L'OMS vede "risultati positivi" in numerosi trattamenti contro il coronavirus

L'Organizzazione mondiale della sanità ha dichiarato martedì che alcuni trattamenti sembrano limitare la gravità o la durata della malattia COVID-19 e che si concentra sull'apprendimento di più su quattro dei più promettenti.

L'OMS con sede a Ginevra sta conducendo un'iniziativa globale per sviluppare vaccini, test e farmaci sicuri ed efficaci per prevenire, diagnosticare e curare COVID-19. La malattia respiratoria ha già infettato 4,19 milioni di persone in tutto il mondo, secondo un rapporto Reuters.

"Abbiamo alcuni trattamenti che sembrano essere in studi molto precoci, limitando la gravità o la durata della malattia, ma non abbiamo nulla che possa uccidere o fermare il virus", ha detto la portavoce Margaret Harris in un briefing, riferendosi al chiamato prova di solidarietà di farmaci contro la malattia.

"Abbiamo dati potenzialmente positivi rilasciati, ma dobbiamo vedere più dati per essere sicuri al 100% di poter dire questo trattamento al riguardo", ha aggiunto, affermando che erano necessarie e pianificate ulteriori ricerche.

Remdesivir

Harris non ha nominato i trattamenti. Gilead Science Inc afferma che il rilascio del farmaco antivirale ha contribuito a migliorare i risultati dei pazienti con COVID-19.

I dati clinici rilasciati il ​​mese scorso su remdesivir hanno suscitato speranze che si tratterà di un trattamento efficace. Diversi studi che esaminano combinazioni di farmaci antivirali hanno anche suggerito che possono aiutare i pazienti a combattere il virus.

Interferone / Lopavir / Ribavirina

I risultati di uno studio di Hong Kong pubblicato questo mese hanno mostrato che una tripla combinazione di farmaci antivirali ha contribuito ad alleviare i sintomi nei pazienti con infezione da COVID-19 da lieve a moderata e ha ridotto rapidamente la quantità di virus nei loro corpi.

Lo studio, che ha coinvolto 127 pazienti, rispetto a quelli che hanno ricevuto il farmaco combinato, composto dal farmaco HIV lopinavir-ritonavir, dal farmaco per l'epatite ribavirina e dal trattamento con sclerosi multipla da interferone beta, con un gruppo di controllo che ha ricevuto solo il farmaco per l'HIV .

Hydroxycholine

Un trattamento per la malaria, sostenuto dal presidente degli Stati Uniti Donald Trump, come un "punto di svolta" nella lotta contro il coronavirus, non ha ancora mostrato alcun beneficio nei pazienti ricoverati in ospedale con COVID-19, secondo uno studio condotto questo mese.

Sebbene lo studio abbia alcune limitazioni, i medici hanno riferito che l'uso di idrossicololochina non ha diminuito la necessità di pazienti che necessitavano di assistenza respiratoria o il rischio di morte.

A Ginevra, il funzionario dell'OMS era cauto sulle aspettative di un vaccino, affermando che i coronavirus in generale sono "virus molto complicati" e "difficili da produrre vaccini".

Diverse opzioni

Più di 100 potenziali vaccini contro COVID-19 sono in fase di sviluppo, inclusi alcuni negli studi clinici. Ad aprile l'OMS ha affermato che un vaccino richiederebbe almeno 12 mesi.

Harris ha affermato che le Americhe sono l'attuale "centro" della pandemia, anche se ha visto casi crescenti in Africa. Tuttavia, ha affermato che il continente ha un "grande vantaggio" rispetto ad altri paesi con poca esperienza nello scoppio di malattie infettive.

"Di solito hanno un'infrastruttura di tracciamento dei contatti molto buona e una memoria profonda e profonda, e capiscono perché prendiamo molto sul serio un nuovo agente patogeno", ha detto, sottolineando il Sudafrica per i suoi test e il monitoraggio. di contatti efficaci.

Alla domanda sui motivi di un elevato carico di casi negli Stati Uniti e in Brasile, Harris ha dichiarato: "In tutto il mondo, abbiamo visto che gli avvertimenti che abbiamo emesso sin dall'inizio, molto, molto presto, non sono stati visti come avvertimenti su gravi malattie letali" .

Ha ribadito che l'OMS, che è stata criticata principalmente dagli Stati Uniti per aver affrontato la pandemia, avrebbe condotto una revisione "post-azione" che avrebbe incluso una discussione "schietta e schietta" delle sue prestazioni.

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump sta lavorando per riaprire rapidamente l'economia contro le raccomandazioni degli esperti di salute al fine di agire con cautela per prevenire la ripresa del virus che ha finora ucciso più di 80.000 persone negli Stati Uniti, il numero più grande di morti nel mondo. Ha detto che ha agito presto per prevenire la diffusione della malattia.

Il Brasile ha registrato un totale di 168.331 casi confermati di virus e 11.519 morti, l'epidemia più mortale in un paese emergente.

Fonte: Reuters // Crediti immagine: REUTERS / Denis Balibouse

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i tuoi dati di feedback.