Stati Uniti: i casi Covid-19 superano i 100.000, con carenza di farmaci e attrezzature

Medici e infermieri in prima linea nella crisi del coronavirus negli Stati Uniti hanno chiesto venerdì ulteriori attrezzature e dispositivi di protezione per curare ondate di pazienti che devono sopraffare gli ospedali, poiché il numero di infezioni conosciute negli Stati Uniti supera i 100.000, con più 1.600 morti.

I medici hanno attirato particolare attenzione sulla necessità disperata di ulteriori ventilatori, macchine che aiutano i pazienti a respirare e che sono ampiamente necessarie per coloro che soffrono di COVID-19, la malattia respiratoria causata dal nuovo coronavirus altamente contagioso.

Anche gli ospedali di New York, New Orleans, Detroit e altri focolai di virus hanno fatto scattare allarmi sulla scarsità di farmaci, forniture mediche e personale addestrato, mentre il numero di casi confermati negli Stati Uniti è aumentato di 15.000 venerdì a poco più di 100.000.

Questo è leggermente diminuito rispetto agli oltre 16.000 nuovi casi segnalati giovedì, il più grande aumento di un giorno negli Stati Uniti fino ad oggi, ma ha mantenuto gli Stati Uniti come leader mondiale nel numero di infezioni conosciute, avendo superato Cina e Italia giovedì

"Siamo spaventati", ha dichiarato Arabia Mollette del Brookdale University Hospital and Medical Center di Brooklyn. "Stiamo cercando di lottare per la vita di tutti gli altri, ma stiamo anche combattendo per le nostre vite, perché siamo anche a maggior rischio di esposizione".

Gli Stati Uniti sono al sesto posto nel bilancio delle vittime tra i paesi più colpiti, con almeno 1.605 vite perse giovedì notte, segnando la prima volta che il paese ha registrato più di 300 morti in un solo giorno, secondo una registrazione Reuters di dati ufficiali. In tutto il mondo, i casi confermati sono aumentati di oltre 576.000, con 26.455 morti, secondo il Centro risorse Coronavirus Johns Hopkins.

Anche con il costante aumento del numero di pazienti ospedalieri, la scarsità di forniture mediche essenziali era abbondante.

Un medico del pronto soccorso in Michigan, un epicentro che emerge dalla pandemia, ha detto che avrebbe indossato una maschera di carta per tutto il turno a causa di una carenza e che gli ospedali nella zona di Detroit sarebbero presto stati senza fan.

"Abbiamo sistemi ospedalieri qui a Detroit, nel Michigan, che si stanno avvicinando alla fine della loro fornitura di ventilatori e devono iniziare a dire alle famiglie che non possono salvare i loro cari perché non hanno abbastanza attrezzature", ha spiegato il medico. , Dr. Rob Davidson, ha detto in un video pubblicato su Twitter.

Poteri di emergenza

Venerdì il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha invocato i poteri di emergenza per chiedere che il General Motors iniziasse a costruire fan dopo aver accusato la più grande casa automobilistica americana di "perdere tempo" durante i negoziati.

In precedenza aveva resistito alle crescenti richieste di invocare il Defense Production Act, uno statuto dell'era della guerra di Corea che conferiva al presidente ampi poteri di acquisto nelle emergenze nazionali, cercando di costringere i produttori ad agire volontariamente.

Sophia Thomas, un'infermiera del DePaul Community Health Center di New Orleans, dove le celebrazioni del Mardi Gras alla fine del mese scorso hanno alimentato un focolaio locale nella più grande città della Louisiana, ha affermato che il numero di pazienti affetti da coronavirus "è stato impressionante".

"Siamo davvero un focolaio COVID-19 qui a New Orleans", ha detto, aggiungendo che il suo ospedale stava cercando di far fronte in parte trasferendo alcuni pazienti ai servizi di "teleassistenza" che permettevano loro di essere valutati a casa.

I medici dell'area di New York affermano che dovevano riciclare alcuni dispositivi di protezione o andare al mercato nero.

Il Dr. Alexander Salerno di Salerno Medical Associates, uno studio generale con uffici nel nord del New Jersey, ha descritto di aver attraversato un "broker" per pagare $ 17.000 per maschere e altri dispositivi di protezione che avrebbero dovuto costare circa $ 2.500 e raccoglierli in un magazzino abbandonato.

“Non ottieni nomi. Hai solo numeri di telefono per inviare messaggi di testo ", ha detto Salerno. “E poi sei d'accordo su un termine. Trasferisci i soldi su un conto bancario. Ti danno tempo e un indirizzo per arrivare.

Gli infermieri del Mount Sinai Hospital di New York hanno dichiarato di bloccare o nascondere maschere respiratorie N-95, maschere chirurgiche e altre forniture che sono soggette a furto, se lasciate incustodite.

"Le maschere scompaiono", ha detto l'infermiera Diana Torres. "Abbiamo nascosto tutto nei cassetti davanti alla stazione di cura".

Supporto economico

Dopo giorni di conflitto, il Congresso degli Stati Uniti ha approvato venerdì un pacchetto di aiuti da $ 2,2 trilioni, inviando il conto a Trump, che ha prontamente firmato la legge.

Oltre ad aiutare gli ospedali, il pacchetto invierà denaro ad aziende e lavoratori disoccupati che soffrono degli effetti delle richieste di soggiorno a domicilio che hanno avuto l'effetto collaterale di strangolare l'economia.

Numerosi hotel a New York City, tra cui il famoso Plaza Hotel, St. Regis e il Four Seasons, stanno mettendo a disposizione degli operatori sanitari camere per paura di portare a casa il virus dopo il lavoro o per i pazienti non critici. Ha detto Andrew Cuomo, governatore di New York.

Marney Gruber, un medico di emergenza che lavora in diversi ospedali di New York City, ha affermato che i farmaci più utilizzati sono scarsi e che gli ospedali stanno esaurendo le bombole di ossigeno.

"Queste sono le basi della medicina d'urgenza e della terapia intensiva - questi sono il tuo pane e burro, davvero, le tue basi di base", ha detto Gruber.

Almeno due scuole di medicina a New York, New York University e Columbia, hanno dichiarato che si alleneranno presto agli studenti del quarto anno in modo che possano iniziare immediatamente a curare i pazienti con il coronavirus.

Nella seconda città più grande del paese, il sindaco di Los Angeles Eric Garcetti ha dichiarato che i casi sono in aumento, mettendo la regione della California meridionale sulla strada giusta per abbinare i numeri di infezione di New York City nei prossimi cinque giorni.

Il sindaco ha parlato mentre lui e il governatore della California, che hanno ordinato il divieto di tutti gli sfratti legati al coronavirus fino al 31 maggio, hanno navigato su una nave dell'ospedale navale appena arrivata, dotata di 1.000 posti letto nel porto di Los Angeles. La sua nave gemella sarà schierata nel porto di New York nel prossimo futuro.

Al Riverside County Fairground, a est di Los Angeles, le truppe della Guardia Nazionale della California stavano allestendo una clinica medica da 125 letti per servire i residenti della Coachella Valley, un'area piena di pensionati anziani ritenuti particolarmente vulnerabili a COVID-19.

Le forze armate statunitensi stanno anche allestendo ospedali da campo a Seattle e New York, ha affermato il Pentagono.

Fonte: Reuters // Crediti immagine: REUTERS / Nick Oxford

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i tuoi dati di feedback.