Migliaia di persone protestano a Kiev per protestare contro il piano di autonomia per l'Ucraina orientale

Migliaia di persone si sono radunate nella piazza principale di Kiev domenica per protestare contro l'accordo del presidente Volodymyr Zelenskiy con Mosca per garantire l'autonomia per l'Oriente ucraino filo-russo come parte degli sforzi per porre fine a un conflitto di cinque anni nel paese.

Nella prima mossa verso un possibile accordo di pace da anni, gli inviati di Mosca e Kiev hanno concordato martedì sui colloqui sul programma elettorale per la regione del Donbass e sulla legislazione che gli conferisce uno status speciale. L'Ucraina ha anche accettato di recuperare le sue forze dall'attuale linea di contatto con i combattenti separatisti.

Ma per molti ucraini, queste misure rappresentano un enorme tradimento di Zelenskiy, che ha preso il potere ad aprile dopo una schiacciante vittoria elettorale. La guerra nell'Ucraina orientale ha ucciso più di 13.000 da aprile di 2014.

"Questo è l'inizio della capitolazione totale dell'Ucraina", Roman, 53, che ha combattuto a Donbass come volontario. Ha rifiutato di dare il suo cognome.

Il legislatore Yana Zinkevych, che appartiene al partito dell'ex presidente Petro Poroshenko, "Solidarietà europea", era tra i partecipanti alla manifestazione.

"Questa è la formula di Putin, queste sono le cose che proteggono gli interessi della Russia e non i nostri, dobbiamo combattere e impedirne l'attuazione", ha detto Zinkevych a una folla di palcoscenici in piazza.

L'accordo della scorsa settimana ha spianato la strada a una ripresa dei colloqui di pace di alto livello per porre fine al conflitto, che ha contribuito a inviare i legami della Russia con l'Occidente ai minimi post-Guerra fredda in 2014.

Zelenskiy ha dichiarato la scorsa settimana che discuterà un accordo di pace per il Donbass nei prossimi negoziati con Russia, Germania e Francia. Ha detto che qualsiasi elezione nel Donbass si terrà solo dopo che tutte le truppe russe saranno andate via. La Russia nega di avere truppe lì.

Al momento, il partito di Zelenskiy, "Servo del popolo", che detiene la maggioranza dei seggi 251 nel parlamento ucraino, è ancora a corto di voti 300 necessari per cambiare la costituzione e dare autonomia al Donbass.

“Abbiamo sentito che il parlamento deve votare per uno status speciale in questi territori. Faremo del nostro meglio per garantire che il Parlamento non sostenga alcuno status speciale, qualsiasi condizione che la Russia o Putin ci imponga ", ha affermato Inna Sovsun, parlamentare del partito Golos (Voice) dell'opposizione.

"L'unica formula che siamo pronti ad accettare è la formula ... che è stata scritta nella nostra Costituzione, la formula con cui sono morte migliaia di persone, questa è la formula di un'Ucraina sovrana unita", ha detto Sovsun.

Fonte: Reuters

In questo articolo

Partecipa alla conversazione

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i tuoi dati di feedback.