La casa automobilistica giapponese Nissan ha cambiato il suo consiglio esecutivo venerdì, aggiungendo che uno dei migliori registi della Renault affronta le conseguenze della saga di Carlos Ghosn e risultati deludenti.

La compagnia vuole proporre agli azionisti una nuova struttura di bordo con i membri 11, sei dei quali saranno esterni, poiché Nissan cerca di migliorare il governo societario in seguito all'arresto dell'ex presidente Ghosn per presunta cattiva condotta finanziaria.

"Con le lezioni del recente recente comportamento scorretto dei dirigenti, Nissan ha deciso di seguire rigorosamente la separazione delle funzioni di supervisione e di gestione", ha affermato la società.

L'amministratore delegato della Renault Thierry Bollore si unirà al suo collega francese Jean-Dominique Senard e le due società partner non sono d'accordo su quanto dovrebbero essere strette le obbligazioni.

L'appuntamento sembra progettato per calmare le tensioni tra le aziende.

Una fonte vicina all'argomento ha detto che la nomina di Bollore è stata un importante premio Nissan per Renault "dato che l'amministrazione Nissan ha pochissima fiducia" nell'esecutivo francese.

Bollore rimase con Ghosn a lungo dopo il suo arresto, scatenando la rabbia contro Nissan, la cui indagine interna rovesciò il suo ex capo.

Un'altra fonte ha detto che Senard "ha insistito per quella nomina, ma i giapponesi hanno rifiutato all'inizio".

Senard è stato nel consiglio di Nissan da quando è stato eletto per sostituire Ghosn in una riunione straordinaria degli azionisti ad aprile.

"Per la Renault, si tratta di avere qualcuno alla lavagna, insieme a Senard, che conosce la storia, un peso massimo che condivide le opinioni di Senard", ha detto la seconda fonte.

Il CEO di Nissan Hiroto Saikawa manterrà il suo lavoro nonostante la crescente pressione su di lui per dimettersi dopo una serie disastrosa di risultati, con un utile netto che dovrebbe scendere l'anno prossimo.

Diversi azionisti hanno chiesto che Saikawa venga licenziato prima che il suo mandato venga rinnovato a giugno, ma l'ex protetto di Ghosn ha insistito sul fatto che vuole continuare e guidare le riforme che spera possano portare Nissan alla redditività.

Keiko Ihara, un ex pilota che guidò un gruppo a suggerire riforme nella governance di Nissan dopo l'arresto di Ghosn, ammise che c'era "condotta inappropriata" e che "l'alta direzione dovrebbe essere ritenuta responsabile".

Ma alla fine, è stata una decisione "unanime" di tenere Saikawa al lavoro, ha detto Ihara.

La compagnia è stata ostacolata dal danno alla reputazione causato dai problemi legali dell'ex presidente Ghosn, che si trova di fronte a quattro accuse formali di cattiva condotta finanziaria. Lui nega ogni irregolarità.

Ma gli analisti sottolineano diversi problemi per Nissan oltre a Ghosn, tra cui il declino nelle relazioni con il partner francese Renault e la carenza di nuovi prodotti.

"In questo momento di radicale trasformazione nel settore automobilistico, Nissan ha urgente bisogno di stabilire una struttura di governance altamente efficace per migliorare le capacità aziendali e ottenere un valore aziendale sostenibile", ha detto la società in una nota.

Saikawa ha respinto le richieste di dimissioni, dicendo che voleva iniziare una nuova partenza per la compagnia e che avrebbe discusso del tempo per lasciare l'ufficio "al momento opportuno".

Nissan, Renault e Mitsubishi Motors formano un'inedita alleanza a tre vie che è diventata il gruppo automobilistico più venduto.

Ghosn è stata la forza trainante dietro l'unione di società e da allora ha affermato che Nissan ha iniziato un'indagine su di lui per timore che avrebbe unificato società giapponesi e francesi.

Saikawa ha ammesso "divergenze di opinioni" con Senard sulla composizione della futura alleanza, inclusa la partnership di capitale tra le due società.

Renault sta spingendo per una fusione delle due società, ma i dirigenti Nissan sono più scettici.

Fonte: AFP

In questo articolo

Partecipa alla conversazione

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i tuoi dati di feedback.