S&P 500 e Nasdaq raggiungono livelli record con la paura del conflitto USA-Iran

L'S & P 500 e il Nasdaq hanno raggiunto livelli record mercoledì dopo che il presidente Donald Trump ha dichiarato che non vi sono state vittime statunitensi negli attacchi missilistici dell'Iran e che Teheran sembrava essere in piedi, innescando una ripresa nei mercati.

Le forze iraniane hanno sparato missili durante la notte alle basi militari che ospitano truppe statunitensi in Iraq in risposta all'assassinio del generale iraniano Qassem Soleimani, un'azione che inizialmente ha causato brividi sui mercati globali e ridotto i prezzi delle azioni statunitensi di oltre l'1%. .

Tuttavia, i commenti del ministro degli Esteri iraniano secondo cui il Paese non ha cercato una scalata e il tweet di Trump che "Va tutto bene!" Hanno mantenuto i mercati in territorio positivo.

"Il fatto che abbiamo questo grande esercito ed equipaggiamento, tuttavia, non significa che dobbiamo usarlo", ha detto Trump in un'intervista alla Casa Bianca più avanti nel corso della giornata.

"La natura della riduzione del parlato è davvero al centro del mercato", ha affermato Michael Antonelli, stratega del mercato di Robert W. Baird a Milwaukee.

"Fondamentalmente Trump sta dicendo che non avremo ritorsioni per gli attacchi missilistici della scorsa notte."

Gli ultimi commenti di Trump hanno inviato l'S & P 500 e il Nasdaq ai massimi storici raggiunti in precedenza nel primo giorno di negoziazione del 2020, sperando in un accordo commerciale USA-Cina.

Fonte: Reuters // Immagine in primo piano: REUTERS / Bryan R Smith

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i tuoi dati di feedback.