Facebook chiude l'account del partito neofascista italiano

Facebook e Instagram hanno chiuso i conti ufficiali del partito neofascista italiano CasaPound e i profili di dozzine di attivisti di estrema destra.

La festa aveva quasi seguaci di Facebook 240.000. "Questo è un attacco senza precedenti. Siamo disgustati ", ha detto il presidente di Casapound, Gianluca Iannone. "Intraprenderemo un'azione collettiva urgente contro un atto di vergognosa disgrazia".

Un portavoce di Facebook ha detto all'agenzia di stampa italiana Ansa: “Le persone o le organizzazioni che diffondono odio o attaccano altre persone in base a chi sono non avranno un posto su Facebook e Instagram. Gli account che abbiamo rimosso oggi violano questa politica e non saranno più presenti su Facebook o Instagram. "

Questa non è la prima volta che Facebook prende provvedimenti contro CasaPound. Lo scorso aprile, attivisti di CasaPound e altri politici italiani di estrema destra, incluso il pronipote di Benito Mussolini, hanno accusato Facebook di discriminazione dopo la sospensione dei loro conti.

CasaPound è stata fondata alla fine del 90 come un club di bevande pro-Mussolini. Prende il nome dal poeta americano del ventesimo secolo Ezra Pound, noto per le sue simpatie fasciste e l'antisemitismo, sostiene di sostenere una variante democratica del fascismo, ma è accusato di incoraggiare la violenza e il razzismo.

In un'intervista con 2011, il segretario del partito Simone Di Stefano ha descritto il fascismo di Mussolini come "il nostro punto di riferimento, una visione di stato ed economia e il concetto di sacrificio". Di Stefano si è candidato al primo ministro nelle ultime elezioni generali.

Lunedì, i membri di CasaPound hanno preso parte a una manifestazione a Roma contro il nuovo governo italiano, un'alleanza tra il partito democratico di centrosinistra e il movimento a cinque stelle contro l'establishment. Alcuni manifestanti hanno salutato il fascismo e hanno cantato cori lodando Mussolini.

Fonte: Custode

In questo articolo

Partecipa alla conversazione

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i tuoi dati di feedback.