Quali paesi europei stanno aprendo i loro confini?

Austria

Inizialmente, i viaggi transfrontalieri saranno consentiti con i paesi vicini (con un declino comparabile del virus): si prevede che i confini si apriranno con Germania, Svizzera, Liechtenstein, Repubblica Ceca, Slovacchia e Ungheria il 15 giugno. I servizi di treni passeggeri tra Austria, Italia, Slovenia, Slovacchia, Svizzera e Repubblica Ceca sono sospesi.

Gli aeroporti di Vienna, Innsbruck e Salisburgo sono operativi, ma con servizi limitati fino al 31 maggio. Ristoranti e bar sono aperti e hotel dal 29 maggio. Maschere obbligatorie per trasporto pubblico e negozi. Eventi importanti non sono ammessi almeno fino a giugno. Certificato sanitario richiesto all'ingresso, attestante che il viaggiatore non ha un coronavirus; quelli senza certificato devono isolarsi per 14 giorni. I test sono disponibili all'aeroporto di Vienna per € 190.

Belgio

Il Belgio prevede di riaprire ai turisti internazionali entro il 15 giugno e probabilmente farà un annuncio entro la fine di maggio. Alcuni voli indiretti con il Regno Unito operano per viaggi essenziali.

Eurostar ha un servizio notevolmente ridotto; il trasporto pubblico è in esecuzione (sono necessarie le maschere). I negozi sono aperti, i musei sono aperti dal 18 maggio e dall'8 giugno, i caffè, i ristoranti e alcune attrazioni turistiche iniziano a riaprire e saranno ammessi piccoli eventi all'aperto (i grandi eventi sono vietati fino a dopo agosto ).

Attualmente, tutti gli arrivi devono isolarsi per 14 giorni. È richiesta la prova di residenza e di viaggio.

Bulgária

Nessuna data annunciata per la riapertura delle frontiere per i viaggi non essenziali da parte dei cittadini dell'UE. Alcuni voli diretti operano tra Sofia e Londra, per viaggi e transiti essenziali. Alcuni hotel e piscine sono aperti e sono consentiti sport individuali all'aperto. Alcuni mercati, bar e ristoranti all'aperto sono aperti. È anche consentito visitare montagne e parchi nazionali.

Croácia

Alcuni valichi di frontiera sulle rotte principali sono aperti a traffico limitato (cittadini stranieri con proprietà o barche in Croazia o famiglia stretta). Nessuna data annunciata per la riapertura delle frontiere per altri turisti. Sono consentiti alcuni voli nazionali e internazionali operanti e in transito. Parchi, negozi, musei, hotel e ristoranti e bar all'aperto sono aperti e alcuni mezzi pubblici sono in funzione.

Cipro

Aeroporti e porti marittimi inizieranno a "riprendere le operazioni in più fasi" tra il 9 giugno e il 13 luglio, contestualmente alla riapertura di hotel, cinema all'aperto, teatri e centri commerciali, sebbene non sia stata ancora rilasciata alcuna politica di arrivo. di turisti. Le spiagge con servizi e musei riapriranno dal 1 ° giugno. I parchi, le aree ricreative all'aperto, le piazze e i porti turistici saranno riaperti (soggetto alla regola delle 10 persone) dal 21 maggio, così come i siti archeologici e storici.

Repubblica Ceca

I confini con Austria e Germania dovrebbero essere aperti entro il 15 giugno. Nessuna data annunciata per la riapertura delle frontiere per i viaggi non essenziali da parte dei cittadini del Regno Unito. L'aeroporto di Praga è aperto, con voli indiretti limitati verso il Regno Unito, solo per viaggi essenziali. Il transito è consentito con prova di residenza e viaggio successivo. Sono ammessi viaggi nazionali. Negozi, ristoranti all'aperto, bar, musei e altre istituzioni culturali sono aperti e sono ammessi eventi con un massimo di 100 persone. Alberghi, campi all'aperto e altri alloggi saranno aperti e i taxi riapriranno dal 25 maggio, quando anche le regole sull'uso delle maschere nei trasporti pubblici e nei negozi possono essere rilassate.

Danimarca

Il governo danese ha dichiarato che deciderà in merito al controllo delle frontiere e ai consigli di viaggio entro il 1 giugno. Gli aeroporti di Copenaghen e Billund sono aperti, con voli indiretti verso il Regno Unito. Attualmente, il transito è consentito solo alle persone con uno "scopo dignitoso", come le persone dei paesi vicini che ritornano a casa. Negozi, parchi e alcuni hotel sono aperti e il trasporto pubblico è in funzione. Ristoranti e bar dovrebbero essere aperti il ​​18 maggio. Le strutture sportive, i teatri e i cinema dovrebbero riaprire dopo l'8 giugno, quando saranno consentiti eventi o attività che coinvolgono 10 o più persone.

Estonia, Lettonia e Lituania

Attualmente, solo i turisti all'interno di questa "bolla di viaggio" dei paesi baltici possono transitare.

Finlândia

Nessuna data annunciata per la riapertura delle frontiere per i viaggi non essenziali da parte dei cittadini dell'UE. I voli operano tra la Finlandia e il Regno Unito e il transito è consentito. I negozi sono aperti e ristoranti, bar e istituzioni culturali devono aprire dal 1 giugno (a distanza sociale). Gli eventi con più di 50 persone saranno consentiti dal 1 ° giugno e gli incontri con più di 50 persone dal 31 luglio. Le stazioni sciistiche e molti hotel rimangono chiusi.

Francia

Frontiere che dovrebbero riaprire, inizialmente con Svizzera e Germania, dal 15 giugno. Nessuna data annunciata per la riapertura delle frontiere per i viaggi non essenziali da parte dei cittadini del Regno Unito. Il trasporto pubblico inizia a funzionare più frequentemente, le maschere sono obbligatorie.

Alcuni negozi sono stati riaperti, ristoranti e bar potrebbero riaprire il 2 giugno il più presto possibile. Le spiagge e alcuni parchi rimarranno chiusi almeno fino al 1 ° giugno, così come i musei più grandi. Un certificato sanitario attestante che il viaggiatore non ha un coronavirus sarà richiesto all'ingresso almeno fino a luglio (con un'alternativa di autoisolamento di 14 giorni).

Per i viaggi nazionali oltre i 100 km da casa è necessaria una dichiarazione di addebito (attestante il motivo del viaggio e la prova dell'indirizzo). P&O e DFDS offrono servizi di traghetto ridotti sulle rotte tra i canali. Alcuni voli sono in funzione. Eurostar offre un servizio limitato tra Parigi e Londra (i passeggeri devono indossare maschere). Per gli attraversamenti di veicoli, Eurotunnel Le Shuttle offre un servizio limitato.

Germania

Frontiere che dovrebbero riaprire, inizialmente per Svizzera, Francia e Austria, a partire dal 15 giugno. Voli limitati in esecuzione solo per viaggi essenziali. I negozi sono stati riaperti, i ristoranti dovrebbero riaprire il 15 maggio, gli hotel dovrebbero riaprire il 25 maggio e eventi importanti come i festival potrebbero tornare dopo agosto. I 16 stati hanno preso diversi percorsi di confinamento, con vari tipi e tempi di servizi aperti.

Grecia

Confini che riaprono per i turisti internazionali il 1 ° luglio. Alcuni voli internazionali indiretti) sono in funzione; i voli diretti con i paesi dell'UE dovrebbero riprendere il 1 ° giugno. Alcuni voli nazionali e traghetti che operano e viaggiano verso Evia e Creta dalla terraferma sono consentiti (tutte le altre isole sono ancora limitate).

Attualmente, tutti gli arrivi devono isolarsi per 14 giorni dopo l'arrivo. Le maschere sono obbligatorie nei negozi e sui trasporti pubblici. Durante tutto il mese di giugno, i centri commerciali, i ristoranti, i caffè, i cinema, gli hotel, i parchi di divertimento, i campi da gioco e le altre strutture sportive verranno aperti gradualmente. Trasporto pubblico e taxi in funzione (fino a due passeggeri per taxi). È improbabile che questa estate tornino a grandi raduni, tra cui festival ed eventi sportivi.

Ungheria

Le frontiere dovrebbero essere aperte con l'Austria il 15 giugno e potrebbero riaprire con l'Ungheria il 1 ° giugno. Sono in funzione voli limitati. A Budapest, negozi, parchi e aree esterne di bar e ristoranti sono aperti e in altri luoghi è anche possibile riaprire gli hotel. Le maschere sono obbligatorie nei negozi e quando si utilizzano mezzi pubblici e taxi in tutto il paese.

Islândia

Il governo spera di "iniziare ad allentare le restrizioni sugli arrivi internazionali entro il 15 giugno". (Le frontiere sono rimaste aperte ai paesi Schengen.) All'ingresso sarà richiesto un certificato sanitario, con un'alternanza di autoisolamento di 14 giorni. Gli arrivi devono anche scaricare l'applicazione di localizzazione del paese. Sono in funzione alcuni voli, tra cui Icelandair, nonché alcuni autobus e taxi. La distanza sociale di due metri è obbligatoria in tutti i luoghi pubblici, compresi hotel, ristoranti e negozi, ora aperti.

Irlanda

Alcuni voli e servizi di traghetto continuano a operare tra l'Irlanda e il Regno Unito, anche se tutti gli arrivi sono soggetti a 14 giorni di autoisolamento e sono tenuti a fornire i dettagli dell'alloggio in Irlanda.

I cittadini del Regno Unito saranno esentati dalla procedura di autoisolamento al loro ritorno a casa - una data di inizio e fine e se il transito attraverso l'Irlanda è consentito non è stata confermata. Il trasporto pubblico è limitato; i ristoranti e alcuni pub riapriranno il 29 giugno; hotel, musei e gallerie riapriranno il 20 luglio.

Italia

I confini dovrebbero riaprire ai turisti il ​​3 giugno. I parchi sono aperti e i ristoranti possono vendere cibo da asporto. Bar, ristoranti, negozi non essenziali e musei apriranno il 18 maggio. Alcuni hotel riapriranno a giugno, a seconda delle prenotazioni. Alcuni voli sono in funzione e un aeroporto è aperto per regione (Roma Ciampino e il Terminal XNUMX dell'aeroporto di Roma Fiumicino sono chiusi).

I treni funzionano con servizi ridotti, ma non vengono effettuati servizi internazionali. La Sicilia ha annunciato che sovvenzionerà i viaggi per i turisti nazionali e internazionali non appena sarà sicuro il ritorno.

Lussemburgo

I confini sono aperti con la Germania. Nessuna data annunciata per la riapertura delle frontiere per i viaggi non essenziali da parte dei cittadini dell'UE. Ristoranti, negozi e hotel dovrebbero riaprire dopo il 25 maggio, quando saranno ammessi anche sport all'aperto senza contatto. Le maschere sono obbligatorie nei supermercati e nei trasporti pubblici.

Malta

Nessuna data annunciata per la riapertura delle frontiere per viaggi o turisti non essenziali. L'aeroporto potrebbe riaprire a fine maggio. Attualmente, tutti gli arrivi devono isolarsi per 14 giorni. Maschere obbligatorie nei negozi e sui trasporti pubblici. Alcuni negozi non essenziali sono aperti; bar, ristoranti e hotel potrebbero essere aperti all'inizio di giugno.

Países Baixos

I confini sono turisti aperti dai paesi Schengen e viaggi essenziali. Alcuni voli operano con il Regno Unito: le compagnie aeree richiedono ai viaggiatori (compresi quelli in transito) di compilare una dichiarazione sanitaria. I negozi e alcuni hotel sono aperti.

Le maschere sono obbligatorie sui trasporti pubblici dal 1 ° giugno. Ristoranti e bar all'aperto dovrebbero essere aperti dal 1 ° giugno, così come teatri, sale da concerto, musei e cinema (a distanza sociale). I campeggi e i villaggi turistici sono aperti e le loro strutture comuni dovrebbero essere aperte il 1 ° luglio. Eventi, concerti e festival con più di 100 persone possono essere ammessi dopo il 1 settembre.

Norvegia

Nessuna data annunciata per la riapertura delle frontiere per i viaggi non essenziali per i cittadini dell'UE. Alcuni voli operanti con il Regno Unito e il transito consentito. Alcuni hotel, negozi e ristoranti sono aperti. Sono ammessi eventi organizzati con un massimo di 50 persone; pertanto, alcuni parchi, locali di musica, gallerie e altre istituzioni culturali sono aperti, altri dovrebbero riaprire dal 15 giugno.

Polonia

I confini saranno probabilmente aperti ai turisti internazionali dal 13 giugno. Le restrizioni sono gradualmente aumentate dal 4 maggio e ora è consentito viaggiare verso città, parchi nazionali e spiagge. I voli internazionali dovrebbero riprendere a funzionare il 23 maggio.

Attualmente, tutti gli arrivi devono isolarsi per 14 giorni. Gli hotel sono stati autorizzati ad aprire dal 4 maggio (senza restauro). I musei, le gallerie d'arte e i negozi rimanenti apriranno il 18 maggio. Schemi di city bike e alcuni mezzi pubblici in funzione. Maschere facciali obbligatorie in pubblico.

Portogallo

È probabile che i confini si aprano ai turisti internazionali nel 2020 e il consiglio del turismo ha affermato che "il ritorno del turismo non è lontano", sebbene non sia stata ancora annunciata una data. Alcuni voli operano tra Londra e Lisbona. L'indagine sulle misure varia a seconda della regione.

Il trasporto pubblico in tutto il paese opera con capacità ridotta, sebbene ci siano collegamenti ferroviari e di autobus con il centro di Lisbona nella maggior parte del paese e i taxi sono ancora in funzione. Ristoranti e bar in molte regioni potrebbero aprire il 18 maggio, con capacità limitata. Molti degli hotel in Algarve sono già aperti e le loro spiagge dovrebbero essere aperte a giugno. Non sono consentiti viaggi non essenziali a Madera e alle Azzorre, dove sono previsti test sanitari e l'autoisolamento obbligatorio di 14 giorni è ancora in vigore.

Romenia

Nessuna data annunciata per la riapertura delle frontiere per i viaggi non essenziali da parte di residenti in altri paesi. Hotel, alcuni negozi, musei e ristoranti dovrebbero aprire dal 15 maggio, quando riprenderanno anche alcuni voli diretti. Maschere per il viso obbligatorie in spazi pubblici chiusi e sui trasporti pubblici.

Slovacchia

Nessuna data annunciata per la riapertura delle frontiere per i viaggi non essenziali da parte dei residenti dei paesi vicini. Alcuni voli operativi e di transito sono consentiti con la prova del viaggio in poi. Alcuni negozi, mercati all'aperto, strutture sportive all'aperto per sport senza contatto, attrazioni turistiche all'aperto, aree esterne di bar e ristoranti, musei, gallerie e alloggi a breve e lungo termine senza ristorazione aperta. Taxi e alcuni mezzi pubblici in funzione. Le maschere in pubblico sono obbligatorie.

Slovenia

È probabile una riapertura graduale per i paesi vicini: il confine con l'Ungheria potrebbe aprirsi fino al 1 giugno. I voli sono limitati e attualmente tutti gli arrivi al di fuori dell'UE devono isolarsi per sette giorni e fornire la prova della sistemazione. I collegamenti ferroviari con l'Austria sono sospesi.

Negozi, gallerie, alcuni piccoli hotel e bar e ristoranti per aprire spazi all'aperto. Alcuni trasporti pubblici e taxi operano e sono obbligatori. Eventi importanti non saranno ammessi per qualche tempo, ma alcune attrazioni turistiche stanno riaprendo. L'arrampicata in montagna viene scoraggiata e i rifugi rimangono chiusi.

Spagna

Nessuna data annunciata per la riapertura delle frontiere per i viaggi non essenziali da parte dei cittadini dell'UE. Un processo di declassamento sta gradualmente riaprendo il paese per gradi fino alla fine di giugno (alcune misure variano a seconda della regione e delle isole). I voli sono molto limitati e sono solo per i viaggi essenziali. Attualmente, gli arrivi dovrebbero isolarsi per 14 giorni.

È consentito viaggiare in auto attraverso una provincia, ma non ancora tra diverse province del paese. A molti hotel è stato permesso di riaprire dall'11 maggio (tranne le aree comuni e i ristoranti), ma non tutti devono farlo entro i confini aperti al turismo nazionale e internazionale. Nelle regioni meno colpite, alcuni spazi all'aperto nei ristoranti e nei bar sono aperti, sebbene la maggior parte non sia completamente operativa fino a giugno.

I musei possono aprire con capacità limitata. Non sono ancora consentiti viaggi non essenziali dalla terraferma alle Isole Baleari e alle Isole Canarie, anche se queste sono probabilmente alcune delle prime regioni a migliorare ulteriormente le misure. In collaborazione con l'Organizzazione mondiale della sanità, le Isole Canarie saranno la prima destinazione al mondo a testare i certificati sanitari digitali quando apriranno ai turisti internazionali a luglio.

Svezia

I confini sono aperti ai cittadini dei paesi dell'UE (ma sono chiusi ai residenti di alcuni paesi al di fuori dell'UE fino almeno al 15 giugno). Voli limitati operanti tra Londra e Stoccolma. Poiché la Svezia non è mai stata in isolamento, sono aperti hotel, negozi, bar, ristoranti e alcuni musei. Sono ancora proibite riunioni di oltre 50 persone.

Svizzera

I valichi di frontiera da e verso Germania, Francia e Austria dovrebbero riaprire dal 15 giugno. Alberghi, negozi, mercati e ristoranti sono aperti. In situazioni in cui non è possibile mantenere la distanza, il governo raccomanda una maschera facciale. Sono ammessi sport all'aria aperta con un massimo di cinque persone. Teatri, musei, cinema, piscine, stazioni sciistiche, terme, servizi di montagna e altre attività ricreative che riprenderanno l'8 giugno. I principali eventi con più di mille persone possono essere ripresi dal 31 agosto.

Turchia

Nessuna data annunciata per la riapertura delle frontiere per viaggi o turisti non essenziali. I voli internazionali sono limitati, i voli nazionali rimangono sospesi e il viaggio tra le città è limitato. Hotel e ristoranti possono aprire dal 27 maggio. Le maschere per il viso sono obbligatorie nelle aree pubbliche.

Le misure variano da una provincia all'altra e possono cambiare a breve termine. Il coprifuoco si svolge dal 16 al 19 maggio, con regole diverse, a seconda dell'età, e gli orari di apertura del supermercato sono limitati.

Fonte: Custode // Crediti immagine: Aris Messinis / AFP / Getty Images

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i tuoi dati di feedback.