Il politico si dimette per protesta contro il taglio del fondo del festival d'arte Aichi

Un membro di un comitato di revisione del governo che ha approvato una sovvenzione per un festival d'arte si è dimesso su 2 in ottobre per protestare contro la decisione dell'Agenzia per gli affari culturali di trattenere i fondi.

Kunihiro Noda, che è anche professore di politica culturale all'Università Tottori, ha criticato la decisione dell'agenzia e ha respinto la sua logica.

"Non ha senso condurre una revisione se l'agenzia può ritirare una borsa dopo averla approvata sulla raccomandazione del consiglio", ha detto.

L'agenzia ad aprile ha approvato la sovvenzione Aichi Triennial 2019, che ha aperto agosto 1 e corre fino a ottobre 14.

Il festival internazionale d'arte è stato oggetto di critiche e minacce di incendio doloso a causa di una mostra intitolata "Dopo 'La libertà di espressione?'". In questione, c'era una statua che simboleggiava le "donne di conforto", i cittadini coreani furono costretti a prostituirsi alle truppe giapponesi in tempo di guerra.

Gli organizzatori hanno sospeso la mostra tre giorni dopo l'apertura del festival.

L'agenzia ha annunciato a settembre 26 che stava ritirando tutti gli 78 milioni di yen ($ 728.000) nel sussidio del governo centrale per il festival, innescando grida di censura.

L'agenzia ha dichiarato che la sua decisione non ha nulla a che fare con il contenuto delle mostre. Ha sottolineato che il comitato organizzatore del festival non aveva fornito tutte le informazioni necessarie sull'evento al momento della richiesta della sovvenzione.

Noda ha dichiarato che l'agenzia non gli aveva precedentemente comunicato la sua decisione di revocare la sovvenzione.

Ha anche dichiarato di non essere convinto dalla spiegazione dell'agenzia secondo cui la sovvenzione è stata ritirata perché se il festival d'arte fosse gestito in modo regolare e sostenibile non sarebbe stato rivisto.

"L'agenzia sta semplicemente dando una ragione dopo il fatto", ha detto. "Il trattamento di questo argomento è scandaloso."

Noda ha affermato di temere che il ritiro di una sovvenzione precedentemente approvata dall'agenzia possa diventare una pratica comune.

Il comitato di revisione di esperti esterni sulla rivitalizzazione delle colture locali ha esaminato le domande di sovvenzione 31 dal pubblico e ha selezionato gli altri eventi Aichi Triennale e 25. L'agenzia ha quindi approvato le raccomandazioni del consiglio.

L'agenzia dell'ottobre 1, in risposta a un'indagine di Nobuko Motomura, un membro della Camera dei rappresentanti del Partito comunista giapponese, ha dichiarato che non ci sono voluti i minuti di una riunione in cui i funzionari dell'agenzia hanno deciso di ritirare la sovvenzione per il triennio.

Le autorità hanno esaminato l'opportunità di fornire l'indennità per evento nell'ambito di "procedure amministrative" anziché convocare una riunione speciale, ha affermato l'agenzia.

"In un caso come questo incontro preliminare, è una regola non prendere minuti", ha detto un funzionario del dipartimento di rivitalizzazione dell'agenzia per le culture locali.

Il funzionario ha aggiunto che non sono state conservate registrazioni scritte quando gli altri eventi 25 sono stati approvati come progetti finanziati dall'agenzia.

Motomura ha denunciato il procedimento dell'agenzia.

"È un grave problema che l'agenzia abbia adottato misure insolite e non abbia reso pubblico il processo che ha portato alla decisione (revoca della sovvenzione)", ha affermato. "Se l'agenzia insiste sul fatto che il contenuto degli oggetti esposti è irrilevante per il ritiro, ci sono ancora più motivi per pubblicizzare il processo."

Yukiko Miki, capo della Access-Info Clearing House senza scopo di lucro, ha affermato che la mancanza di documenti dell'agenzia potrebbe costituire una violazione legale.

Ha detto che il ministero dell'educazione, che sovrintende all'agenzia, ha una serie di regole sulla gestione dei documenti governativi basata sul Public Records Management Act.

"Per quanto riguarda gli importanti fattori alla base della concessione di sussidi ai governi locali, i funzionari del ministero e delle agenzie sono tenuti a creare un registro del processo, compreso ciò che è stato discusso nelle riunioni preliminari in base alle regole", ha affermato. "Se nel processo decisionale non è stato creato alcun record per ritirare la sovvenzione nel caso di specie, l'agenzia potrebbe aver violato la legge".

I governi locali, incluso il governo della prefettura di Aichi e il governo della città di Nagoya, sono coinvolti nell'amministrazione della Triennale di Aichi.

Fonte: Asahi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i tuoi dati di feedback.