La Casa Bianca non creerà un altro stimolo economico a maggio

La Casa Bianca ha interrotto i negoziati con il Congresso su qualsiasi pacchetto aggiuntivo di stimolo al coronavirus in attesa di ulteriori informazioni su come le riaperture dello stato degli Stati Uniti influenzano l'economia. Venerdì.

Il Senato e la Camera dei rappresentanti hanno già approvato quattro importanti progetti di legge per far fronte al nuovo focolaio di coronavirus, di cui tre che mirano a stabilizzare l'economia poiché la maggior parte degli americani si è rifugiata e la disoccupazione è aumentata.

I democratici, che controllano la Camera, stanno spingendo per un voto già dalla prossima settimana su un altro massiccio progetto di soccorso al coronavirus che includerebbe più denaro per i governi statali e locali, i test del coronavirus e il servizio postale degli Stati Uniti.

Hanno anche discusso con i repubblicani la supervisione dei trilioni di dollari erogati dal governo federale in risposta alla crisi, con i repubblicani che accusano il presidente della Camera dei Democratici Nancy Pelosi di creare un sottocomitato sulla crisi per attaccare il presidente Donald. Briscola. corre per la rielezione a novembre.

Il panel ha intrapreso la sua prima azione ufficiale venerdì, inviando lettere che chiedono che le grandi aziende pubbliche restituiscano immediatamente i fondi dei contribuenti ricevuti con conti di salvataggio, destinati alle piccole imprese.

Kudlow, direttore del Consiglio economico nazionale, ha detto ai giornalisti che i negoziati formali con il Congresso si sono interrotti a maggio.

"Bene, abbiamo appena fatto un'altra grande infusione", ha detto Kudlow riguardo al motivo di una pausa nei negoziati.

In un'intervista con Bloomberg Television, ha affermato che l'amministrazione Trump sta preparando piani di emergenza per una seconda ondata di potenziali casi di COVID-19, la malattia respiratoria causata dal nuovo coronavirus, compresi ulteriori arresti.

Funzionari della sanità pubblica hanno messo in guardia contro una ripresa rapida e diffusa dell'attività economica, affermando che ciò potrebbe portare a un secondo picco di infezioni. Il virus ha ucciso quasi 76.000 americani, con oltre 1,26 milioni di casi confermati, secondo un conteggio.

L'economia americana ha perso ben 20,5 milioni di posti di lavoro ad aprile, quando il tasso di disoccupazione è salito al 14,7%, secondo quanto riferito oggi dal Dipartimento del Lavoro.

"Nessuno può guardare il rapporto di lavoro di oggi, la più grande disoccupazione dalla Grande Depressione, e dire che dovremmo premere il pulsante di pausa per le nuove azioni del governo", ha dichiarato il leader democratico del Senato Chuck Schumer in una nota. "Ora abbiamo bisogno di un approccio grande e audace per sostenere i lavoratori e le famiglie americane".

Fonte: Reuters // Crediti immagine: Shaw Thew tramite REUTERS

0 0 voto
Articolo di valutazione
Sottoscrivi
Notifica
ospite

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i tuoi dati di feedback.

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti