Wall Street: settore tecnologico in aumento, settori finanziari in perdita

S&P 500 e Dow sono caduti mercoledì, con investimenti in calo da parte di gruppi finanziari e difensivi e compensando i guadagni in azioni di società tecnologiche e con dati che mostrano che i datori di lavoro privati ​​statunitensi hanno licenziato 20 milioni di lavoratori in aprile, evidenziando le conseguenze costi dell'epidemia di coronavirus.

Il Nasdaq, che è ricco di tecnologia, è diventato rialzista, anche se gli indici sono scesi alla fine della sessione, soprattutto dopo che il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha affermato che la Cina potrebbe o meno mantenere un accordo commerciale tra i due paesi.

La finanza e altri gruppi ciclici, che generalmente hanno sovraperformato quando migliorano le prospettive economiche, sono diminuiti. Solo due dei primi 11 settori S&P sono risultati positivi, con una leadership tecnologica.

Lo stock ha registrato un netto rimbalzo dalla fine di marzo a causa della liquidazione causata dal coronavirus, aiutato da un importante stimolo monetario e fiscale.

"Abbiamo a che fare con una manifestazione molto fragile", ha dichiarato Michael Purves, direttore esecutivo di Tallbacken Capital Advisors. "Vendere alla chiusura non ti fa stare bene."

Il Dow Jones Industrial Average .DJI è sceso di 218,45 punti, ovvero lo 0,91%, a 23.664,64, l'S & P 500 .SPX ha perso 20,02 punti, o lo 0,70%, a 2.848,42 e il Nasdaq Composite. IXIC ha aggiunto 45,27 punti, o 0,51%, a 8.854,39.

I datori di lavoro privati ​​statunitensi hanno messo a segno un record di 20,236 milioni di lavoratori in aprile, con la chiusura obbligatoria delle imprese in risposta al nuovo focolaio di coronavirus che ha devastato l'economia.

Il rapporto più completo del Dipartimento del Lavoro per aprile dovrebbe essere rilasciato venerdì.

"Una cosa è parlare di enormi perdite di posti di lavoro ... ma vedere tutto in un unico posto, penso che sia stata una ragione per una pausa", ha dichiarato Willie Delwiche, stratega degli investimenti presso Baird a Milwaukee.

Ora, gli investitori stanno osservando gli sforzi di diversi stati per stimolare le loro economie, allentando le restrizioni imposte per combattere l'epidemia.

“Gli stati possono dichiararsi aperti come vogliono. Se le persone non si sentono a proprio agio a uscire di casa, non faranno nulla ", ha detto Delwiche. "Le prove della ripresa delle attività sono importanti quanto gli stati che si dichiarano aperti".

Nelle notizie dell'azienda, la General Motors è cresciuta del 3,0% dopo che la casa automobilistica ha superato le aspettative di profitto del primo trimestre e ha delineato i piani per un riavvio del 18 maggio della maggior parte dei suoi impianti nordamericani.

Le azioni di Occidental Petroleum Corp sono diminuite del 12,5% dopo che la società ha dichiarato di voler aumentare la liquidità o scambiare debito con le azioni, il giorno dopo aver registrato una grave perdita nel primo trimestre.

Le emissioni in calo hanno superato le azioni positive del NYSE di 2,31 a 1; a Nasdaq, un rapporto 1,42 a 1 ha favorito il calo.

L'S & P 500 ha registrato sei nuovi massimi di 52 settimane e due nuovi minimi; il Nasdaq Composite ha registrato 56 nuovi massimi e 23 nuovi minimi.

Circa 9,7 miliardi di azioni hanno cambiato le mani sulle borse degli Stati Uniti, rispetto alla media giornaliera di 11,8 miliardi nelle ultime 20 sessioni.

Fonte: Reuters // Crediti immagine: REUTERS / Jeenah Moon

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i tuoi dati di feedback.