La donna scopre il lavoro rinascimentale in cucina

Un capolavoro del primo Rinascimento del pittore fiorentino Cimabue fu scoperto in una cucina alla periferia di una città a nord di Parigi dove avrebbe potuto essere conservato durante una pulizia della casa se un banditore non l'avesse visto.

Si stima che Christ Mocked, artista del 13 ° secolo che insegnò a Giotto, valesse tra 4 e 6 milioni.

Per anni, il lavoro è passato inosservato a casa di una donna di 90, vicino alla città francese di Compiègne.

Era sospeso tra la cucina a pianta aperta e il soggiorno, suscitando scarso interesse da parte della famiglia, che supponeva fosse un'icona religiosa standard.

Sebbene fosse posizionato direttamente sopra una piastra di cottura per cucinare il cibo, l'immagine era in buone condizioni.

Nel giugno di quest'anno, quando la donna ha deciso di vendere la sua casa e trasferirsi, uno specialista del banditore Senlis è stato contattato per esaminare il contenuto, i mobili e i mobili della casa costruita negli anni 1960, nel caso in cui una parte potesse esserlo. venduto.

"Ho avuto una settimana per dare una visione specializzata del contenuto della casa e svuotarlo", ha detto Philomène Wolf a Le Parisien. "Ho dovuto fare spazio sul mio programma ... in caso contrario, tutto era programmato per andare in discarica."

Wolf ha detto di aver visto il dipinto non appena è entrato in casa. “Raramente vedi qualcosa di questa qualità. Ho subito pensato che fosse un'opera del primitivismo italiano. Ma non pensavo fosse un Cimabue. "

Il banditore, che ha iniziato il suo lavoro presso la casa d'aste proprio l'anno scorso, ha suggerito alla donna di portare il dipinto, misurando 20 cm per 24 cm, agli specialisti per una valutazione. Pensava che ci potesse essere un prezzo di vendita da 300.000 a 400.000 €.

Gli esperti d'arte parigini sono stati quindi contattati per dare la loro opinione sull'origine del dipinto ed è stato valutato in milioni. Circa 100 altri oggetti domestici venduti per circa € 6.000 e gli altri mobili e decorazioni sono stati scartati nella discarica locale.

La donna e la sua famiglia hanno insistito per essere anonimi. Ma hanno detto alla casa d'aste che per anni hanno pensato che fosse semplicemente un'antica icona religiosa della Russia. Il dipinto è stato appeso al muro per così tanto tempo che le donne hanno detto di non avere idea di da dove venisse o di come fosse venuto nelle mani della famiglia.

Il dipinto fu considerato un'opera rara dal fiorentino Cimabue, noto anche come Cenni di Pepo, uno dei primi pionieri del Rinascimento italiano. Gli furono attribuite solo opere 11 dipinte in legno, nessuna delle quali firmata.

Si pensa che faccia parte di un grande dittico risalente a 1280, quando Cimabue dipinse otto scene raffiguranti la passione e la crocifissione di Cristo.

Due scene dello stesso dittico, conosciute come La vergine e il ragazzo con due angeli e La flagellazione di Cristo, sono già rispettivamente nella London National Gallery e nella New York Frick Collection.

Anche la scena ben conservata nella National Gallery è andata perduta per secoli ed è stata trovata solo quando un aristocratico britannico stava pulendo la sua casa ancestrale vicino a Lowestoft nel Suffolk. Era passato inosservato a un livello del cottage, dove i dipendenti non avevano idea del suo significato o valore. È stato consegnato alla nazione su 2000.

La National Gallery ha descritto il lavoro di Cimabue come rappresentante di "un momento fondamentale nella storia dell'arte" quando i pittori italiani, pur essendo ancora influenzati dalla pittura bizantina, esplorarono la rappresentazione naturalistica di forme e spazi tridimensionali.

L'arte del primo Rinascimento fu fortemente influenzata dall'arte bizantina, che è ancora prodotta oggi in uno stile simile su uno sfondo di vernice dorata.

L'esperto d'arte francese Eric Turquin, che ha studiato e valutato il dipinto, ha affermato che i test con la luce a infrarossi hanno scoperto che "non vi è dubbio che il dipinto sia stato eseguito dalla stessa mano" di altre opere famose di Cimabue.

Il dipinto della cucina sarà venduto dalla casa d'aste Acteon a Senlis il 27 di ottobre.

Fonte: Si crede che Christ Mocked sia una delle otto scene che raffigurano la passione e la crocifissione di Cristo dipinte da Cimabue in 1280. Fotografia: Philippe Lopez / AFP / Getty Images

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i tuoi dati di feedback.