Il regolatore cinematografico cinese ha detto mercoledì che sta impedendo all'industria cinematografica continentale di partecipare ai Golden Horse Awards di Taiwan, senza dare una ragione, all'ultimo segno di una crescente tensione tra Pechino e l'isola autonoma.

China Film News, una rivista pubblicata dalla China Film Administration, ha fatto l'annuncio sul suo account WeChat ufficiale.

"La China Film Administration afferma che sospenderà i film dal continente e impedirà ai suoi dipendenti di partecipare al 55 2019 Golden Horse Award", ha affermato.

La decisione arriva dopo che l'evento annuale, la versione cinese degli Oscar, è diventato un punto di partenza per domande sull'indipendenza di Taiwan dell'anno scorso, dando il via a un dibattito tra le star di Taiwan e della terraferma, nonché i netizen.

I legami tra Pechino e Taipei si sono rafforzati, con la Cina che ha annunciato la scorsa settimana che avrebbe smesso di rilasciare permessi di viaggio individuali a Taiwan ai viaggiatori cinesi in un colpo al settore turistico di Taiwan.

"Ci dispiacerebbe sicuramente se fosse vero", ha dichiarato il Golden Horse Film Festival di Taiwan in una nota. Gli eventi correlati si terranno come da programma, ha affermato.

Pechino ha utilizzato la scena internazionale per affermare la propria pretesa di sovranità su Taiwan tra le crescenti pressioni cinesi, che comprende anche esercitazioni militari. Taipei ha ripetutamente affermato che le iniziative cinesi mirano a manipolare le sue elezioni presidenziali a gennaio.

"L'incidente mostra che la Cina continentale sta usando la politica per interferire con gli scambi culturali", ha affermato il Consiglio degli Affari di Taiwan in una nota. "Ciò porterà a un sentimento negativo tra i partiti internazionali e dello stretto."

Il critico cinematografico di Shanghai Dong Shu ha affermato che i premi Golden Horse sono stati una buona piattaforma per gli scambi di film tra Cina, Taiwan e Hong Kong.

"Ma alcune persone a Taiwan dovevano avere contenuti politicamente sensibili, cose che attraversavano le linee rosse verso la Cina continentale, quindi la natura di questo premio è cambiata", ha detto Dong.

Il Golden Horse Awards è stato fondato su 1962 ed è considerato uno dei premi più prestigiosi nell'industria cinematografica in lingua cinese, con contributi principalmente dalla Cina continentale, da Hong Kong e Taiwan.

Il film cinese "Dying to Survive" ha vinto ed è stato nominato nelle categorie 7 lo scorso anno, mentre il regista cinese Zhang Yimou ha vinto il premio come miglior regista per il suo film "Shadow".

Taiwan è autogovernante e ha una leadership democraticamente eletta, ma la Cina rivendica l'isola come una provincia separatista e non ha escluso l'uso della forza per garantire l'unificazione.

La questione dell'indipendenza formale di Taiwan è una delle preoccupazioni politiche più delicate di Pechino.

Il regolatore cinese dei contenuti sta inoltre prendendo una posizione cauta nei confronti del settore dei media stesso in vista dell'anniversario 70 della fondazione della Repubblica popolare cinese su 1 ottobre, rimuovendo alcuni film di successo e vietando drammi e drammi storici sull'idolo.

I rapporti sulla sospensione sono diventati rapidamente un argomento di tendenza presso Weibo China, un servizio di microblogging simile a Twitter, con un hashtag correlato che ha ricevuto oltre 68 milioni di visualizzazioni entro mercoledì mattina.

"Taiwan ha prima assegnato questo premio politico, non abbiamo il diritto di rispondere?", Ha detto un commentatore di Weibo.

Altri hanno espresso delusione per la decisione.

“A parte la politica, questa è una situazione perdente. Non esiste un premio imparziale nella Cina continentale, che peccato! ”, Ha detto un altro commentatore.

Fonte: Reuters

Annunci

Lascia un commento:

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i tuoi dati di feedback.