La star del K-pop e l'attore Sulli sono stati trovati morti a 25

La star della K-pop Sulli è stata trovata morta a 25. La polizia ha riferito che la celebrità nata Choi Jin-ri è stata scoperta incosciente nella sua residenza a Seongnam su 14 in ottobre.

"Il suo manager l'ha visitata dopo aver fallito nel trovarla dalla sua ultima chiamata ieri sera", ha detto la polizia di Seongnam.

Sulli era un membro del popolare gruppo femminile K-pop f (x), lanciato da SM Entertainment su 2009, che ha raggiunto il successo nazionale e internazionale. Sulli è andato in pausa a luglio 2014, soffrendo di "dolore legato allo stress" legato alla circolazione di voci sulla sua vita personale.

Ha finalmente lasciato il gruppo in agosto da 2015 per concentrarsi sulla sua carriera di attore, recitando un ruolo nel film di supereroi di 2017, "Real". Ha anche pubblicato il suo primo singolo da solista, Goblin, quest'estate.

Sulli era una figura relativamente controversa nell'industria dell'intrattenimento coreana conservatrice. A volte non indossava reggiseno, una postura che generava critiche e approvazione. "Andare senza reggiseno è la nostra libertà", ha detto nel coreano JTBC Night of Hate Comments show su 21 a luglio.

"Quando carico le mie foto senza reggiseno, le persone ne parlano molto", ha detto. “Potrei avere paura. Ma non lo ero perché pensavo che sarebbe stato bello se più persone potessero respingere i loro pregiudizi ".

Era anche visibile con le sue relazioni romantiche - una rarità - e ha ricevuto commenti omofobici per aver baciato la sua migliore amica, star del K-pop e attore Goo Ha-ra, sulle labbra alla sua festa di compleanno.

Nell'aprile di quest'anno, ha accusato i fan di "stupro" - che il Korea Times ha definito come "un termine coniato di recente che si riferisce a un aspetto eccessivo che fa sentire le persone violate" - durante una trasmissione in diretta su Instagram che ha mostrato lei beve con gli amici.

La sua sincerità nei problemi di salute mentale era un'altra anomalia nel mondo dello spettacolo coreano. In 2018, ha rivelato sul reality show Jinri Store di soffrire di disturbi di panico in tenera età. "Anche le persone vicine mi hanno lasciato", ha detto.

"Sono stato ferito da loro e ho sentito che non c'era nessuno che mi capisse, che mi ha fatto cadere a pezzi."

I suoi recenti video su Instagram le hanno mostrato piangere e dire: "Non sono una persona cattiva". Dopo la sua morte, diversi resoconti dei fan di K-pop hanno criticato la cultura dei fan tossici a cui Sulli è stato sottoposto.

Fonte: Custode

0 0 voto
Articolo di valutazione
Sottoscrivi
Notifica
ospite

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i tuoi dati di feedback.

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti