Gli scienziati hanno rilevato Covid-19 nel seme di uomini infetti

Ricercatori cinesi che hanno testato lo sperma di uomini infetti da Covid-19 hanno scoperto che una minoranza aveva il nuovo coronavirus nel loro seme, aprendo una piccola possibilità che la malattia fosse trasmessa sessualmente, hanno detto gli scienziati.

Uno studio condotto da medici dell'ospedale municipale di Shangqiu, in Cina, con 38 uomini ricoverati in ospedale con la malattia, ha scoperto che sei di loro (16%) si sono dimostrati positivi per Sars-CoV-2 nel loro seme.

I ricercatori hanno affermato che mentre i risultati sono preliminari e basati solo su un piccolo numero di uomini infetti, sono necessarie ulteriori ricerche per vedere se la trasmissione sessuale può avere un ruolo nella pandemia di Covid-19.

"Sono necessari ulteriori studi per quanto riguarda le informazioni dettagliate sulla fuoriuscita di virus, il tempo di sopravvivenza e la concentrazione di sperma", ha scritto il team in uno studio pubblicato sul Journal of American Medical Association.

"Se è possibile dimostrare che Sars-CoV-2 può essere trasmesso sessualmente ... [questo] può essere una parte critica della prevenzione", hanno detto, "soprattutto considerando il fatto che Sars-CoV-2 è stato rilevato nel seme di pazienti in recupero ”.

Esperti indipendenti hanno affermato che i risultati sono interessanti, ma dovrebbero essere considerati con cautela e nel contesto di altri piccoli studi che non hanno trovato il nuovo coronavirus nello sperma.

Un piccolo studio precedente su 12 pazienti Covid-19 in Cina a febbraio e marzo ha scoperto che tutti i test erano negativi per Sars-CoV-2 in campioni di sperma.

Allan Pacey, professore di andrologia presso l'Università di Sheffield, nel Regno Unito, ha affermato che gli studi non dovrebbero essere considerati conclusivi, poiché ci sono state difficoltà tecniche nel testare il seme per i virus. Ha detto che la presenza di Sars-CoV-2 nello sperma non mostra se è attiva e in grado di causare infezione.

"Tuttavia, non dovremmo essere sorpresi se il virus che causa Covid-19 si trova nel seme di alcuni uomini, come è stato dimostrato con molti altri virus, come Ebola e Zika", ha detto.

Sheena Lewis, professore di medicina riproduttiva alla Queen's University di Belfast, ha sottolineato che si tratta di uno "studio molto piccolo" e ha affermato che i suoi risultati sono in linea con altri piccoli studi che mostrano Sars-CoV-2 basso o nullo nei test sui campioni di sperma .

"Tuttavia, gli effetti a lungo termine di Sars-CoV-2 sulla riproduzione maschile non sono ancora noti", ha detto.

Fonte: Custode // Crediti immagine: Alissa Eckert / Centri per il controllo delle malattie / AFP via Getty

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i tuoi dati di feedback.