Fonti anonime fanno affermazioni serie su ONE Championship

Recentemente, alcuni combattenti e funzionari del ONE Championship hanno espresso le loro preoccupazioni per la promozione asiatica, che si presenta come la casa della "disciplina" e dell '"onore".

A condizione della segretezza - per timore di ritorsioni da parte dell'organizzazione, a causa delle difficoltà dei suoi dirigenti ad accettare le critiche - tali fonti hanno avanzato gravi accuse riportate dal giornalista Victor Rodriguez, sul prestigioso sito di MMA Bloody Elbow.

Nell'articolo di cui sopra, viene rivelato che il ONE Championship ha portato i combattenti di una squadra chiamata Egypt Top Team - da Nasr City, Cairo - in modo che possano essere avversari degli atleti che l'evento vuole promuovere (pratica per "ingrassare" il cartello dei combattenti ). Gli atleti di questa accademia hanno avuto 23 incontri in UNO, con 22 sconfitte e 1 sola vittoria. Ci sono anche segnalazioni di un combattente che non ha mai gareggiato in MMA nella sua vita, non ha avuto alcun addestramento ed è stato inserito in un combattimento importante su ONE, ricevendo una borsa di studio di $ 750, con un solo cornerman consentito.
L'allenatore del combattente lo ha semplicemente informato che se le cose si fossero complicate, avrebbe potuto semplicemente "colpire". Vale la pena ricordare che l'atleta aveva una promettente carriera nel kickboxing nel suo paese d'origine, ma purtroppo non aveva una chiara conoscenza di cosa fossero le arti marziali miste.

Nonostante la mancanza di esperienza del combattente, il campionato ONE ha firmato un lungo contratto con lui, ma al momento in cui è stato scritto l'articolo, il combattente in questione non era ancora sicuro se il contratto di esclusiva che aveva firmato sarebbe stato ancora valido o non.

L'unico combattente della Top Team egiziana a vincere una vittoria in una gabbia è stato Hisham Hiba (1-1 contro UNO) nel 2014. L'altro combattente degno di nota in quella squadra è lo sceriffo Mohamed, che ha realizzato 0-4 - le perdite maggiori di squadra.

Sempre secondo il Bloody Elbow, altre due fonti anonime - un combattente e il suo "manager" - hanno affermato una forte tendenza favorevole per i combattenti nei paesi in cui ONE è più interessato ad espandere la propria attività. Pertanto, gli atleti di paesi come l'Egitto e l'India sono stati portati con pochissima esperienza e / o preparazione, solo per essere dati a questi combattenti, che sono significativamente più talentuosi. Man mano che questi combattenti perdono, vengono pagati più dei loro compagni di squadra, affermano le stesse fonti. D'altra parte, ci sono atleti che di solito hanno difficoltà a negoziare gli stipendi, indipendentemente dalla loro progressione, popolarità o posizione sulla "carta".

- "Volevano che gli atleti terminassero la loro carriera a ONE e non potessero firmare con nessun'altra promozione." - ha detto l'anonimo combattente.

La pratica di “costruire il cartello dei combattenti” non è estranea ad altre grandi organizzazioni di MMA e, nel caso particolare di ONE, gli atleti sono portati a credere che ciò aiuterebbe ad attirare l'attenzione nei loro paesi di origine, oltre a far leva sul sport in quelle regioni.

Al contrario, i combattenti presumibilmente più favoriti da ONE ricevono enormi canoni mensili, oltre alle sovvenzioni per i loro combattimenti, secondo un'altra fonte.

Il fondatore e CEO di ONE Championship Chatri Sityodtong è uscito in difesa della sua attività:

- “Celebriamo i valori di integrità, umiltà, onore, rispetto, coraggio, disciplina e compassione. Mostriamo eroi che ispirano e uniscono i paesi e raccontano le loro storie di trionfi impossibili su probabilità improbabili. ”- difende Chatri, confutando le affermazioni che mantengono un buon" marketing "fraudolento.

Il rapporto tra ONE ed Evolve - fondato e attualmente presieduto da Chatri - è noto, poiché ONE ha campioni collegati a Evolve, un'accademia che è una delle più impressionanti in Asia e che - secondo alcuni - sarebbe l'unica attività redditizia in Chatri a Singapore.

Secondo altri, è difficile sentire parlare di (ONE ed Evolve) nei media locali, perché hanno il controllo sulla maggior parte dei media asiatici.

Nonostante le affermazioni di favorire i combattenti e alcuni atleti selezionati "sul libro paga", non c'è dubbio che Evolve abbia alcuni atleti incredibili che sono stati campioni dentro o fuori ONE e, in alcuni casi, entrambi.

Abbiamo concluso questo articolo affermando che il nostro impegno è per l'informazione e che, pratica comune o meno, gli atleti accettano di combattere perché lo vogliono. Il campionato ONE non obbliga nessuno a fare nulla. Questa è la nostra opinione finale in merito.

* Testo del collaboratore Oriosvaldo Costa. | Scritto in 12 / 01 / 2021


Oriosvaldo Costa | Connessione Giappone ®

Oriosvaldo Costa “Mr. Kung Fu ". Cronista sportivo, appassionato di arti marziali. Pratica Kung Fu dal 1990 e gareggia in MMA dal 1998. 7 incontri: 3 vittorie, 3 sconfitte, 1 No Contest. Reti sociali: facebook.com/oriosvaldo.costa - instagram.com/oriosvaldo.costa

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i tuoi dati di feedback.