PF indaga sulle minacce di Bolsonaro a Moro, i video e le testimonianze preoccupano Planalto

Le testimonianze dei 3 palati ministri militari di martedì (12) irrigidiscono ulteriormente il clima del governo, che è stato pesante sin dall'apertura dell'inchiesta che indaga accuse dell'ex ministro Sergio Moro a Jair Bolsonaro. La preoccupazione maggiore riguarda l'audizione di Augusto Heleno (Ufficio di sicurezza istituzionale), una delle poche voci che il presidente sente di solito.

La preoccupazione è così grande perché il generale avrebbe consigliato al presidente i limiti dei rapporti di intelligence della polizia federale a cui Moro ha accusato Bolsonaro di voler accedere. Poiché i testimoni non possono tacere sulle deposizioni in un'inchiesta della polizia, il generale dovrà presentare la sua versione delle accuse dell'ex ministro della giustizia.

Oltre a Heleno, saranno ascoltati i generali Walter Braga Netto e Luiz Eduardo Ramos: i 3 al Palácio do Planalto e, contemporaneamente, alle 15:XNUMX. L'idea di ascoltarli tutti allo stesso tempo è in modo che nessuno dei due sappia cosa l'altro abbia detto al PF e non possa, quindi, sottolineare ciò che sta per dire sulla testimonianza del collega.

Secondo Moro, tutti hanno partecipato alle conversazioni in cui Bolsonaro lo ha costretto a cambiare il comando del PF e la sovrintendenza della società a Rio. Questo, oltre al fatidico incontro del 22 aprile, il cui registrazione è stato consegnato alla STF (Corte Federale Suprema) lo scorso venerdì e verrà mostrato solo alla PGR (Procura Generale), AGU (Procura Generale), che difende il presidente, e Moro e i suoi avvocati questo martedì, a dalle 8 del mattino.

Si scopre che il generale Augusto Heleno, capo di Abin (agenzia di intelligence brasiliana), avrebbe avvertito l'agente che esiste un limite alle informazioni della polizia federale a cui avrebbe potuto avere accesso. Come vittima, ad esempio, potrebbe richiedere dati dalle indagini sull'attacco del coltello subito nel settembre 2018 da Adélio Bispo. Sarebbe comunque legittimo richiedere qualcosa che abbia toccato la sicurezza nazionale. Tuttavia, non ho potuto richiedere notizie su operazioni o indagini su terzi.

L'insistenza di Bolsonaro sull'accesso alle informazioni PF potrebbe significare un tentativo di interferire con la società, ma non è ancora chiaro fino a che punto costituisca un crimine. Questo è ciò che vogliamo chiarire con gli interrogatori.

Atmosfera tesa

Il clima di preoccupazione per le testimonianze è già iniziato questo lunedì (11). L'ex direttore generale della polizia federale Maurício Valeixo è stato ascoltato a Curitiba per quasi 6 ore.

Secondo fonti PF e interlocutori PGR, questo è stato considerato un esame essenziale per le indagini, poiché è possibile chiarire, ad esempio, come e per quanto tempo è stato sottoposto a pressioni per cambiare la Soprintendenza di Rio de Janeiro.

Bolsonaro collega lo scambio a Rio PF con la protezione della famiglia e degli amici

Secondo Moro, dichiarò di non aver servito il PF, anche a Curitiba, il 2 maggio, Bolsonaro disse che l'ex ministro aveva 27 sovrintendenze mentre il presidente ne voleva solo una, a Rio de Janeiro.

Il presidente Jair Bolsonaro ha collegato il cambiamento del sovrintendente della polizia federale di Rio Janeiro alla protezione della propria famiglia, in una riunione ministeriale registrata da Planalto il 22 aprile, secondo le persone che hanno avuto accesso alla registrazione.

Bolsonaro avrebbe sostenuto che i membri della famiglia fossero stati perseguitati.

Il presidente avrebbe detto che non poteva essere sorpreso dalle informazioni del PF e che avrebbe poi cambiato, se necessario, il comando del PF e persino il Ministro della Giustizia - a quel tempo, Sergio Moro.

Lo scambio della Soprintendenza di Rio è fondamentale per le indagini che implicano possibili interferenze da parte del presidente della società. Secondo l'ex ministro Sergio Moro, Bolsonaro stava cercando di interferire nella PF.

Dopo che Moro se ne fu andato, Bolsonaro riuscì a cambiare il comando PF a Rio.

Il nuovo direttore generale della PF, Rolando Souza, ha deciso di cambiare il capo della Soprintendenza della PF a Rio de Janeiro, un punto di interesse per la famiglia di Jair Bolsonaro, come rivelato nella colonna "Painel" del quotidiano "Folha de S.Paulo".

Carlos Henrique Oliveira, attuale capo del PF nello stato, è stato invitato a essere il direttore esecutivo, numero due nella gerarchia del corpo.

Ad Alvorada, Bolsonaro ha dichiarato di non avere parenti indagati dal PF. Ma, come mostra un rapporto di "Folha", il PF di Rio ha una serie di indagini e interessi che si scontrano con lui e la sua famiglia.

La preoccupazione per le indagini, l'ignoranza sui processi, la sindrome della persecuzione, i nemici politici e le notizie false sono alcuni dei punti principali elencati dalle persone ascoltate da "Folha" per cercare di svelare cosa c'è a Rio.

Dall'episodio che coinvolge un portiere del suo condominio in Barra da Tijuca, nelle indagini sull'omicidio di Marielle Franco (PSOL), Bolsonaro si è preoccupato ancora di più di Rio.

Il presidente ha anche suggerito che l'incidente faceva parte di un piano del governatore Wilson Witzel (PSC-RJ). Ex alleati, i due sono diventati nemici politici dalla fine dello scorso anno.

Il caso di "rachadinha" - quando il server del gabinetto restituisce una parte dello stipendio al parlamentare - dell'allora gabinetto di Flávio Bolsonaro nell'Assemblea di Rio non è con il PF, ma all'epoca l'agenzia stava indagando su personaggi comuni.

Nel settembre dello scorso anno, il Ministero Pubblico di Rio de Janeiro ha aperto due procedure per indagare sul consigliere Carlos Bolsonaro (PSC) per il sospetto dell'uso di lavoratori fantasma nel suo ufficio e la pratica del cracking.

Le informazioni sull'apertura del procedimento sono state pubblicate dalla rivista "Época" e confermate da "Folha".

Fonte: Epoca / Folha / OTempo / HuffPost // Crediti immagine: Andressa Anholete / Getty Images

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i tuoi dati di feedback.