Gli aerei della coalizione a guida saudita hanno bombardato 16, la capitale dello Yemen, Sanaa, 48 giovedì, ore dopo l'attacco dei droni dei ribelli Houthi contro un oleodotto saudita. Almeno sei persone sono state uccise e 10 è stata ferita in uno degli attacchi nella capitale dello Yemen, Mojtar Mohamed, un medico dell'ospedale repubblicano di Sanaa, ha detto all'Afp.

Mercoledì la coalizione ha annunciato che avrebbe risposto "con forza" agli attacchi dei ribelli Houthi sostenuti dall'Iran: "Abbiamo iniziato a condurre attacchi aerei selettivi contro le posizioni delle milizie di Houthi, anche a Sanaa", ha detto una fonte ufficiale giovedì. coalizione. L'attacco, classificato come "terrorista" dal governo saudita, è avvenuto due giorni dopo il sabotaggio delle petroliere sulla costa degli Emirati Arabi Uniti.

Un testimone ha detto ad AFP che ha sentito una forte esplosione nel centro di Sanaa. Il canale televisivo Al Masira, controllato dagli Houthi, ha attribuito le bombe all'audito "velivolo di aggressione". In un primo messaggio su Twitter, Al Masira ha citato sei attentati nel distretto di Arhab, nella provincia di Sanaa. I messaggi successivi citavano altri attacchi, incluso uno nella capitale.

Un altro testimone ha detto all'AFP che gli attentati sono iniziati intorno a 8H00 (2H00 di Brasilia). Martedì scorso, gli Houthi hanno sostenuto un attacco di droni su un oleodotto in Arabia Saudita, che da quando 2015 ha combattuto i ribelli yemeniti a fianco degli Emirati Arabi Uniti.

L'Arabia Saudita accusa l'Iran

Il vice ministro della Difesa dell'Arabia Saudita, Khaled bin Salman, figlio del re saudita, ha accusato l'Iran di essere dietro l'attacco dei droni dei ribelli yemeniti a due stazioni di pompaggio nella regione di Riyadh.

"L'attacco dei miliziani Houthi contro due stazioni di pompaggio di Aramco dimostra che questi miliziani sono uno strumento semplice che il regime iraniano usa per applicare il suo programma espansionistico nella regione e non per proteggere la popolazione dello Yemen, come affermano erroneamente gli Houthi. "Il principe Khaled ha detto su Twitter.

In un altro tweet, Khaled ha dichiarato che le "azioni terroristiche" sono state "ordinate dal regime di Teheran e giustiziate dagli Houthi". Anche il ministro degli Esteri saudita Adel al-Jubeir ha usato Twitter per affermare che "gli houthi sono una parte invisibile delle Guardie rivoluzionarie iraniane e agiscono sotto i loro ordini", come dimostra l'attacco alle strutture petrolifere saudite.

Giovedì, la coalizione a guida saudita operante nello Yemen ha effettuato diversi bombardamenti di obiettivi Houthi, in particolare a Sanaa, la capitale, dove sono state uccise almeno sei persone.

Fonte: AFP | Reuters | Associated Press

Annunci

Lascia un commento:

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i tuoi dati di feedback.