Il Messico accusa il marchio Carolina Herrera di appropriazione culturale

Tre mesi dopo aver chiesto alla Spagna di scusarsi per i suoi abusi coloniali, il governo messicano di Andrés Manuel López Obrador ha trovato una compagnia più contemporanea e culturale da affrontare.

Il ministro della cultura del paese, Alejandra Frausto, ha scritto al designer venezuelano Carolina Herrera per chiedere una spiegazione per l'uso di disegni indigeni messicani della sua compagnia nella sua ultima collezione.

L'etichetta dice che la sua nuova linea 2020 Resort "assume l'atmosfera giocosa e colorata di una vacanza latina" e parla di "reazioni viscerali a schemi eclettici, sagome inaspettate, energia pulsante".

Ciò ha sicuramente provocato una risposta inaspettata ed energica da parte del governo messicano, che ha chiesto al marchio di spiegare perché sta usando progetti "le cui origini sono ben documentate".

Un abito della collezione 2020 di Carolina Herrera Resort. Foto: Carolina Herrera

In una lettera a Herrera e al direttore fondatore della compagnia, Wes Gordon, Frausto ha dichiarato: "Questa è una questione di considerazione etica che ci costringe a parlare e ad affrontare con urgenza l'agenda di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite: promuovere l'inclusione e rendere visibili quelli invisibili. "

La lettera, vista dal quotidiano spagnolo El Pais, ha evidenziato alcuni progetti.

Affermò che un lungo abito bianco ricamato con animali luminosi, colori e fiori derivava dalla cultura della comunità di Tenango de Doria nello stato di Hidalgo, dove ogni pezzo di ricamo racconta la storia della comunità e ogni elemento ha un carattere personale, familiare o comunità ".

Altri due abiti, ha aggiunto, incorporavano elementi dei famosi scialli tradizionali di Saltillo nello stato di Coahuila.

In una dichiarazione, Carolina Herrera ha detto che la collezione è stata concepita come un "omaggio alla ricchezza della cultura messicana" e alle sue tecniche artigianali.

"C'è un'innegabile presenza messicana in questa collezione", ha detto Gordon. "È qualcosa che ti salta addosso e ho sempre pensato che fosse qualcosa di latente per mostrare il mio amore per questo paese e per l'incredibile lavoro che ho visto lì."

Il designer ha aggiunto: "La mia ammirazione per il lavoro artigianale è cresciuta solo quando sono andato in Messico nel corso degli anni. Con questa nuova collezione, ho cercato di evidenziare l'importanza di questo magnifico patrimonio culturale. "

Il mese scorso, il governo messicano ha dichiarato che una proposta di legge sarà presentata al Senato per "combattere il plagio che diversi popoli e comunità indigene hanno sofferto", riconoscendoli come legittimi proprietari dei loro elementi culturali e di identità.

Fonte: Custode

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i tuoi dati di feedback.