L'UE sostiene la censura dell'articolo di giornale cinese

Funzionari dell'UE hanno appoggiato la decisione di accettare la censura cinese di una lettera pubblicata su un giornale cinese. Una frase che si riferiva alla Cina come fonte dell'epidemia di coronavirus è stata rimossa prima della pubblicazione.

L'Unione europea ha difeso giovedì la sua decisione di approvare la censura cinese di una lettera co-scritta dai 27 ambasciatori del blocco, prima della sua pubblicazione sui media cinesi.

L'articolo è stato pubblicato sul quotidiano cinese Daily China martedì, ma una frase che collega la fonte iniziale dell'epidemia di coronavirus alla Cina è stata rimossa.

L'UE ha sollevato "preoccupazioni molto serie" sulla richiesta di censura dell'articolo. Ma è d'accordo con la pubblicazione in quanto significa che il blocco potrebbe comunicare con il pubblico cinese su altre importanti questioni dell'UE come i cambiamenti climatici, i diritti umani e la risposta a una pandemia, ha detto la portavoce degli affari esteri dell'UE Virginie Battu -Henriksson, Bruxelles.

“La Cina ha media controllati dallo stato. C'è censura, questo è un dato di fatto ", ha detto Battu-Henriksson. L'UE, tuttavia, si rammarica che l'articolo non sia stato pubblicato integralmente, ha aggiunto.

La censura segna l'anniversario delle relazioni UE-Cina

Gli ambasciatori dell'UE hanno presentato il parere in occasione del 45 ° anniversario delle relazioni diplomatiche tra UE e Cina. La versione completa è apparsa sui siti Web delle ambasciate dell'UE in Cina.

Un confronto tra questi e gli articoli pubblicati sul China Daily ha mostrato che, all'inizio della frase: "Ma l'epidemia di coronavirus", le seguenti parole - "in Cina, e la sua successiva diffusione nel resto del mondo negli ultimi tre mesi" - sono stati rimossi nella versione di giornale cinese.

Il servizio di azione esterna dell'UE ha confermato che sono state apportate modifiche dopo le notizie dei media di mercoledì.

"Scioccato" dalla misura

Il politico conservatore tedesco Norbert Roettgen ha dichiarato di essere "scioccato" dal fatto che l'UE abbia permesso alla censura di continuare.

"Parlare con una sola voce è importante, ma dovrebbe riflettere i nostri valori e interessi europei condivisi", ha twittato giovedì.

Ma il portavoce capo della Commissione europea Eric Mamer non è stato d'accordo. Ha detto che la decisione di procedere con la pubblicazione dell'articolo "non significa che consideriamo accettabile la censura".

La Cina è stata criticata dall'UE e dagli Stati Uniti per la mancanza di trasparenza sulla pandemia di coronavirus del paese. Tuttavia, l'UE è stata recentemente costretta a negare le notizie che ha ceduto alla pressione cinese e ha mitigato una relazione sulla disinformazione del coronavirus.

Fonte: AFP / DW // Crediti immagine: DPA / M. Reynolds

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i tuoi dati di feedback.