Lo scienziato giapponese afferma che farà causa alla compagnia farmaceutica

Tasuku Honjo, illustre professore all'Università di Kyoto, che ha contribuito allo sviluppo del farmaco Opdivo per l'immunoterapia antitumorale, ha in programma di presentare una causa 15 miliardi di yen contro Ono Pharmaceutical Co., che commercializza il prodotto.

Honjo, che l'anno scorso ha vinto il premio Nobel per la fisiologia o la medicina per la ricerca che ha contribuito allo sviluppo di Opdivo, è in contrasto con il farmacista per la compensazione dei brevetti. Le vendite del farmaco hanno superato 1 trilioni di yen in tutto il mondo.

Honjo ha in programma di intentare un'azione legale presso il tribunale distrettuale di Osaka in cerca di ricompense di ¥ 15 miliardi per la sua cooperazione in una causa passata che ha coinvolto Ono Pharmaceutical e un'altra società farmaceutica.

"Se Ono Pharmaceutical non darà una risposta soddisfacente entro la fine di agosto, prenderemo una decisione definitiva sul caso", ha detto un avvocato che rappresenta Honjo.

Secondo l'avvocato, Ono Pharmaceutical ha chiesto a Honjo su 2014 di assistere in una causa di violazione di brevetto contro il colosso farmaceutico statunitense Merck & Co. per le sue vendite di un prodotto simile a Opdivo.

Honjo ha testimoniato durante la causa, che ha portato a un accordo sul fatto che Merck avrebbe pagato i canoni a Ono Pharmaceutical e agli altri prodotti farmaceutici per l'uso del brevetto.

Tuttavia, Honjo e Ono Pharmaceutical si sono successivamente scontrati con l'indennità di brevetto di Honjo e la società farmaceutica alla fine ha ritirato la sua offerta dal rapporto di compensazione offerto dalla società quando cercava la sua cooperazione nel processo.

Se Ono decide di contestare Honjo nella causa, il professore prenderà in considerazione la possibilità di presentare una causa separata contro la società che cerca un aumento del risarcimento dei brevetti oltre 15 miliardi di yen.

In seguito all'annuncio di aver vinto il premio Nobel, Honjo ha dichiarato che avrebbe donato i soldi che avrebbe ricevuto da Ono Pharmaceutical a un fondo dell'Università di Kyoto per sostenere i giovani ricercatori. La società ha offerto di donare fino a 30 miliardi di yen all'Università di Kyoto, ma Honjo ha rifiutato l'offerta, sostenendo che il valore equo potrebbe raggiungere 100 miliardi di yen.

"In questo momento, non abbiamo cambiato la nostra posizione per continuare i negoziati [con Honjo] sul presupposto che doneremo all'Università di Kyoto", ha detto sabato Ono Pharmaceutical.

Fonte: Yomiuri Shimbun

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i tuoi dati di feedback.