Entrate dallo sviluppo del quartiere di Quayside a Toronto, rilasciato da Sidewalk Labs. Foto: per gentile concessione di Heatherwick Studio

Il partner di Google lancia i dettagli del controverso progetto di Toronto

La consociata di Google dietro un controverso piano di riqualificazione high-tech per uno spartiacque a Toronto ha pubblicato la prima bozza dettagliata di un progetto ambizioso, ma le parti interessate affermano che rimangono domande senza risposta sulla raccolta dei dati e sul scala dell'aereo.

Il piano di pagina 1.500 annunciato a Toronto il Lunedi rivela che marciapiede Labs prevede di spendere $ 900 miliardi progetto che coinvolgerà "coperture impermeabili per edifici", illuminate e illuminate marciapiedi, Alloggi accessibili, strutture in legno alti e innovazioni. sostenere la sostenibilità e l'ambientalismo.

Gli stati disegno di legge che il progetto ettari 77, del valore di C $ 3,9 miliardi, creeranno 44 mila posti di lavoro genereranno US $ 4,3 miliardi di dollari in tasse annuali e $ 14,2 miliardo all'anno sui prodotti nazionali in Canada.

Il piano mostra che Sidewalk si aspetta di fare soldi nel settore immobiliare (compresi i redditi da locazione, le vendite di condomini e le vendite di edifici), l'impiego della tecnologia e i pagamenti - probabilmente dal governo - per raggiungere obiettivi di performance e crescita.

Circa cinque ettari, noti come Quayside, e altri ettari 7,8, chiamati Villiers West, saranno sviluppati da Sidewalk Labs e partner locali ancora da nominare. Se le innovazioni testate avranno successo, Sidewalk Labs darà al governo la possibilità di estenderle a un lotto circostante di ettari 64,2.

Questo scopo ha sollevato dubbi su Waterfront Toronto, un'organizzazione formata dai tre livelli di governo canadesi, il cui marchio di approvazione per i laboratori Sidewalk deve andare avanti. Waterfront Toronto ha sollecitato proposte per il terreno e ha dato a Sidewalk Labs la possibilità di sviluppare un piano per questo alla fine di 2017.

Stephen Diamond, presidente di Waterfront Toronto, ha detto che il piano di Sidewalk Lab è "impressionante", ma ha detto che sta ancora cercando più informazioni di quanto il piano preveda.

"La scala e le dimensioni del progetto pongono alcuni problemi seri per noi", ha affermato. "Dovremmo cercare supporto prima sul Quayside."

Nonostante le preoccupazioni di Waterfront Toronto riguardo al piano, Dan Doctoroff, CEO di Sidewalk Lab, ha detto al Guardian di essere sicuro di poter ottenere la sua approvazione e tre livelli di governo che devono approvare la sua proposta di diventare realtà.

"La mia aspettativa è che possiamo lavorare sui problemi", ha detto. "Se non la pensassi così, certamente non sprecherei il nostro tempo per andare avanti".

Se ci sono obiezioni al piano, c'è spazio per il cambiamento, ha ammesso, ma ha detto che se il progetto non riesce a raggiungere gli obiettivi stabiliti da Sidewalk Labs per sostenibilità, mobilità e crescita economica, allora "non siamo interessati" perché "non senso ".

Ha detto di non essere sorpreso dal feedback che ha sentito finora.

"Se vogliamo veramente creare un nuovo percorso per la crescita urbana inclusiva, non puoi semplicemente sventolare la tua bacchetta e dire che sarebbe bello farlo", ha detto. "Devi davvero pensare ai problemi."

Alcuni di questi problemi sono stati sollevati da Jim Balsillie, ex CEO di Blackberry, che in precedenza ha scritto editoriali convincenti sulla proprietà intellettuale e proposte di dati da Sidewalk Labs. Balsillie si è dimesso il piano di Sidewalk Lab come "afferrare per più terra, più potenza e più controllo" A seguito di "una brutta farsa di pubbliche relazioni mesi 18 armare l'ambiguità".

"Questo non è un copione per una città intelligente, è un attacco alla nostra democrazia", ​​ha scritto in una e-mail al Guardian.

Il progetto è stato a lungo criticato, traendo anche una petizione che chiede al Waterfront di Toronto di fare un passo indietro per ridefinire il processo e cercare nuove proposte per la terra.

Il progetto era già un parafulmine per le critiche prima dei commenti di Diamond.

Diversi membri di alto profilo di un comitato istituito per guidare il progetto dimesso, mentre altri in dubbio la speranza Lab marciapiede per guadagnare una frazione di tasse e contributi per lo sviluppo in cambio di costruzione di una linea di transito per il quartiere e per finanziare l'infrastruttura sotterranea .

I critici hanno inoltre messo in discussione come i laboratori di Sidewalk cattureranno e utilizzeranno i dati nel vicinato e in che modo verranno trattati i diritti di proprietà intellettuale.

Sidewalk Labs ha indicato che i dati raccolti da telecamere e sensori in tutto il quartiere potrebbero essere utilizzati per aiutare a creare nuove tecnologie, sviluppare l'efficienza nella pianificazione urbana e assistere negli sforzi di sostenibilità.

Secondo il piano pubblicato lunedì, la società utilizzerà un affidamento indipendente dei dati che stabilirà le regole per l'utilizzo dei dati, renderà accessibile e offrirà protezione della privacy. La fiducia garantirebbe inoltre che Sidewalk Labs non abbia ricevuto alcuno status o diritti speciali quando si tratta dell'accesso ai dati.

Sidewalk Labs ha inoltre promesso di non vendere informazioni personali, utilizzare tali informazioni per la pubblicità o divulgare i dati a terzi senza il consenso esplicito.

Diamond ha dichiarato che Waterfront Toronto vorrebbe avere maggiori informazioni sulla raccolta e l'uso dei dati e sulla governance digitale e continuerà a riesaminare il piano ea cercare un feedback pubblico nelle prossime settimane.

Il piano dovrà essere approvato da tre livelli di governo al di fuori del Toronto Waterfront e la costruzione probabilmente non inizierà prima di 2022.

Doctoroff ha detto che i laboratori di Sidewalk passeranno anche più tempo ad ascoltare il pubblico e lavorare con il governo per ottenere l'approvazione. Se il progetto si sposta, probabilmente la build non verrebbe avviata fino a 2022.

Fonte: Custode

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *