AfD Candidate ha assistito alla dimostrazione neo-nazista greca di 2007, afferma il rapporto

Un politico tedesco che vuole diventare il primo primo ministro di stato del partito populista di destra, AFD, alle elezioni di domenica ha partecipato a una manifestazione neonazista ad Atene su 2007, documenti trapelati al programma mediatico.

Andreas Kalbitz, 46, è il principale candidato di AfD per il Brandeburgo, dove la ricerca suggerisce che il partito è in competizione con il Partito socialdemocratico di centro sinistra (SPD) nella corsa per diventare la forza politica più forte dello stato.

Figura molto influente nell'ala apertamente nazionalista di AfD, è probabile che l'influenza di Kalbitz sul partito aumenti in seguito ai sondaggi di stato in Brandeburgo, Sassonia e Turingia questo fine settimana, e ha sottolineato il suo rigido rifiuto di idee e organizzazioni non democratiche.

Tuttavia, un rapporto dell'ambasciata tedesca ad Atene, pubblicato venerdì da Der Spiegel, ha nominato Kalbitz come uno dei 14 neo-nazisti tedeschi che hanno viaggiato nella capitale greca a gennaio 2007 per una dimostrazione organizzata dall'Alleanza patriottica, un breve evento. durata. partito ultranazionalista formato da membri della Golden Dawn.

Altri membri della delegazione tedesca includevano figure di spicco nel NPD, fondato come successore del partito tedesco del Reich, incluso il suo leader, Udo Voigt, ha detto Der Spiegel.

Il gruppo ha attirato l'attenzione della polizia locale e dell'ambasciata tedesca perché avevano appeso una bandiera della svastica sul balcone dell'Hotel Solomou nel centro di Atene. L'ingresso dell'hotel e il balcone sono stati bombardati più tardi quella notte. L'ambasciata credeva che l'attacco fosse stato compiuto da membri della scena anarchica.

Quando è stato contattato con le informazioni di Der Spiegel, Kalbitz ha confermato di essere ad Atene su 2007, ma ha detto che non era presente all'hotel durante i bombardamenti "e la sequenza di eventi ad esso correlati".

Il politico AfD di origine bavarese ha dichiarato di aver partecipato senza entusiasmo alla manifestazione. "Guardando indietro a questo evento, non ha più suscitato interesse o approvazione del mio nome, né nei suoi obiettivi politici né nella selezione dei partecipanti."

I sondaggi di questo mese hanno mostrato che AfD è il partito più forte del Brandeburgo, lo stato che circonda la capitale, Berlino, ma i sondaggi più recenti danno al SPD, che ha governato dalla riunificazione tedesca, un leggero vantaggio.

Nella vicina Sassonia, i sondaggi mostrano che l'AfD sta lottando nella parte finale della campagna, in procinto di raggiungere il secondo posto con 24,5%, dietro una rinascente Unione Democratica Cristiana (CDU) con 32%.

La rivelazione dei legami neonazisti di Kalbitz è l'ultimo dettaglio che mina gli sforzi per dare un volto rispettabile al partito populista di destra. Questo mese, Die Welt ha scoperto due documentari sulla Seconda Guerra Mondiale, elencando Kalbitz come sceneggiatore, insieme al suocero Stuart Russell, un cittadino britannico che prestò servizio nell'esercito britannico in Germania e poi si stabilì vicino a Paderborn.

Thomas Weber, professore di storia all'Università di Aberdeen, descrisse uno dei film, Hitler: The Unknown Soldier, 1914-1918, come una "glorificazione qualificata di Hitler", che digerì acriticamente la propaganda nazionalsocialista e descrisse la prima guerra mondiale come il risultato di una "alleanza del male" di ebrei e marxisti.

Kalbitz ha detto a Die Welt di aver contribuito alla sceneggiatura del film perché il padre di sua moglie non era di madrelingua e ha insistito sul fatto che Russell "non era un estremista radicale o di destra".

Fonte: Custode

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i tuoi dati di feedback.