I partiti di estrema destra in Europa cacciano i voti dei giovani

FILE - In questo venerdì di aprile 26, la foto del file 2019, i sostenitori del partito Vox di estrema destra partecipano a un evento elettorale a Madrid, in Spagna. In Spagna, i guadagni di Vox sono andati a scapito dei conservatori tradizionali, che sono stati lenti nel contrastare l'ascesa del partito appena uscito tra i giovani. I suoi eventi includono le famose serate "Pinte per la Spagna" nei bar, nelle discoteche e nei caffè, dove nessun 25 è permesso attraverso la porta. (AP Photo / Bernat Armangue)

Sono sorprendentemente giovani ma enfatici e non dovrebbero essere considerati principianti. Al contrario, stanno rivendicando il manto della vecchia Europa nella sua forma più tradizionale.

Molti dei candidati di estrema destra di quest'anno in Europa hanno meno di 30 anni - come alcuni dei loro più accesi sostenitori. In Belgio, Telegenic Dries Van Langenhove, che è tra i nomi di spicco dell'elenco di partito di estrema destra Vlaams Belang, ha 26 anni.

In Francia, il capo dell'estrema destra del National Rally per le prossime elezioni al Parlamento europeo ha 23 ed è un membro della carta del partito sin dagli anni 16. In Danimarca, il principale candidato del Partito popolare danese è un uomo 29 che è già un veterano. E in Spagna, il vox principale del party Vox ha 27 ed è stato eletto in parlamento il mese scorso.

Questi candidati fanno parte di un crescente tentativo da parte dei partiti di estrema destra in Europa di inviare il messaggio euroscettico anti-migrazione ai giovani, che va dalle serate di birra per adulti ai castelli gonfiabili per bambini fino a sfociare in social network, Associated Press. trovati.

I giovani elettori europei stanno rispondendo con uno spostamento a destra, a volte più veloce ed estremo dei loro anziani - come dimostrano i risultati di sondaggi o opuscoli partigiani di Italia, Francia, Spagna e Austria.

La tendenza potrebbe avere importanti implicazioni per le elezioni di questo mese, che decidono la composizione del Parlamento europeo e alcuni governi nazionali, come in Belgio.

"L'estrema destra ha compiuto uno sforzo molto esplicito per compiacere il pubblico più giovane. Hanno sostanzialmente rimodellato se stessi ", ha detto Julia Ebner, ricercatrice presso l'Institute for Strategic Dialogue, un think tank di sinistra. "I partiti politici di estrema destra sono stati più attivi nel coinvolgere gli utenti dei social media".

L'estrema destra è stata anche in grado di recuperare le lamentele e le paure tra i giovani e utilizzare i loro punti di riferimento linguistici e culturali, ha detto.

Si tratta di un cambiamento significativo dal punto in cui l'estrema destra si trova in dopoguerra in Europa: identificata con i nazisti e l'Olocausto che ha ucciso milioni di ebrei 6, emarginati dai governi e eclissata da un'Europa unita.

Gli oppositori hanno detto che i candidati di estrema destra di oggi ha dato un nuovo volto per le vecchie credenze razziste e una richiesta implicita di violenza, spingendo un'ideologia pro-cristiani e anti-islamico che i servizi di sicurezza del Belgio descrivono come "estrema destra in un collare bianco ".

Ora si rivolgono a un gruppo demografico senza ricordi di dove le credenze estremiste portarono il continente a una guerra mondiale che lasciò quasi tutta l'Europa in rovina.

Ogni paese definisce e misura i suoi giovani elettori in modo leggermente diverso. Ma la tendenza è inconfondibile.

In tutta Europa, la destra ha guadagnato terreno con l'elettorato in generale, ma la sua forza tra i giovani elettori, tradizionalmente appoggiata a sinistra, è stata una sorpresa, secondo le stime della ricerca.

In Italia, il 17% degli elettori tra 18 e 34 ha votato per la festa della lega in 2018, rispetto al solo 5% in 2013.

In Austria, il 30% degli elettori più giovani ha scelto il Freedom Party in 2017, contro 22% in 2013. rendendolo la festa più popolare tra l'età di 16 e 29 anni. E in Germania, i guadagni di AfD sono stati notevoli, mentre il sostegno dei giovani elettori per il Partito dei Verdi non è cambiato. Il voto francese ha mostrato tendenze simili.

Van Langenhove, dal Belgio, ha follower di 31.000 su Instagram e una forte presenza sui social network. Fino a poco tempo fa isolato come razzista dal resto dello spettro politico, il partito indipendentista, Vlaams Belang, ha una manciata di seggi in parlamento e un piano per più del doppio di quello.

Van Langenhove è anche il leader della Schild en Vrienden, un movimento nazionalista fiammingo noto per i movimenti anti-immigrazione e nominato nel rapporto annuale del Belgio lo scorso anno sui gruppi estremisti che sono preoccupazioni per la sicurezza nazionale. Il rapporto non ha accusato il gruppo di violenze, ma ha osservato che il movimento "merita la nostra attenzione".

Anche se la migrazione verso l'Europa è lentamente diminuita, il continente è ancora alle prese con le conseguenze delle centinaia di migliaia di persone che sono venute sole negli ultimi anni.

La popolazione straniera del Belgio è cresciuta da poco meno del 12% a quasi il 17% tra 2006 e 2017, escludendo le persone che sono entrate illegalmente. In Francia, le domande di asilo lo scorso anno hanno raggiunto 123.625 - un aumento del 23% rispetto a 2017, quando avevano già coltivato 17%.

In ripetute indagini su giovani europei, tra cui uno pubblicato questo mese dalla Fondazione TUI, la migrazione e l'asilo sono descritti come la questione più urgente in Europa. L'ambiente arriva in un secondo lontano.

I posti di lavoro sono una questione delicata, con la disoccupazione giovanile a circa 15% in Belgio, leggermente al di sopra della media UE e 20% in Francia.

Vlaams Belang spera che il suo messaggio di protezione economica aiuti il ​​partito, che ha creato un collegamento di estrema destra in Francia a Marine Le Pen, così come l'alleanza di estrema destra che include la Lega italiana, il Partito austriaco della libertà, UKIP britannico, l'estrema destra tedesca e il Partito popolare danese.

Giovani leader di estrema destra provenienti da tutti quei partiti e quasi tutti riuniti a Roma, dove un giovane di 23 anni cresciuto da una madre single in un progetto abitativo di periferia di Parigi, è stato uno dei protagonisti.

Il breve discorso di Jordan Bardella a un pubblico giovane ha raggiunto molte delle stesse note di Jean-Marie Le Pen decenni fa. "Un'altra sfida della nostra generazione sarà l'immigrazione. Di fronte alla bomba demografica che è l'Africa, è la sopravvivenza dei nostri popoli, delle nostre civiltà, delle nostre radici cristiane che sono in gioco oggi ", ha twittato il candidato del National Rally a marzo 29.

Fonte: The Associated Press

Annunci

Lascia un commento:

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i tuoi dati di feedback.