I ciclisti sloveni protestano contro il governo

Migliaia di ciclisti sono scesi in piazza nel centro della capitale slovena, Lubiana, venerdì sera per protestare contro il governo del Primo Ministro Janez Jansa e le restrizioni imposte per combattere il coronavirus.

I ciclisti hanno suonato le corna e hanno gridato "ladri, ladri" dopo le accuse di corruzione del governo nell'acquisto di maschere e fan segnalate da TV Slovenia il mese scorso.

Il governo ha negato qualsiasi illecito.

Il governo di centrodestra ha assunto la direzione dopo le dimissioni del precedente governo di centrosinistra per mancanza di sufficiente sostegno in parlamento.

La protesta, organizzata da gruppi della società civile, è stata la più grande nelle ultime settimane. I ciclisti hanno tenuto una manifestazione minore a Maribor, la seconda città della Slovenia, venerdì.

I ciclisti portavano bandiere slovene e tenevano striscioni che dicevano "Aumenta i salari dei lavoratori", "Attenzione, il governo sta cadendo" e "Più forti insieme". La maggior parte indossava maschere.

“Voglio che questo governo vada. Ci stanno portando via il nostro futuro ”, ha detto una giovane manifestante che ha rifiutato di darle il nome per paura di essere multata per aver violato le regole contro le riunioni pubbliche durante l'epidemia.

La polizia ha circondato il parlamento mentre un elicottero della polizia sorvolava i manifestanti.

"Chiediamo alle persone di rispettare i decreti che mirano a proteggere la salute pubblica", ha detto la polizia. Non hanno fornito una stima immediata del numero di manifestanti, ma non hanno segnalato violenza.

La Slovenia ha imposto un blocco completo a metà marzo. Ad oggi, sono stati confermati 1.450 casi di coronavirus e 100 decessi.

Il governo ha iniziato a revocare le restrizioni il 20 aprile, quando i centri di servizio auto e alcuni negozi sono stati riaperti, mentre da lunedì a bar e ristoranti è stato permesso di servire cibo all'aperto.

La prossima settimana, il trasporto pubblico riprenderà gradualmente e alcuni studenti torneranno a scuola il 18 maggio.

Le persone dovrebbero comunque indossare maschere in luoghi pubblici chiusi e trovarsi ad almeno 1,5 metri di distanza in qualsiasi spazio pubblico. Il governo ha stanziato 3 miliardi di euro (3,25 miliardi di dollari) per aiutare i cittadini e le imprese colpite dal coronavirus.

L'economia slovena dovrebbe contrarre circa l'8% quest'anno, anche se il calo potrebbe superare il 15% se le misure di blocco durano più a lungo del previsto, secondo l'istituto macroeconomico UMAR del governo.

Fonte: Reuters // Crediti immagine: Reuters / Borut Zivulovic

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i tuoi dati di feedback.