Trump minaccia di tagliare i finanziamenti dell'OMS, in un nuovo attacco all'organizzazione

Il presidente Trump ha intensificato i suoi attacchi al gruppo sanitario globale e ha minacciato di tagliare i suoi finanziamenti. Ha anche detto che stava prendendo idrossiclorochina, un farmaco coronavirus non dimostrato, come misura preventiva.

Trump critica la sua amministrazione e l'OMS per i fallimenti nel suo governo

Il presidente Trump ha minacciato di tagliare definitivamente tutti i fondi per l'Organizzazione mondiale della sanità lunedì sera, una drammatica escalation dei suoi ripetuti tentativi di deviare la colpa per aver gestito la pandemia che ha ucciso più di 90.000 persone negli Stati Uniti negli ultimi mesi.

In una lettera di quattro pagine a tarda notte al direttore generale dell'OMS, il dott. Tedros Adhanom Ghebreyesus, Trump ha accusato il gruppo sanitario globale di non agire abbastanza rapidamente e in modo aggressivo contro il virus nei suoi primi giorni. denunciare l'organizzazione per gli stessi errori e difetti sollevati contro di lui e la sua amministrazione.

Esperti di sanità pubblica hanno affermato che le smentite pubbliche del presidente sui pericoli del virus hanno ritardato la risposta americana, che includeva ritardi nei test e mancata conservazione dei dispositivi di protezione.

Nella lettera, il presidente ha dichiarato che l'OMS: "Late ha dichiarato lo scoppio di un'emergenza sanitaria pubblica internazionale il 30 gennaio", più di un mese dopo il rilevamento del virus. Ma Trump non ha dichiarato un'emergenza nazionale fino a settimane dopo, nonostante fosse consapevole del virus e dei suoi pericoli.

La lettera di Trump conteneva anche falsità e dichiarazioni fuorvianti. Ha scritto che l'OMS "ha costantemente ignorato le segnalazioni credibili del virus che si è diffuso a Wuhan all'inizio di dicembre 2019 o anche prima, compresi i rapporti della rivista medica Lancet".

Ma in una dichiarazione di martedì mattina, la Lancet ha osservato che la rivista "non ha pubblicato alcun rapporto nel dicembre 2019, riferendosi a un virus o un focolaio a Wuhan o altrove in Cina". La rivista ha affermato che i suoi primi rapporti sul coronavirus sono stati pubblicati il ​​24 gennaio, appena quattro giorni prima che l'OMS dichiarasse un'emergenza internazionale.

Il presidente ha criticato l'OMS per settimane, poiché la sua crisi politica e di salute pubblica si è intensificata a casa, dicendo che il gruppo è stato intrappolato in Cina, dove il virus ha avuto origine. Nella lettera, ha affermato che il gruppo è stato responsabile di molti decessi perché non ha contestato la versione degli eventi di Xi Jinping, presidente della Cina, sull'origine del virus e sulla sua diffusione iniziale.

"Il 28 gennaio, dopo aver incontrato il presidente Xi a Pechino, hai elogiato il governo cinese per la sua" trasparenza "in relazione al coronavirus, annunciando che la Cina aveva fissato" un nuovo standard per il controllo delle epidemie "e" comprato tempo mondiale '. Trump ha scritto nella sua lettera accusando l'OMS di non aver criticato la Cina per aver represso i suoi stessi scienziati e dottori.

Ma queste critiche a Trump sono state particolarmente ironiche, a causa dei suoi commenti molto simili sulla Cina all'inizio della pandemia. Il 24 gennaio, quattro giorni prima dei commenti dell'OMS, Trump ha twittato i suoi elogi al leader cinese.

"La Cina ha lavorato duramente per contenere il Coronavirus", ha scritto Trump, che stava cercando di completare i negoziati su un accordo commerciale con la Cina. “Gli Stati Uniti apprezzano molto i tuoi sforzi e la tua trasparenza. Tutto andrà bene. In particolare, a nome del popolo americano, voglio ringraziare il Presidente Xi! ”

La lettera di Trump di lunedì sera è arrivata dopo il primo giorno di una guerra di pace. incontro che intendeva tracciare un percorso da seguire nella lotta contro la pandemia. Il forum, che Trump ha rifiutato di affrontare, sarà completato oggi.

Trump ha anche scritto che gli Stati Uniti riconsidererebbero la sua partecipazione all'OMS perché "chiaramente non serve agli interessi americani".

Trump, che ha interrotto il contributo degli Stati Uniti all'OMS il mese scorso, è motivato da un profondo scetticismo da parte delle organizzazioni internazionali, alimentato da una convinzione - non supportata da fatti - che gli Stati Uniti vengono derubati da altri paesi che cercano di prosperare Spese negli Stati Uniti.

La minaccia di interrompere l'assistenza all'OMS è anche un esempio del presidente americano First sugli aiuti esteri, in cui Trump ha ripetutamente chiarito che preferisce allontanarsi dagli obblighi internazionali che chiama ridicolmente parte di un'agenda globalista che è dannosa per Interessi americani.

Ma congelando il supporto per il gruppo nel mezzo di un'emergenza sanitaria globale, il presidente rischia di rinunciare al ruolo abituale degli Stati Uniti come leader sanitario globale. L'annuncio del contributo di $ 2 miliardi del presidente Xi lunedì ha messo in evidenza le potenziali conseguenze della decisione di Trump. L'anno scorso, gli Stati Uniti hanno contribuito con $ 553 milioni al budget dell'OMS da $ 6 miliardi, con la Cina che ha erogato $ 43 milioni.

Fonte: New York Times // Crediti immagine: Denis Balibouse / Reuters

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i tuoi dati di feedback.