC, Hombres de Honor, XFC, MRWF, Áspera FC, MMA Champions League e Araça FC, inoltre ad essersi classificato tra i 16 partecipanti più votati al 'Global Proving Ground' per partecipare al Reality Series “Warrior Island”, nel 2013, negli USA.

Barreira è attivo nel campo delle arti marziali come combattente, allenatore e agente di atleti da molti anni, con affiliati e partner in tutta l'America Latina e in tutto il mondo. Tra i principali titoli Barreira abbiamo: WUFC MMA Champion, Hombres de Honor MMA Champion, Araça MMA Champion, MRWF MMA Champion, South American MMA Champion in Odisea Combat, UIAMA World Martial Arts Champion in MMA, Submission e Kickboxing negli anni 2005, 2006 e 2017.

Il nativo di San Paolo si dice molto entusiasta e felice di questa nuova partnership:

-“Sono un grande fan delle MMA giapponesi, sono un estimatore di Carlos Toyota, che oltre ad essere una 'pelle spessa', come tutti sanno, è un grande maestro, manager ed essere umano. Ho avuto l'opportunità di parlare un paio di volte e vedere la tua traiettoria. Toyota aiuta sempre i brasiliani con la formazione ed è una 'spalla amica', oltre a portare magistralmente il nome del nostro Paese e voglio essere in grado, insieme ai miei studenti, di aiutarvi a continuare a contribuire alla crescita della vostra squadra e del vostro nome . Sono un grande amico e sono stato allievo di Mestre Jailton da Cunha, nonché di suo zio, il Grão Mestre José Gomes.”- ha commentato Marcelo Barreira.

Responsabile dell'avvio della comunicazione tra i due Campioni di MMA, Jailton o “Kaká”, come lo chiamano in molti, vanta i titoli di Campione di Jiu-Jitsu giapponese e asiatico. È membro dell'accademia, professore e grande amico di Mestre Toyota. Jailton ha anche vinto innumerevoli altri tornei di Jiu-Jitsu in partite “assolute” e nella sua classe di peso, oltre ad accumulare un record di 2-0 in MMA.

Per chi non lo sapesse, Jailton da Cunha è figlio di Jaildo Gomes (che fu il primo insegnante di Romero “Jacaré”, fondatore di Alliance) e nipote di GM José Gomes (fratello del famoso combattente Vale Tudo, Ivan Gomes , uno degli introduttori di Vale Tudo - oggi MMA - in Giappone).

* Testo del collaboratore Oriosvaldo Costa. | Scritto in 06 / 09 / 2021
_
Didascalia: I campioni MMA Carlos Toyota e Marcelo Barreira hanno firmato una partnership tra Brasile e Giappone.
Foto sopra: ( Cortesia | Crediti : ( C ) Archivio personale Carlos Toyota | ( C ) Archivio personale Marcelo Barreira | Divulgazione ).

Didascalia: Jailton da Cunha (al centro) è campione giapponese e asiatico di Jiu-Jitsu.
Foto sotto: ( Cortesia | Crediti : ( C ) Collezione personale Jailton da Cunha | Divulgazione).

*NOTA: TUTTI GLI ARTICOLI D'AUTORE SONO DISTRIBUITI GRATUITAMENTE - PUBBLICAZIONE GRATUITA - INFORMAZIONI SPORTIVE *

241196409 150015533960047 4025911000185837 n 5b8ca

Titãs Fight Communities con combattimenti MMA, Boxe, Kickboxing, Muay Thai e Jiu-Jitsu a Florianópolis - SC

A poco a poco, siamo tornati a vedere un po' di movimento nella scena MMA brasiliana. Ispirati agli eventi MMA attualmente tenuti in Giappone e in alcuni altri paesi del continente asiatico - oltre agli Stati Uniti, ovviamente - promotori, atleti e allenatori promettono per il 9 agosto, a Florianópolis-SC, le Titãs Fight Communities, con combattimenti MMA, Boxe, Kickboxing, Muay Thai e Jiu-Jitsu (con e senza gi).

Gli atleti degli stati di Rio Grande do Sul, Paraná e San Paolo hanno già confermato la loro presenza sulla "carta". C'è ancora la possibilità di includere due combattenti di Cuba.

L'evento si svolgerà nella comunità di Chico Mendes, privo di questo tipo di intrattenimento e l'intenzione degli organizzatori è di promuovere lo sport come forma di inclusione sociale, oltre a rivelare nuovi nomi per le MMA mondiali, come il combattente internazionale Mauricio "Bad Boy", che mantiene ancora il CT Guetto Diamond Chico Mendes Fight Project. Inoltre, i pubblici ministeri raccoglieranno anche cibo per chi è nel bisogno, perché mentre molte persone stanno gradualmente tornando alle loro attività e altre rimangono al sicuro a casa, ci sono migliaia nelle periferie che hanno perso il lavoro e non sono assistite in molti modi.

Titãs Fight Communities - che ha il sostegno del presidente della comunità Chico Mendes Edson Jesus - sarà il primo evento a tornare a Florianópolis dopo l'arresto totale della città a causa della pandemia di coronavirus, e sarà fatto in modo responsabile.

L'evento può essere tenuto con il pubblico e i suoi creatori metteranno le sedie a distanza di sicurezza, come parte delle necessarie misure di sicurezza, oltre a richiedere l'uso di maschere da parte degli appassionati di sport e rendere l'alcool al botteghino accessibile a tutti.

Secondo l'organizzatore Thiago Lapolli Fiorenzano da Silveira, noto anche come "Tubarão", Titãs Fight Communities ha tutto per essere uno degli eventi più belli mai organizzati nella regione meridionale del Brasile.

SUPPORTA ORA, PER CAMBIARE UNA VITA GENERI UNA REAZIONE A CATENA CHE CAMBIA LA REALTÀ:

Gli atleti partecipanti hanno concordato di lottare gratuitamente per promuovere lo sport e stanno pagando le loro visite alla competizione, poiché l'evento si svolge senza entrate finanziarie, come biglietti o registrazioni, e dipende interamente dal lavoro di volontariato e dalle donazioni di materiali. Ci sono già alcuni sostenitori.

Tuttavia, gli organizzatori devono pagare un'ambulanza per garantire la sicurezza dei combattenti, nonché i servizi di un soccorritore professionista, affittare l'ottagono, le sedie per il pubblico presente, l'acquisto di prodotti per l'igiene, tra gli altri articoli.

Tutto questo movimento è importante perché darà l'opportunità ai giovani che sognano di seguire il percorso dello sport, perché se un bambino non è guidato dalle persone giuste fin dalla tenera età, l'intera società potrebbe soffrire in seguito.

Per questo motivo, i creatori del concorso sono aperti a stabilire collaborazioni con sponsor che vogliono collegare il loro marchio a Titãs Fight e anche al CT Guetto Diamond Chico Mendes Fight Project (progetto sociale).

- "E chiunque può aiutare con qualsiasi importo, ti preghiamo di contribuire al nostro Vakinha. Non vergognarti di donare l'importo minimo, tutto è prezioso per l'esistenza dell'evento e sono in gioco molti obiettivi. Grazie mille. ”- grazie Thiago Lapolli,“ Tubarão ”.

Titãs Fight Communities
Data: 9 agosto 2020
Luogo: Palestra della comunità di Chico Mendes
Biglietto: solo 1 kg di cibo
Programma: Jiu-Jitsu e NoGi al mattino / MMA, Boxe e Muay-Thai e K-1 (Kickboxing) al pomeriggio.
Direzione: Thiago Lapolli “Tubarão” / Supporto: Mauricio Machado e Edson Jesus.

UNA CARTA DA VEDERE CON 40 LOTTI

(* LA CARTA È SOGGETTA A MODIFICA).

MMA:

[66kg Main Event] Lucas Oliveira (CT Lagomar / Macaé - Rio de Janeiro) VS. Allan Guerra (Guerra Team San Paolo / Fadda JJ)

[Co-Main Event 75kg] Willian Fernandes “Mutante” - 07 vittorie (CT Strong) VS. Pedro Finger - 06 vittorie (CT Finger)

[77kg] Elvis Cubano (Guetto Diamond) X Thiago Moikano (Moikano Gold Team / Pelé Team)

[58kg] Daiane Trentin (Thiago Tubarão / Daiane Team) X SILVANIA "LEOA" (Wado DeLaRiva)

[61kg] Tiago “PitBull” Xavier (CT Lagomar / Macaé - Rio de Janeiro) X Ariel Chips (Black Top Team – Lages)

[77kg] Sandro “PitBull” (Guetto Diamond) vs. Jhonny Bran (Moikano Gold Team / Pelé Team)

[75kg] Brigido "Soldado Universal" (Wado DeLARiva) X Matheus Souza (OCSJJ / CT Finger)

[91KG] WELLINTON ALVES DO AMARAL (Prof. Glautus) X RAFAEL “PANTERA” (Prof. Guilherme Coutinho)

[61kg] Lucas Forquim (CT Finger) X Jack Quilante (Black Top Team - Lages)

[75k] Lucas “Japa” Santana (Japa MMA) X Dionata Machado (Vincitori MMA - Felino)

[85kg] "CHACAL" CRISTIANO (Thiago Tubarão) X EDUARDO SANTOS MAIA (Shotobushin)

KICKBOXING (regole K-1, senza gomiti e due ginocchia nel 'clinch'):

[75KG Master] MASTER WADO (CT DeLaRiva Floripa) X FABIO ALEX (CT Strong/Overhand - CANOAS/SC)

[84kg] Alex Trindade (Tatami Angels) vs. Celso Rodrigo (Felino - Criciúma)

[Heavy] VICTOR EMANUEL (Tonhão Biguaçu) vs. RENAN SALVADOR (School Fight)

MUAY-THAI (stile tailandese, con uso di gomiti e 'clinch'):

[75 Kg] João Vitor Senem (Tonhão Biguaçu) X Luiz (King Boxing Floripa)

[57kg, rookies] Jhonatan “Açougueiro” (Marafiga Thai) X Adriano Santos (Mega Fight Team)

[63kg, 15 anni] Nicolas “Draco” Langher (Mega Fight Team) X Darwin Oliveira (King Boxing Floripa)

[43kg, 12 anni] Jeniffer Nascimento (Mega Fight - Prof. Leandro Frederico) X Crislaine Marquesotti (Master Fight - Prof. Cristiano / Blumenau)

[Bambino, 06 anni] NOAH (Mega Fight - prof. Leandro Frederico) X ISAC “SPIDER” (Angeli del Tatami)

BOX (valido per la classifica di boxe dei titani):

[66kg Titolo] LUCIAN CLAUDIO (Marafiga Claudio Costa) - Vincitore del torneo Titãs 4 VS Challenger: DANIEL PIKO (Felinos do Sul) - Imbattuto nella Coppa Dojokai.

[Titolo 75kg] NATHANAEL MESQUITA (Flávio Alexandre) VS LEANDRO FREDERICO “LESTATT” (Mega Fight)

[95KG] VINICIUS KUMMER (Guetto Diamond) X EDGAR FARIAS (Sistema CM)

[80kg] Alessandro Custódio (Wado DeLaRiva) vs. João Nunes (Lotta scolastica)

[66 kg] Luiz Hilário (Felinos do Sul) X Clevinho Motta (Lotta scolastica)

[63 Kg] Gustavo "Parazinho" (Tonhão Boxe) X Kelvem "Cascudo" (Felinos do Sul)

[42kg FEMMINILE JUVENILE] Heloísa Demérito (Mega Fight Team / Leandro Frederico) X Brenda Luiza (Marafiga Boxe / Claudio Costa

SENZA KIMONO:

[100kg] Elton “Monstrão” Kimura (GFTEAM Palhoça) X Carlos André “Black” (Black Top Team - Lages)

Jiu-jitsu

[76kg] Mauricio “BadBoy” Machado (Guetto Diamond) X Ronaldo Oliveira “Kako” (Fadda Jiu-Jitsu)

[74kg Master] Ronaldo “Felino” (ASM BJJ TEAM - Criciúma) X João Paulo (Team Bronx - Curitiba)

[74kg] Jorge Marcelo Missil (GFTEAM Palhoça) X Douglas Gonçalves (Fratellanza Infynit - Lages)

[84KG] Fernando “Sherek” (Sherek JJ – Curitiba) X Fabrício Tives (Fratellanza Infynit - Lages)

[61kg] Fabiano Crispim (Crispim Jiu-Jitsu) X Welinton (Infynit Brotherhood - Lages)

[Brown 86kg] Alysson Santos (Ricardo Mello) X Jaisson Machida (Black Top Team - Lages)

[Roxa 79kg] Sandro Buralde (Guetto Diamond) X Thiago Branco (Rillion Gracie - Lages)

[Viola 93kg] Ricardo “Tatau” Alexandre (Guetto Diamond) X MAX (Infynit Brotherhood - Lages)

[Blu fino a 90kg MASTER] ANTÔNIO JOÃO “TONHÃO” (Little John JJ) X ADRIANO “GAÚCHO” (ASM BJJ TEAM - Feline)

[Blu 65 kg] MICHAEL (GFTEAM Palhoça) X Ariel Chips (Black Top Team - Lages)

[Blue 85kg] IGOR (GFTEAM Palhoça) X Carlos “PitBull” (The Brothers)

https://www.vakinha.com.br/vaquinha/titas-fight-comunidades-nocauteando-a-fome

* Testo del collaboratore Oriosvaldo Costa. | Scritto in 01 / 07 / 2020
_
Foto: l'evento nella comunità di Chico Mendes avrà combattimenti con insegnanti e famosi combattenti Mestre Wado, Alessandro Custódio, Mauricio "Bad Boy", Ronaldo "Felino", "Tonhão" e Jorge Missil, tra gli altri. ( Cortesia | Crediti : ( C ) Titãs Fight Communities | Disclosure ).

Intervista esclusiva con il Gran Maestro João Rezende, cintura rossa 9 ° grado di Jiu-Jítsu

Oggi faremo una chiacchierata con il Gran Maestro João Rezende de Souza Filho, un seguace del Gran Maestro Oswaldo Baptista Fadda e uno dei pionieri di Jiu-Jítsu e Judo nella regione di Ilhabela *, nonché in molte regioni del Brasile.
Il Grandmaster João Rezende è originario della città di Muriqui, nello stato di Rio de Janeiro, ed è una cintura rossa di 9 ° grado nominata dal FJJRio dal 2007.
Uno dei principali GM nella storia di Jiu-Jitsu, il Gran Maestro Rezende ha una vita di contributo alla Smooth Art.
Nel corso della sua carriera sportiva, il Gran Maestro Rezende ha allenato più di 500 atleti in cintura nera, sempre con lo stesso obiettivo: formare i cittadini attraverso lo sport, più precisamente attraverso il Jiu-Jitsu.
È il fondatore, professore e maestro del team PREV Jiu-Jitsu.

Guarda l'intervista esclusiva qui sotto:

1) Maestro, da quanti anni pratichi arti marziali e quali sono state le tue arti originali?

Gran Maestro João Rezende: Ho iniziato all'età di 7 anni per praticare il Judo con Mestre Ricardo Andrade e Jiu-Jítsu con Mestre Olandi Pinto Tavares, il 'Faxada', responsabile anche dell'accademia di polizia sotto la supervisione di GM Osvaldo Fadda. Ho praticato arti marziali per settant'anni e ora ho settantasette anni.

2) Com'è stata la tua esperienza di vita con il Gran Maestro Fadda? Raccontaci un po 'della tua migrazione all'Accademia Matriz Fadda.

Gran Maestro João Rezende : Avevo circa dieci anni, mi stavo già allenando sotto la guida del GM Osvaldo Fadda, e i miei precedenti titoli erano stati riconosciuti da lui. Un giorno arrivò il mio insegnante - GM Olandi Pinto Tavares all'epoca - e mi trasferì all'accademia di Fadda a causa delle difficoltà motorie che avevo per allenare Judo e Jiu-Jitsu in diverse accademie. Mi ha trasferito in sede perché potessi allenarmi in un'unica palestra e avere anche un rapporto quotidiano con il GM Osvaldo Fadda.

3) Raccontaci qualcosa della tua vita da bambino e cosa ti ha portato a praticare le arti marziali?

Gran Maestro João Rezende: Sin da quando ero piccolo ero un ragazzo attivo in una famiglia di quattordici fratelli. Ho sempre dovuto difendermi, perché il pestaggio ha mangiato tra i ragazzi, (hahaha), "istinto di sopravvivenza", credo. Credo che l'interesse fosse naturale. Una volta, a 14 anni, ricordo che era il mio ultimo combattimento con un fratello, ero in ottima forma fisica, mi allenavo ogni giorno. Mio fratello, per una banale ragione, come la maggior parte delle lotte di adolescenti e giovani è venuto ad attaccarmi e per il semplice fatto della mia evasione e proiezione si è tagliato alla finestra della casa, persino dando alla polizia (ride). Da quel momento in poi, le mie tecniche sono state dimostrate solo sul ring e in difesa lontano da casa.

4) Nonostante sia un Fadda, sappiamo che ha un ottimo rapporto con i membri della famiglia Gracie. Raccontaci un po 'di questo fatto.

Gran Maestro João Rezende : In primo luogo, per me l'arte marziale è stata fatta per l'unione e per l'evoluzione dell'essere umano. Non ho, e non ho mai avuto, perché ho qualcosa contro di loro, che invece sono grandi amici che ho. Ad esempio: Amo Robson - "GM Carlos Robson Gracie, President of FJJRio" - Ho avuto esperienza di allenamento con grandi amici Rolker, Royler e Rickson, persone a cui tengo molto, così come esperienza in eventi del mio tempo con Carlson ed Helium , tra gli altri.

5) Sappiamo che hai partecipato a entrambe le competizioni di Jiu-Jítsu, Vale Tudo, Luta Livre e Judo, nonché in "Telecatch". Parlaci un po 'di questo.

Gran Maestro João Rezende : Ci sono... Vivevamo in un'epoca in cui lo sport aveva bisogno di essere pubblicizzato e mostrato al paese e competere in quei tempi non era facile, perché "tutto andava bene", l'aggressività era molto forte ed era non sempre è possibile dare uno 'spettacolo' come concorsi. Da lì è nata l'idea di 'Telecatch', perché oltre a mostrare le tecniche, ognuna aveva un carattere. Il mio era il "gallo coraggioso".

6) Quale sport ti è piaciuto giocare di più?

Grandmaster João Rezende: All'inizio mi piaceva molto il Judo, ma dopo che il tempo è passato e le regole del Judo sono diventate sempre più limitate, mi sono unito a Jiu-Jítsu e Vale Tudo.

7) Parla del Jiu-Jítsu contro la rivalità. Wrestling.

Grandmaster João Rezende: Non direi rivalità, poiché ciò denoterebbe un'ostilità, che non è realistica, poiché gli sport di arti marziali cercano gli stessi obiettivi, un corpo e una mente sani. Il desiderio di dominare gli altri non fa parte della filosofia del Jiu-Jitsu. La violenza e l'intenzione di infliggere danni a chiunque, non viene mai fatta da membri legittimi del nostro gruppo, anche quando ci sono tensioni estreme, poiché questo non è ciò che viene insegnato nelle accademie. I combattenti con una propensione alla violenza, all'omofobia, alla misoginia, vengono rimproverati o espulsi dalla nostra convivenza. Non vi è alcun incentivo per questo comportamento.

8) Raccontaci un po 'di più della tua routine durante la tua infanzia all'Academia Fadda.

Gran Maestro João Rezende: Ogni giorno camminavo per circa 15 km fino al Bangu Atlético Clube, un luogo in cui ci allenavamo all'epoca, in cui allenavamo la parte fisica e la parte tecnica, e nella parte fisica ci allenavamo molto insieme a Squadra di calcio, oltre a Jiu-Jitsu.

9) Raccontaci di alcuni dei tuoi successi come Maestro di Jiu-Jitsu, cinture nere addestrate, numero di studenti che hanno attraversato la tua squadra, premi e così via.

Grandmaster João Rezende: Innanzi tutto, il mio più grande onore è stato quello di aver addestrato grandi uomini in diverse aree della vita, dato che Jiu-Jitsu e l'arte marziale nel suo insieme erano stati creati per questo. Successivamente, ho avuto più di 5 studenti che mi hanno superato in quegli anni, oltre a oltre cinquecento cinture nere e onore come l'unico a Jiu-Jitsu ad aver portato la torcia olimpica. Ho ricevuto la lode onoraria dal colonnello Telhada con GM Otávio de Almeida.

10) Nomina alcune cinture nere che hanno attraversato la tua palestra, solo alcune che ricordi in quel momento.

Gran Maestro João Rezende: Roberto Penedo de Almeida, Vitor de Paula Souza, Eslim Viana, Giliard Xavier dos Santos, Pablo Rangel, Eber Pires, Fernando Rodrigues Mendes, Daniel Alves de Lucena, Thiago Gaia, Fabricio Medeiros, Ricardo Egídio, Alex Nogueira, Henrique 'Macarrão', Edson Silva, Renato Costa.

11) Quali sono stati alcuni dei principali combattenti che hai visto nella tua vita?

Grandmaster João Rezende: Pedro Hemetério, Shiaki Uchi, Aurélio Miguel, Marco Ruas, Rickson Gracie, Ivan Gomes, Carlson Gracie.

12) Per terminare la nostra chat, qual è la tua missione di vita?

Gran Maestro João Rezende : Mi piace dimostrare che tutte le persone sono capaci, questa è la missione. Mi piace insegnare il rispetto e che siamo tutti uguali e possiamo arrivare dove vuoi.

* NOTA .: * Ilhabela è uno dei pochi comuni - arcipelaghi marini brasiliani e si trova sull'asse São Paulo-Rio, vicino a città come São Sebastião, Caraguatatuba e Ubatuba (sulla costa settentrionale del SP), e Paraty, Angra dos Reis e Ilha Grande (a Rio de Janeiro). 210 km dalla capitale di San Paolo e 440 km dalla città di Rio de Janeiro, ci sono diversi modi per raggiungere l'isola.

* Intervista rilasciata al collaboratore Oriosvaldo Costa su 03 / 05 / 2020 | Connessione Giappone
_
Nella foto sopra: GM Rezende è cintura rossa di 9° grado dal 2007 e ha una grande traiettoria nell'arte gentile con i suoi insegnamenti e il supporto ai suoi atleti. ( Credits | Courtesy : GM João Rezende archivio personale | Disclosure ).

Sotto: GM Rezende che riceve l'omaggio di Daniel Lucena durante la 2a edizione dell'Incontro di Maestri e Insegnanti (a Santa Isabel, interno di São Paulo), insieme all'editore della rivista Master, Fábio Bueno, tra gli altri. ( Credits | Courtesy : GM João Rezende archivio personale | Master Magazine | (C) Bueno Editora ).

78493621 779909139138878 7165372533523349504 n f7262

22 anni di Zenidim Cup di Jiu-Jitsu incontra l'élite di Ponta Grossa, Paraná

Una delle uniche famiglie di combattenti in azione nella MMA oggi è la città di Ponta Grossa, nello stato del Paraná.
Paulo Bueno, Rani "Rex" e Rickson "The King" sono tra i più grandi finalisti del Jiu-Jitsu in MMA accanto alla leggendaria famiglia Gracie, già tradizionale in questo sport.

In un'ulteriore prova che la famiglia Jiu-Jitsu è la migliore, Clan Zenidim aggiunge già le finalizzazioni 35 nel MMA professionale e queste vittorie si sono verificate in diversi paesi dell'America Latina.

Secondo i dati raccolti da Sherdog - sito che è stato creato dal fotografo Jeff Sherwood (soprannominato "Sherdog") nel 1997 e che è stato successivamente perfezionato con l'aiuto di Garrett Poe - Patriarca del Clan Zenidim, il combattente Paulão "Imperador" Bueno e il suo i figli Rani "Rex" e Rickson "The King" guidano le presentazioni in eventi MMA professionali, nazionali o internazionali.

Dai un'occhiata:
Paulão "Emperor" Bueno-10 delle sue vittorie 24 è arrivato attraverso Jiu-Jitsu.
Rani "Rex" -16 delle sue vittorie 19 è arrivato attraverso Jiu-Jitsu.
Rickson 'The King'-9 delle sue vittorie 10 è arrivato attraverso Jiu-Jitsu.

Inoltre, Rani "Rex" è anche considerato il più grande finisher della regione di Campos Gerais e proprietario di uno dei finali più veloci al mondo in soli 14 secondi.

Vale la pena ricordare che lo Sherdog è il più grande di riferimento internazionale nel bel mezzo di MMA e famoso per la tenuta dei registri (record) di singoli combattenti, così come catalogo tutte le lotte condotte in tutto il mondo, pubblicando i loro risultati in lingua inglese.

[NE: Sherdog tiene anche gli articoli di scrittori e staff del sito, notizie esclusive, interviste, programmi radiofonici e host "live" e eventi MMA gratuiti. ]

Per vincere tante vittorie famiglia sempre a superare le difficoltà, come il Mercoledì (30 2019 gennaio), quando è stato tenuto più fasi di CPGMMA (MMA Campionato Ponta Grossa) per commemorare l'anniversario della 22 Zenidim di Jiu-Cup jitsu e 25 anni Filho combattere.

A causa del maltempo, con forti piogge, molti combattenti erano in grado di partecipare alla manifestazione che si è tenuta in piazza Zenidim (questo è il 1ª MMA Piazza Brasile è nella regione Jardim Conceição a Ponta Grossa, alla confluenza di Avenida Bishop Geraldo Pelanda con Rua Dimas Rudek Potosk).
Anche tanta parte della comunità ha partecipato durante l'evento.

Il campionato Ponta Grossa è un campionato di sette mesi. Il suo scopo principale è quello di tenere il passo con le competizioni dei team MMA in preparazione di eventi nazionali o internazionali che si svolgeranno durante l'anno.
Altri obiettivi del torneo sono riciclare gli atleti che sono disoccupati e rivelare nuovi nomi dello sport nel comune, oltre a collaborare con grandi campagne sociali nella regione del Campos Gerais.

Questa fase della CPGMMA, chiamato 22 anni Zenidim Coppa Jiu-Jitsu, ha portato i migliori rappresentanti della pontagrossense jiu-jitsu in MMA, con scontri equilibrati e livello tecnico della elite di Brazilian Jiu-Jitsu.

Mercoledì scorso, giorno 6 febbraio avremo un altro stadio della CPGMMA 2019 con cadute Coppa di nuovo in piazza di MMA, che riunisce il no gi Judo migliore.

* Testo del collaboratore Oriosvaldo Costa. | Scritto in 03 / 02 / 2019
_

Foto sopra: Anche con molta pioggia, la Copa Zenidim ha riunito i migliori rappresentanti del Jiu-Jitsu di Ponta Grossa. La famiglia Zenidim ha già 35 proposte in MMA professionale. (Per gentile concessione: divulgazione).

Sotto: il Jiu-Jitsu del Clan Zenidim è già stato testato contro i migliori combattenti di Jiu-Jitsu in Brasile. Nella foto, Paulão “Imperador” Bueno, il patriarca della famiglia, affronta la cintura nera di Jiu-Jitsu brasiliano, Erick “Indio Bravo”. La lotta si è conclusa con un pareggio all'Áspera FC, nel 2017. ( Courtesy : Patrick Formosinho Fotos / Dentro do Ringue ).

51252518 2326343260979117 5853389522154291200 n 018f9

Gli strangoli hanno il potenziale di causare danni cerebrali in Jiu-Jitsu e MMA

L'anno scorso è stato pubblicato uno studio che discuteva il rischio di dissezione dell'arteria vertebrale da strangolamento negli sport da combattimento. Uno studio più recente su questo caso è stato pubblicato suggerendo che, inoltre, i colpi ripetitivi possono, di fatto, portare a danni cerebrali negli atleti di Jiu-Jitsu e MMA. Secondo questo studio, colpi come lo strangolamento posteriore nudo e la ghigliottina hanno il potenziale di contribuire all'aumento delle lesioni cerebrali nei praticanti di entrambe le modalità (Jiu-Jitsu e MMA).

Lo studio più recente su questa possibilità ha indagato su un uomo 40 che aveva praticato l'MMA per un decennio. Ha sviluppato problemi di memoria e altre disfunzioni cognitive. Alla fine, gli è stata diagnosticata una "encefalopatia traumatica cronica" ("ETC"). Gli autori hanno rilevato che il "ETC" è stato probabilmente causato da colpi ripetuti subconcussivos concussivos e il paziente con esperienza in MMA, sottolineando che "Il nostro paziente ha mostrato sintomi di 'ETC' secondaria a ripetitiva subconcussivo trauma cerebrale hanno ricevuto durante l'allenamento e la competizione."

È interessante notare, tuttavia, che gli autori hanno notato che alcune delle disfunzioni del combattente possono essere dovute all'asfissia ripetitiva durante l'allenamento e le gare di Jiu-Jitsu e MMA. Sono state pubblicate le seguenti osservazioni:

"Ciò che forse è poco discusso è il ruolo dell'asfissia nel contribuire al comportamento a lungo termine e ai cambiamenti della memoria nell'atleta MMA nel tempo. Come accennato, uno strangolamento (sottomissione del collo) è identificato come la causa dell'interruzione del combattimento quando un concorrente si sottomette al colpo o l'arbitro interrompe il combattimento, poiché il concorrente afflitto sembra essere sincopato o asfissiato…. Nel corso della carriera di un atleta di MMA, è certo che sperimenterebbe episodi transitori di soffocamento più volte durante la partecipazione ai combattimenti, o anche durante l'allenamento, dato che lo strangolamento (sottomissione del collo) è un attacco comunemente accettato. Potrebbero verificarsi danni neurologici dovuti alla compressione del collo. Negli studi sul suicidio da sospensione è stata individuata una forza di 2 kg sufficiente a comprimere le vene giugulari fino a provocare edema cerebrale, seguita dalle carotidi con una forza di 5 kg, che può provocare un danno cerebrale ipossico. La compressione delle vie aeree richiede una forza maggiore di circa 15 kg, che porta a grave ipossia e morte [28]. L'ecografia Doppler rivela che è possibile interrompere completamente il flusso sanguigno delle arterie carotidi e vertebrali in uno strangolamento (estremità nel collo), che è caratterizzato da una pressione sui lati del collo [29]. Il problema del danno cerebrale ischemico ipossico ( HI-BI ) può svilupparsi a lungo termine negli atleti MMA, poiché sono soggetti a frequenti asfissia e strangolamento transitori, che portano a eventi ipossici intermittenti nel cervello. I meccanismi comuni coinvolti nello sviluppo del danno cerebrale ischemico ipossico comprendono l'arresto cardiorespiratorio, l'insufficienza respiratoria e l'avvelenamento da monossido di carbonio. È anche noto che circa il 30-60% dei pazienti che sviluppano lesioni cerebrali ipossiche ischemiche a seguito di arresto cardiaco svilupperanno problemi cognitivi, comportamentali e neurologici persistenti [30]. L'attenzione ridotta, in particolare la velocità di vigilanza e di elaborazione, insieme a problemi di memoria sono stati osservati in sopravvissuti con danno cerebrale ischemico ipossico. Inoltre, ci sono anche segnalazioni di disfunzioni visuo-spaziali, aprassia, agnosia e cambiamenti affettivi e di personalità in pazienti con danno cerebrale ischemico ipossico [30]. Nel nostro paziente, abbiamo eseguito ripetuti test neuropsicologici, che hanno rivelato una diminuzione delle prestazioni della sua capacità di attenzione e memoria nel tempo. C'è la possibilità che il paziente abbia anche subito un certo grado di lesione cerebrale ischemica ipossica, oltre all'"ETC", che ha ridotto le sue capacità cognitive generali".

C'è anche un altro studio completo intitolato "I pericoli delle arti marziali miste nello sviluppo dell'encefalopatia cronica traumatica (ETC)" che può essere trovato qui.

https://combatsportslaw.com/2019/01/22/case-study-frequent-chokes-in-mma-may-lead-to-chronic-brain-injury/dangers-of-mixed-martial-arts-in-the-development-of/

[NE: fai clic sul link sopra o copia e incolla nel browser].

Al contrario, la comunità MMA è uscita in difesa di questo sport. Le sue argomentazioni sono enfatiche.
Secondo questi, con l'evoluzione delle regole della MMA, truffe come la naked choke posteriore e ghigliottina, nonostante la grande efficienza nella definizione di una lotta-sono tecniche che non portano gravi danni per l'atleta, anche se si soffre di una "svenimento 'a ricevere tali colpi.
Inoltre, si può anche dire che il fenomeno del "blackout" è una forma di difesa dell'organismo per ristabilire il flusso di ossigeno al cervello.

E 'inoltre necessario chiarire che un colpo come un collo di bottiglia sarebbe solo portare gravi danni ad una persona se applicato lunga e ininterrotta, che non accade in sport da combattimento con le regole, come l'MMA, per esempio. Inoltre, gli atleti sono altamente qualificati e le persone con esperienza, tanto da essere in grado di percepire un collasso imminente e fermare il colpo di stato, anche in assenza del segnale di drop-out (la famosa "toccare out") dell'avversario.

È facile ricordare, tuttavia, che gli arbitri delle lotte dovrebbero anche avere il minimo di preparazione.

Ma se sono quelli che ancora scioccato o credono che i combattenti possono arrivare ad avere un problema più serio nel futuro, nonostante le argomentazioni di cui sopra, vi consiglio di leggere l'articolo "i rischi e gli effetti delle strozzature nel MMA", che è stato pubblicato dalla Alexandre Matos sul sito web Discovery Channel, Discovery Channel Brasil.
Raccomando anche di leggere regolarmente la colonna Science of Struggle, sito web MMA Brazil, per tenersi aggiornati su questo e altri argomenti.

PS: L'articolo che affronta questo problema è stato pubblicato per la prima volta su Combat Sports Law, un blog fondato e gestito da Erik Magraken, un discutibile avvocato della British Columbia, anch'egli consulente legale per gli sport da combattimento.

* Testo del collaboratore Oriosvaldo Costa. | Scritto in 24 / 1 / 2019
_

Nella foto sopra: secondo un nuovo studio, mosse come la strozzatura posteriore nuda e la ghigliottina hanno il potenziale di contribuire ad un aumento delle lesioni cerebrali nei praticanti di Jiu-Jitsu e MMA. (Per gentile concessione di André Corrales / Eric / Pinterest).

Sotto: la strozzatura posteriore nuda e la ghigliottina sono le sottomissioni più utilizzate per porre fine a un combattimento, secondo l'UFC Research Institute. Sempre secondo il lavoro scientifico diffuso dall'UFC, le sottomissioni (così come i knockout) stanno perdendo sempre più spazio nelle MMA. Cresce invece sempre di più il numero di incontri che si concludono in punti (decisione delle giurie). (Per gentile concessione di LFA media).

TRU 1860.0 1024x683 96a4f

Il campionato Jiu-Jitsu è stato cancellato in Cina dopo lo scandalo della cintura nera

La terra di seta, porcellana, tè, ping pong e logicamente Kung Fu, potrebbero presto diventare la terra del Jiu-Jitsu. Il Jiu-Jitsu è uno sport che ha registrato una crescita sostanziale in Cina, anche se in tandem con la diffusione delle MMA in quel paese asiatico.

Molte cinture nere straniere stanno contribuendo a seminare i semi del BJJ nel paese più popoloso del mondo.

Ci sono scuole di Jiu-Jitsu nelle principali città di Pechino e Shanghai che esistono da anni. Ma la maggior parte dei praticanti di Jiu-Jitsu in Cina sono ancora nelle prime fasi della loro crescita in questo sport.

"Ci sono approssimativamente 25 per le bande nere 30 del Brasile e del Giappone che insegnano nelle più grandi città della Cina. Ma la prima cintura nera veramente cinese diplomata nel proprio paese dovrebbe essere formata nei prossimi anni ". Disse Vinz Wong, capo di un'accademia Jiu-Jitsu nella città di Guangzhou.

La crescita del BJJ nel paese può essere vista nei tornei. Uno dei primi ad esibirsi lì aveva sui concorrenti 50.
Recentemente, un torneo importante a Hong Kong ha avuto più di trecento concorrenti, con molte bande marroni e nere di diversi paesi asiatici che hanno gareggiato nella divisione avanzata.

Alcuni insegnanti stanno cercando di introdurre il jiu-jitsu nelle scuole elementari come un modo per diffondere ulteriormente la modalità in tutto il paese. La cooperazione nel portare le classi di Jiu-Jitsu nelle scuole potrebbe anche attirare l'attenzione dei genitori degli studenti, dato il fattore educativo delle arti marziali nella formazione dei giovani.

“Agli studenti cinesi piace incontrarsi in palestra, parlare con gli amici, scambiare alcune tecniche di arti marziali e imparare l'arte del Jiu-Jitsu brasiliano. La cultura delle scuole è una delle meno rivali tra gli studenti e condividiamo il nostro amore per i nostri simili che si stanno ancora allenando attraverso la pratica del Jiu-Jitsu”. Vinz Wong completato.

Tuttavia, un recente scandalo potrebbe "scuotere" la reputazione di "arte soft" nella terra dei "monaci guerrieri Shaolin". Lo sviluppo della domanda riguarda in particolare la parte burocratica.

Per capire meglio il problema, facciamo girare il globo per completare la via del ritorno in Brasile, dove tutto è iniziato.

A 2, a maggio, una banda blu dalla Cina è stata premiata con una cintura nera onoraria quando si recava a Rio de Janeiro.
La cintura nera appena diplomata stava anche aiutando a tempo pieno al China Open, un campionato sportivo Jiu-Jitsu in Cina sotto il sigillo dell'IBJJF (International Brazilian Jiu-Jitsu Federation).

L'atleta in questione era Cui GuoQing (崔国卿), CEO di Shanxi New Culture & Cultural Exchange Ltd. Co. (山西 新 文 源 文化交流有限公司), che ha ricevuto la cintura nera onoraria dalle mani dello stesso Robson Gracie, cintura master Rosso di nona elementare, pioniere del Jiu-Jitsu in Brasile e secondo figlio di Carlos Gracie, il fondatore del 'Gracie Jiu-Jitsu'.

L'onore sarebbe stato assegnato all'atleta in riconoscimento del suo contributo alla promozione e allo sviluppo del BJJ in Cina.
Oltre alla concessione personale alla cintura nera onoraria da parte dello stesso Robson Gracie, la promozione con l'emissione del certificato comprendeva anche la grande cintura rossa Dr. João Carlos Austregésilo di Athayde, una leggenda vivente del Jiu-Jitsu. Athayde è un laureato 9 diplomato dai fratelli Gracie, Carlos e Helio.

Inoltre, secondo alcune fonti, anche Carlson Gracie Jr. (cintura nera di 5° grado) era presente insieme ad alcuni praticanti di Jiu-Jitsu brasiliano dei vecchi tempi.
Questi sarebbero il maestro Márcio dos Santos (una banda corale), il professor Alesandro Nascimento (banda nera 5º grado) e il professor Ricardo Cavalcante (anche la cintura nera 5º grado), secondo la biografia dell'accademia.

Per quanto riguarda il signor Cui, è molto consapevole di questo problema.
La sua passione di spendere milioni per consentire ad una competizione IBJJF di raggiungere la Cina ha le sue fondamenta nel permettere agli appassionati di Jiu-Jitsu del Brasile di avanzare nella pratica e nello sviluppo del loro sport e anche meglio contattando diretto con l'entità principale della promozione della modalità fino a raggiungere il livello tecnico per partecipare a una competizione mondiale.

Ma non c'era modo e dopo una protesta pianificata e ben coordinata dalla comunità brasiliana della Jiu-Jitsu in Cina, il campionato è stato cancellato.

La comunità cinese di BJJ è collegata online principalmente attraverso Wechat, un'applicazione mobile che consente agli utenti di accedere alle notizie sugli eventi BJJ che si tengono in diverse città in tutto il paese.

A loro volta, le informazioni fornite sopra provengono da un articolo pubblicato sulla rivista cinese Weixin.
Secondo un altro post (anche se questo non è stato ancora confermato), anche l'IBJJF non sarebbe soddisfatto della promozione a cintura nera di Mr. Cui Guoqing e quindi avrebbe annullato l'IBJJF Open in Cina.

Vale a dire:

L'IBJJF ha preso una corda e, d'ora in poi, il China Open è stato cancellato e ritirato definitivamente dal suo programma dalle proteste della comunità cinese Jiu-Jitsu o la competizione può ancora tornare in un secondo momento?

Nel tempo

È difficile ricordare che Robson Gracie è il patriarca della famiglia Gracie ed è anche il presidente onorario della Federazione Jiu-Jitsu di Rio de Janeiro (FJJERJ), che è la più antica federazione del Jiu-Jitsu del mondo.
Quindi ha davvero i poteri per conferire la cintura nera onoraria e, per molti, la cancellazione del China Open è puramente una questione politica.

L'IBJJF, a sua volta, ha come presidente Carlos Gracie Júnior, fratello di Robson. La sua sede principale è attualmente a Irvine, in California.
È cintura rossa e bianca (8° grado) nel Jiu-Jitsu brasiliano.
Carlos Gracie Júnior è anche il fondatore di Gracie Barra, una rete di scuole di Jiu-Jitsu con più di affiliati 700 in sei continenti.

* Fonte / Crediti: Colaborator Oriosvaldo Costa

_

Nella foto sopra: il Jiu-Jitsu ha registrato una crescita incoraggiante in Cina, anche se sulla scia della divulgazione delle MMA in quel paese (Foto di: Pixabay).

Sotto: momento della laurea di Cui Guoqing (Foto: collezione personale di Cui Guoqing).

Cui Guoqing

Nota di chiarimento pubblica

Sito web gratuito, nessun addebito per i nostri lettori o visitatori, l'unico scopo e la diffusione di informazioni e notizie reali, tutti i crediti sono alle rispettive fonti e autori.

In ottemperanza alle Leggi:

Ai sensi dell'articolo 46, I della Legge 9610/98 Brasile - Articolo 46, I della Legge 9610/98 e della Legge 5.250 febbraio 9 n. 1967 - Legge 2083/53 | Legge n. 2.083 del 12 novembre 1953.

Per ulteriori informazioni e supporto legale, consultare il nostro avvocato collaboratore: Raphael Guilherme da Silva - OAB/SP Under No. 316.914.

Se non sei d'accordo con un articolo, lo rimuoveremo immediatamente e ci scusiamo pubblicamente ritirandolo come richiesto dalla legge.

Grazie in anticipo.

Questo portale di notizie è un'iniziativa di un gruppo di contributori volontari sulla registrazione in Giappone -目標新聞 (コネクション・ジャパン). - connectionjapan.com .

Ed è mantenuto dai suoi volontari e collaboratori per consentire alla colonia di brasiliani di accedere gratuitamente a queste informazioni e a tutti gli altri visitatori che desiderano accedere al nostro sito web.

Alcune osservazioni in Legge n. 9.610/98.

Utilizzo dell'opera di un autore per studio o critica;

Utilizzo dell'opera di un autore per esporre un prodotto (ad esempio: un negozio di cornici che espone una cornice contenente una foto);

Utilizzo di un'opera protetta da copyright per scopi privati ​​(se la condividi con qualcuno, non è più utilizzata privato!);

E altri previsti dalla Legge n. 9.610/98.

« ottobre 2021 »
Lun. Mar. Mer. Gio. Ven. Sab. Dom.
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31

FreeCurrencyRates.com

 

contatore visite

0.png4.png0.png5.png3.png2.png9.png
Oggi:146
Ieri:1139
Ultimi 7 giorni:5365
mese:21683
Totale:405329

Connessi simultaneamente

21
Online

23-10-21

Visitatori in linea

Partners

Inizio pagina