Pompeo nutre speranze di colloqui con la Corea del Nord

Gli Stati Uniti sperano ancora di tenere un altro giro di colloqui nucleari con la Corea del Nord, nonostante i recenti test missilistici del paese, ha detto mercoledì il Segretario di Stato americano Mike Pompeo.

Questi colloqui potrebbero svolgersi entro "alcune settimane", ha detto Pompeo, parlando poco dopo il ritorno dall'Asia e un tentativo fallito di incontrare funzionari del paese isolato.

Ha anche sottolineato che i recenti test della Corea del Nord riguardavano missili a corto raggio, ma che il governo di Kim Jong Un stava conducendo test nucleari e missili a lungo raggio quando il presidente Donald Trump entrò in carica.

"Osserviamo le azioni che stanno intraprendendo, le azioni che stanno avvenendo all'interno della Corea del Nord", ha detto. "Siamo consapevoli che quando siamo arrivati ​​c'erano test nucleari in corso. Ciò non si è verificato, nessun missile a lungo raggio è stato lanciato. Queste sono cose buone.

Al loro primo vertice storico a Singapore, Trump e Kim hanno deciso di perseguire la denuclearizzazione della penisola coreana, ma sono stati fatti pochi progressi. I negoziati fallirono dopo un secondo vertice inconcludente in Vietnam all'inizio di quest'anno. I due leader si sono incontrati di nuovo a giugno alla DMZ.

Pompeo sperava di fare progressi nel riprendere i colloqui la scorsa settimana incontrando il ministro degli Esteri del Paese in un forum sulla sicurezza in Tailandia. La Corea del Nord, tuttavia, non ha inviato nessuno alla conferenza e non ha mai avuto luogo un incontro.

Nonostante ciò, Pompeo ha affermato di rimanere fiducioso che i negoziati riprendano.

"Stiamo programmando trattative tra qualche settimana e prevediamo che le due squadre si incontreranno di nuovo", ha affermato.

Mercoledì scorso, la Corea del Nord ha riferito che Kim aveva supervisionato una dimostrazione di missili balistici a corto raggio di recente sviluppo per inviare un avvertimento agli Stati Uniti e alla Corea del Sud in merito a esercitazioni militari congiunte.

L'agenzia di stampa coreana ha riferito che due missili lanciati da un aeroporto occidentale attraversarono il paese e sorvolarono l'area intorno a Pyongyang prima di colpire con precisione un'isola sulla costa orientale.

I test sono stati l'ultimo di quattro round di dimostrazioni di armi nelle ultime due settimane che hanno avuto luogo durante il confronto dei colloqui sul nucleare. Trump ha ripetutamente respinto l'importanza dei test, anche se le armi mostrano la capacità della Corea del Nord di attaccare gli alleati degli Stati Uniti in Corea del Sud e Giappone e le loro basi militari lì.

Fonte: The Associated Press

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i tuoi dati di feedback.