La Cina esorta gli Stati Uniti a smettere di "sopprimere" Huawei

Il ministero degli Esteri cinese ha detto sabato che gli Stati Uniti dovevano fermare la "repressione irrazionale" di compagnie cinesi come Huawei, e un giornale cinese ha affermato che il governo era pronto a vendicarsi contro Washington.

Venerdì l'amministrazione Trump ha deciso di bloccare la fornitura globale di chip alla società di apparecchiature per telecomunicazioni nella lista nera Huawei Technologies, suscitando timori di ritorsioni cinesi e aumentando le azioni dei produttori di chip americani.

La Cina difenderà fermamente i diritti legali delle sue società, ha dichiarato il Ministero degli Esteri in una dichiarazione in risposta alle domande di Reuters sul fatto che Pechino avrebbe adottato misure di ritorsione contro gli Stati Uniti.

Sabato il quotidiano Global Times of China ha citato una fonte vicina al governo cinese affermando che Pechino era pronta a prendere una serie di contromisure contro gli Stati Uniti, come mettere le compagnie americane in un "elenco di entità non attendibili" e imporre restrizioni a Aziende americane come Apple Inc, Cisco Systems Inc e Qualcomm Inc.

Il giornale, pubblicato dal People's Daily, il giornale ufficiale del Partito Comunista Cinese, afferma che la fonte menziona anche la sospensione dell'acquisto di aeromobili Boeing.

"La Cina adotterà vigorose contromisure per proteggere i propri diritti legittimi" se gli Stati Uniti avanzeranno con un piano per cambiare le regole e impedire ai fornitori di chip chiave, incluso il TSMC di Taiwan, di vendere chip a Huawei, secondo il Global Times. come dire.

Le tensioni tra le due maggiori economie del mondo sono aumentate nelle ultime settimane, con i funzionari di entrambe le parti che hanno suggerito che un accordo vinto duramente che neutralizzasse un'amara guerra commerciale di 18 mesi potesse essere abbandonato mesi dopo la sua firma a gennaio.

Oltre alla decisione di Huawei, il Consiglio federale degli investimenti per la pensione e la pensione degli Stati Uniti, che sovrintende a miliardi di dollari federali per la pensione, ha anche affermato che questa settimana rinvierebbe indefinitamente i piani di investimento in alcune società cinesi sotto esame a Washington.

Fonte: Reuters // Crediti immagine: REUTERS / Aly Song

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i tuoi dati di feedback.