Il Brasile registra 1.179 morti per coronavirus, Trump considera il divieto di ingresso di viaggiatori dal paese

Il numero giornaliero di decessi in Brasile con il nuovo coronavirus è salito a un livello record di 1.179 martedì, quando il presidente Jair Bolsonaro ha approvato la clorochina come possibile rimedio e il leader degli Stati Uniti Donald Trump ha dichiarato che sta considerando un divieto di viaggio dagli Stati Uniti. Brasile.

Il numero giornaliero più alto prima di martedì è stato di 881 decessi il 12 maggio. La pandemia ha ucciso almeno 17.971 persone in Brasile, secondo il Ministero della Salute.

Il Brasile ha superato la Gran Bretagna lunedì diventando il paese con il terzo più alto numero di infezioni confermate, dietro Russia e Stati Uniti. I casi confermati in Brasile sono anche saliti a un record di 17.408 martedì, per un totale di 271.628 persone che si sono dimostrate positive per il virus.

Bolsonaro, alleato ideologico di Trump, è stato criticato per aver gestito l'epidemia, al contrario delle restrizioni ai movimenti che considera dannose per l'economia.

Bolsonaro ha dichiarato che il ministro della sanità ad interim Eduardo Pazuello pubblicherà nuove linee guida mercoledì, ampliando l'uso raccomandato di clorochina, un farmaco antimalarico, per curare il coronavirus.

Il mese scorso due medici addestrati hanno rassegnato le dimissioni da Ministro della salute, mentre Bolsonaro contesta il parere degli esperti di sanità pubblica.

Bolsonaro ha dichiarato al sito Web Blog do Magno che Pazuello, un attivo generale dell'esercito, firmerà le nuove linee guida sulla clorochina e svolgerà il lavoro di punta per ora. Bolsonaro ha aggiunto che sua madre ha 93 anni e tiene in mano una scatola di clorochina se ne ha bisogno.

Trump, che ha annunciato lunedì che avrebbe assunto clorochina preventivamente, ha detto ai giornalisti martedì: “Non voglio che la gente venga qui e infetti la nostra gente. Non voglio nemmeno i malati lì. Stiamo aiutando il Brasile con i fan ... Il Brasile ha alcuni problemi, senza dubbio ”.

I funzionari della Pan American Health Organization hanno dichiarato in un briefing virtuale di essere preoccupati per la diffusione del virus nella tripla area dell'Amazzonia tra Colombia, Perù e Brasile. Hanno chiesto misure speciali per proteggere le popolazioni vulnerabili tra le minoranze indigene, povere e razziali.

Fonte: Reuters // Crediti immagine: REUTERS / Ricardo Moraes

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i tuoi dati di feedback.