Il film onora Osamu Dazai, romanziere giapponese, 71 anni dopo la sua morte

Osamu Dazai, considerato uno dei principali romanzieri giapponesi nel 20 secolo, rimane ancora sotto i riflettori 71 anni dopo la sua morte in 38 anni.

Celebrando l'anniversario di 110 della sua nascita quest'anno, un film d'azione dal vivo ispirato all'opera rappresentativa di Dazai, "No Longer Human", sarà proiettato in Giappone e un film d'animazione basato sullo stesso romanzo uscirà nel tardo autunno. .

"No Longer Human" riporta come il protagonista sia dipendente da alcol e droghe che sono la sua rovina.

Il film dal vivo con lo stesso nome, che è stato distribuito nelle sale cinematografiche di settembre 13, è stato diretto da Mika Ninagawa. È una finzione ispirata ai fatti che spiega come è stato scritto il romanzo.

Mitsugu Iwano (Foto: Asahi / Takeshi Kawai)

Secondo il produttore Fumitsugu Ikeda, 40, il progetto per realizzare un romanzo è nato perché la storia "ha un'universalità che va oltre il tempo".

Il regista Ninagawa ha sviluppato un vivo interesse per Dazai negli ultimi anni e per le donne a cui è stato associato.

La storia si svolge principalmente a Mitaka, nella parte occidentale di Tokyo, dove lo scrittore si è trasferito su 1939. La casa di Dazai e altri edifici della città furono replicati per il film.

Il protagonista, Dazai, è interpretato da Shun Oguri, con Rie Miyazawa come moglie Michiko, Erika Sawajiri come suo amante Shizuko Ota e Fumi Nikaido come un altro amante, Tomie Yamazaki.

In 1947, Dazai ha generato una figlia con Michiko e un'altra con Shizuko. Dopo aver finito di scrivere "No Longer Human" su 1948, Dazai e il suo "ultimo amante" Tomie hanno perso la vita annegando insieme sul Canale Tamagawa.

Il film segue quasi fedelmente i fatti storici.

"Alla fine, sembrano tutti felici", ha detto Ninagawa delle tre donne nella vita di Dazai, mentre Ikeda ha aggiunto, "Penso che sia un film che capovolge i nostri valori tradizionali".

Nel frattempo, il protagonista di "Human Lost", diretto da Fuminori Kizaki, un film di fantascienza che uscirà nelle sale il novembre 29, è Yozo Oba, proprio come nel romanzo originale. Tuttavia, la storia si svolge a Tokyo al Showa Year 111.

L'era Showa è durata da 1926 a 1989.

La versione animata mostra una società in cui la morte è stata conquistata dai progressi delle cure mediche, mentre si sono diffuse disparità economiche, inquinamento ambientale e degrado.

La sceneggiatura è stata scritta dallo scrittore Tow Ubukata, famoso per "Tenchi Meisatsu" e altri romanzi.

Secondo il produttore esecutivo Mitsugu Iwano, 45, il romanzo di Dazai è stato scelto come "ispirazione" per produrre un film commercializzabile all'estero perché le sue opere sono ben riconosciute in patria e all'estero.

La storia originale è stata coraggiosamente ristrutturata, mentre la sua profonda visione della vita e della morte, così come la sua qualità letteraria, è stata tramandata in un adattamento vivace.

"Volevo fare un film che non tradisse Dazai", ha detto Iwano.

Fonte: Asahi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i tuoi dati di feedback.