La Corea del Nord afferma che Pompeo commenta che ostacolano i negoziati con gli Stati Uniti

La recente osservazione del segretario di Stato americano Mike Pompeo sul "comportamento disonesto della Corea del Nord" renderà più difficili le trattative con gli Stati Uniti, ha detto oggi l'agenzia di stampa americana KCNA citando il suo vice ministro. Relazioni con l'estero, Choe Son Hui.

"Riconosciamo che il comportamento disonesto della Corea del Nord non può essere ignorato", ha detto Pompeo martedì mentre parlava alla Convenzione nazionale della legione americana in Indiana.

Il commento di Pompeo è stato irrazionale e provocatorio, secondo Choe, secondo l'agenzia di stampa.

"Pompeo è andato così lontano nella sua lingua e ha reso più difficile l'apertura dei negoziati sul livello del lavoro previsti", ha affermato Choe in una nota. "

Choe ha anche avvertito che le aspettative della Corea del Nord in merito ai negoziati con gli Stati Uniti stanno progressivamente svanendo e il Paese è sotto pressione per riesaminare tutte le misure.

"È meglio che gli Stati Uniti non mettano più alla prova la nostra pazienza con queste osservazioni incazzandoci se non vogliono rimpiangere in seguito", ha affermato Choe.

Ultimamente, la Corea del Nord ha intensificato le sue critiche a Pompeo, definendole "tossina infettiva" e mettendo in discussione i tentativi di riavviare i negoziati.

I negoziati per lo smantellamento dei programmi nucleari e missilistici del Nord si sono interrotti dal secondo vertice tra il presidente degli Stati Uniti Donald Trump e il leader nordcoreano Kim Jong Un nella capitale vietnamita di Hanoi a febbraio.

Trump e Kim si sono incontrati di nuovo a giugno al confine intercoreano e hanno concordato di riaprire i negoziati a livello di lavoro, ma ciò non è accaduto.

Dopo il vertice del Vietnam, la Corea del Nord ha chiesto che Pompeo fosse sostituito da una persona "più matura", elogiando al contempo il rapporto tra Kim e Trump.

La Corea del Nord ha sparato una serie di missili a corto raggio nelle ultime settimane per protestare contro le esercitazioni congiunte USA-Corea del Sud e l'adozione di nuove armi, complicando la riapertura dei negoziati.

Fonte: Reuters

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i tuoi dati di feedback.