Il supervisore della cerimonia olimpica si dimette dalle molestie a Tokyo

Un dipendente della più grande agenzia pubblicitaria del Giappone, Gruppo Dentsu, che ha contribuito a progettare le cerimonie di apertura e chiusura per le Olimpiadi di Tokyo 2020, è stato punito con l'accusa di molestie, hanno detto i funzionari mercoledì.

L'agenzia ha penalizzato il direttore creativo Kaoru Sugano, 42, il mese scorso per bullismo, dopo che si è comportato in modo "eccessivamente eccessivo" nei confronti di un dipendente del gruppo Dentsu, ha affermato, senza specificare la sanzione.

L'incidente è l'ultimo di esporre la cultura del lavoro di Dentsu alla ribalta. Il presidente dell'azienda si è dimesso dopo la "morte per lavoro eccessivo" di un giovane impiegato tre anni fa, in un suicidio che ha provocato sondaggi ufficiali e nuove critiche sulla cultura del lavoro straordinario del Giappone.

Il mese scorso, Dentsu ha ricevuto un avviso dalle autorità del lavoro in merito alle pratiche di straordinario.

Shusaku Kannan, un impiegato della Dentsu, in una dichiarazione via e-mail affermò che Sugano era "fermamente disciplinato" e in congedo, ma negò la speculazione di essere stato licenziato. Sugano è stato direttore creativo del team di pianificazione di otto membri per le cerimonie di apertura e chiusura delle Olimpiadi di Tokyo e delle Paralimpiadi del 2020.

Dentsu ha riferito di aver denunciato l'incidente al Comitato Organizzatore di Tokyo 2020. Martedì si è rivolto al comitato per rinunciare al suo ruolo di supervisione dello spettacolo durante le cerimonie olimpiche, che sono state poi accettate, ha aggiunto Kannan.

Sugano è stato coinvolto nel far apparire il Primo Ministro Shinzo Abe nei panni del personaggio di un videogioco per Nintendo Co Ltd, Super Mario, durante la cerimonia di chiusura delle Olimpiadi del 2016 a Rio de Janeiro, secondo quanto riferito dai media locali.

Abe ha accolto con favore il completamento dello Stadio Nazionale costruito per le Olimpiadi di Tokyo, che ospiterà eventi di atletica e calcio, oltre alle cerimonie.

Un massimo di 13 miliardi di yen (119,89 milioni di dollari) è stato iscritto in bilancio per gli eventi di apertura e chiusura.

"Tokyo 2020 assicurerà che non vi siano conseguenze per le cerimonie di apertura e chiusura a seguito delle dimissioni di Sugano", ha affermato il comitato organizzatore in una e-mail separata.

Fonte: Reuters // Immagine in primo piano: REUTERS / Issei Kato

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i tuoi dati di feedback.