La Russia annuncia un piano per "sfruttare la crisi climatica a proprio vantaggio"

La Russia ha pubblicato un piano per adattare la sua economia e la sua popolazione ai cambiamenti climatici, con l'obiettivo di mitigare i danni, ma anche di "sfruttare" le temperature più calde.

Il documento, pubblicato sabato sul sito web del governo, delinea un piano d'azione e riconosce che i cambiamenti climatici stanno avendo un "effetto rilevante e in crescita" sullo sviluppo socioeconomico, sulla vita delle persone, sulla salute e sull'industria.

La Russia si sta riscaldando 2,5 volte più velocemente dell'intero pianeta in media, e il piano biennale di "prima fase" indica che il governo riconosce ufficialmente questo problema, anche se Vladimir Putin negare che l'attività umana sia la causa.

Elenca le misure preventive, come la costruzione di dighe o l'adattamento di colture per colture più resistenti alla siccità, nonché i preparativi per le crisi, inclusi vaccini di emergenza o evacuazioni in caso di catastrofe.

Il piano afferma che i cambiamenti climatici comportano rischi per la salute pubblica, mettendo in pericolo il permafrost siberiano (che accumula trilioni di tonnellate di anidride carbonica sotto il ghiaccio) e aumenta la probabilità di infezioni e catastrofi naturali. Può anche causare l'espulsione delle specie dai loro abituali habitat.

I possibili effetti "positivi" sono la riduzione del consumo di energia nelle regioni fredde, l'espansione delle aree agricole e le opportunità di navigazione nell'Oceano Artico.

Tra un elenco di 30 misure, il governo calcolerà i rischi che i prodotti russi diventino non competitivi e non riescano a soddisfare i nuovi standard relativi al clima e a preparare nuovi materiali educativi per insegnare il cambiamento climatico nelle scuole.

La Russia è uno dei paesi più vulnerabili ai cambiamenti climatici, con vaste regioni artiche e infrastrutture costruite sul permafrost. Le recenti inondazioni e gli incendi boschivi sono tra i peggiori disastri climatici del pianeta.

Mosca ha adottato formalmente l'accordo sul clima di Parigi lo scorso settembre e ha criticato il ritiro degli Stati Uniti dal patto.

Putin, tuttavia, ha ripetutamente negato il consenso scientifico sul fatto che i cambiamenti climatici sono principalmente causati dalle emissioni prodotte dall'attività umana, accusandolo il mese scorso di alcuni "processi nell'universo".

Ha anche criticato l'attivista climatica svedese Greta Thunberg, descrivendola come un'adolescente disinformata e impressionabile, probabilmente "usata" nell'interesse di qualcuno.

Ha anche espresso scetticismo in numerose occasioni sull'energia solare ed eolica, esprimendo allarme per i pericoli delle turbine di uccelli e vermi, facendoli vibrare "da terra".

Sebbene vi siano prove del fatto che grandi impianti eolici possano rappresentare un rischio per gli uccelli, ricerche note non suggeriscono che possano danneggiare gli insetti.

Domenica scorsa, il servizio meteorologico russo prevede temperature fino a 16 ° C sopra il normale per lunedì e martedì, quando la Russia celebra il Natale ortodosso.

Fonte: Custode // Immagine in primo piano: Maxim Shipenkov / EPA

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i tuoi dati di feedback.