Intervista esclusiva con il Gran Maestro João Rezende, cintura rossa 9 ° grado di Jiu-Jítsu

GM Rezende è una cintura rossa di 9 ° grado dal 2007 e ha una lunga storia nell'arte soft con i suoi insegnamenti e il supporto per i suoi atleti. (Crediti | Cortesia: collezione personale GM João Rezende | Divulgazione).

Oggi faremo una chiacchierata con il Gran Maestro João Rezende de Souza Filho, un seguace del Gran Maestro Oswaldo Baptista Fadda e uno dei pionieri di Jiu-Jítsu e Judo nella regione di Ilhabela *, nonché in molte regioni del Brasile.
Il Grandmaster João Rezende è originario della città di Muriqui, nello stato di Rio de Janeiro, ed è una cintura rossa di 9 ° grado nominata dal FJJRio dal 2007.
Uno dei principali GM nella storia di Jiu-Jitsu, il Gran Maestro Rezende ha una vita di contributo alla Smooth Art.
Nel corso della sua carriera sportiva, il Gran Maestro Rezende ha allenato più di 500 atleti in cintura nera, sempre con lo stesso obiettivo: formare i cittadini attraverso lo sport, più precisamente attraverso il Jiu-Jitsu.
È il fondatore, professore e maestro del team PREV Jiu-Jitsu.

Guarda l'intervista esclusiva qui sotto:

1) Maestro, da quanti anni pratichi arti marziali e quali sono state le tue arti originali?

Gran Maestro João Rezende: Ho iniziato all'età di 7 anni per praticare il Judo con Mestre Ricardo Andrade e Jiu-Jítsu con Mestre Olandi Pinto Tavares, il 'Faxada', responsabile anche dell'accademia di polizia sotto la supervisione di GM Osvaldo Fadda. Ho praticato arti marziali per settant'anni e ora ho settantasette anni.

2) Com'è stata la tua esperienza di vita con il Gran Maestro Fadda? Raccontaci un po 'della tua migrazione all'Accademia Matriz Fadda.

Gran Maestro João Rezende: Avevo circa dieci anni, mi stavo già allenando sotto la guida di GM Osvaldo Fadda e i miei precedenti titoli erano stati riconosciuti da lui. Un giorno, il mio insegnante - all'epoca GM Olandi Pinto Tavares - arrivò e mi trasferì all'Accademia di Fadda a causa delle difficoltà di mobilità che dovevo formare Judo e Jiu-Jitsu in diverse accademie. Mi ha trasferito al quartier generale in modo che potessi allenarmi in una palestra e anche avere una relazione quotidiana con GM Osvaldo Fadda.

3) Raccontaci qualcosa della tua vita da bambino e cosa ti ha portato a praticare le arti marziali?

Gran Maestro João Rezende: Sin da quando ero piccolo ero un ragazzo attivo in una famiglia di quattordici fratelli. Ho sempre dovuto difendermi, perché il pestaggio ha mangiato tra i ragazzi, (hahaha), "istinto di sopravvivenza", credo. Credo che l'interesse fosse naturale. Una volta, a 14 anni, ricordo che era il mio ultimo combattimento con un fratello, ero in ottima forma fisica, mi allenavo ogni giorno. Mio fratello, per una banale ragione, come la maggior parte delle lotte di adolescenti e giovani è venuto ad attaccarmi e per il semplice fatto della mia evasione e proiezione si è tagliato alla finestra della casa, persino dando alla polizia (ride). Da quel momento in poi, le mie tecniche sono state dimostrate solo sul ring e in difesa lontano da casa.

4) Nonostante sia un Fadda, sappiamo che ha un ottimo rapporto con i membri della famiglia Gracie. Raccontaci un po 'di questo fatto.

Grande maestro João Rezende: in primo luogo, per me, l'arte marziale è stata creata per l'unione e per l'evoluzione dell'essere umano. Non ho, né ho mai avuto, perché avere qualcosa contro di loro, che al contrario sono grandi amici che ho. Ad esempio: Adoro Robson - "GM Carlos Robson Gracie, Presidente di FJJRio" - Ho avuto un'esperienza di allenamento con i grandi amici Rolker, Royler e Rickson, persone di cui amo molto, come ho avuto anche esperienza in eventi del mio tempo con Carlson e Elio, tra gli altri.

5) Sappiamo che hai partecipato a entrambe le competizioni di Jiu-Jítsu, Vale Tudo, Luta Livre e Judo, nonché in "Telecatch". Parlaci un po 'di questo.

Grandmaster João Rezende: Ci sono ... Abbiamo vissuto in un'epoca in cui lo sport doveva essere promosso e mostrato al paese e competere in quei tempi non era facile, perché "tutto valeva la pena", l'aggressività era molto forte e non era sempre possibile fare uno spettacolo 'come concorsi. Da lì è nata l'idea del "Telecatch", perché oltre a mostrare le tecniche, ognuna aveva un personaggio. Il mio era il "cazzo coraggioso".

6) Quale sport ti è piaciuto giocare di più?

Grandmaster João Rezende: All'inizio mi piaceva molto il Judo, ma dopo che il tempo è passato e le regole del Judo sono diventate sempre più limitate, mi sono unito a Jiu-Jítsu e Vale Tudo.

7) Parla del Jiu-Jítsu contro la rivalità. Wrestling.

Grandmaster João Rezende: Non direi rivalità, poiché ciò denoterebbe un'ostilità, che non è realistica, poiché gli sport di arti marziali cercano gli stessi obiettivi, un corpo e una mente sani. Il desiderio di dominare gli altri non fa parte della filosofia del Jiu-Jitsu. La violenza e l'intenzione di infliggere danni a chiunque, non viene mai fatta da membri legittimi del nostro gruppo, anche quando ci sono tensioni estreme, poiché questo non è ciò che viene insegnato nelle accademie. I combattenti con una propensione alla violenza, all'omofobia, alla misoginia, vengono rimproverati o espulsi dalla nostra convivenza. Non vi è alcun incentivo per questo comportamento.

8) Raccontaci un po 'di più della tua routine durante la tua infanzia all'Academia Fadda.

Gran Maestro João Rezende: Ogni giorno camminavo per circa 15 km fino al Bangu Atlético Clube, un luogo in cui ci allenavamo all'epoca, in cui allenavamo la parte fisica e la parte tecnica, e nella parte fisica ci allenavamo molto insieme a Squadra di calcio, oltre a Jiu-Jitsu.

9) Raccontaci di alcuni dei tuoi successi come Maestro di Jiu-Jitsu, cinture nere addestrate, numero di studenti che hanno attraversato la tua squadra, premi e così via.

Grandmaster João Rezende: Innanzi tutto, il mio più grande onore è stato quello di aver addestrato grandi uomini in diverse aree della vita, dato che Jiu-Jitsu e l'arte marziale nel suo insieme erano stati creati per questo. Successivamente, ho avuto più di 5 studenti che mi hanno superato in quegli anni, oltre a oltre cinquecento cinture nere e onore come l'unico a Jiu-Jitsu ad aver portato la torcia olimpica. Ho ricevuto la lode onoraria dal colonnello Telhada con GM Otávio de Almeida.

10) Nomina alcune cinture nere che hanno attraversato la tua palestra, solo alcune che ricordi in quel momento.

Gran Maestro João Rezende: Roberto Penedo de Almeida, Vitor de Paula Souza, Eslim Viana, Giliard Xavier dos Santos, Pablo Rangel, Eber Pires, Fernando Rodrigues Mendes, Daniel Alves de Lucena, Thiago Gaia, Fabricio Medeiros, Ricardo Egídio, Alex Nogueira, Henrique 'Macarrão', Edson Silva, Renato Costa.

11) Quali sono stati alcuni dei principali combattenti che hai visto nella tua vita?

Grandmaster João Rezende: Pedro Hemetério, Shiaki Uchi, Aurélio Miguel, Marco Ruas, Rickson Gracie, Ivan Gomes, Carlson Gracie.

12) Per terminare la nostra chat, qual è la tua missione di vita?

Gran Maestro João Rezende: Mi piace dimostrare che tutte le persone sono capaci, questa è la missione. Mi piace insegnare il rispetto e che siamo tutti uguali e possiamo arrivare dove vogliamo.

* NOTA .: * Ilhabela è uno dei pochi comuni - arcipelaghi marini brasiliani e si trova sull'asse São Paulo-Rio, vicino a città come São Sebastião, Caraguatatuba e Ubatuba (sulla costa settentrionale del SP), e Paraty, Angra dos Reis e Ilha Grande (a Rio de Janeiro). 210 km dalla capitale di San Paolo e 440 km dalla città di Rio de Janeiro, ci sono diversi modi per raggiungere l'isola.

* Intervista rilasciata al collaboratore Oriosvaldo Costa su 03 / 05 / 2020 | Connessione Giappone

GM Rezende riceve un omaggio da Daniel Lucena durante la 2a edizione dell'Incontro dei Maestri e degli Insegnanti (a Santa Isabel, interno di San Paolo), insieme al direttore del Master Magazine, Fábio Bueno, tra gli altri. (Crediti | Cortesia: collezione personale GM João Rezende | Master Magazine | (C) Bueno Editora).

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i tuoi dati di feedback.