FOTO FOTO: Il marchio del farmacista svizzero Novartis è visto nella sua filiale di Schweizerhalle vicino a Basilea, in Svizzera, a marzo 29, 2018. REUTERS / Arnd Wiegmann / Foto di file

Assicurazione sanitaria per coprire nuove terapie antitumorali ¥ 33 mille

Un pannello di governo il Mercoledì ha approvato la copertura di una nuova terapia per il trattamento della leucemia e di altri tumori ematologici, che costa attualmente 33,49 milioni di yen (US $ 305.000), il servizio sanitario nazionale, una misura che ridurrebbe in modo significativo l'onere della pazienti.

I farmaci Kymriah da produrre e venduto da Novartis Pharma KK, un'unità di gigante farmaceutico svizzero Novartis AG, con sede a Tokyo, avrà il prezzo più alto di qualsiasi farmaco in Giappone. La copertura è prevista per il efficace dal 22 maggio.

Ma la sentenza del pannello del ministero della Sanità potrebbe sollevare preoccupazioni circa l'impatto sull'aumento dei costi sanitari del paese in un rapido invecchiamento della popolazione.

La singola terapia, che funziona modificando geneticamente le cellule immunitarie di un paziente per iniziare un attacco totale contro la malattia, è considerata efficace nei pazienti per i quali i trattamenti esistenti non funzionano.

Nell'ambito del sistema di assicurazione sanitaria pubblica in Giappone, un assicurato di solito costa tra 10 30% e% dei costi sostenuti nelle istituzioni mediche, e il resto è coperto dalla politica in cambio del pagamento dei premi mensili.

C'è anche un limite per i pagamenti mensili, a seconda del reddito dell'assicurato. Ad esempio, un paziente con reddito annuo tra 3,7 milioni di yen e 7,7 milioni di yen dovrebbe sostenere costi di circa 410.000 yen al mese per essere trattato con Kymriah.

Il Ministero della Salute, del Lavoro e del Welfare stima che il numero di pazienti che avranno diritto al farmaco sarà 216 al massimo nell'anno e genererà un reddito annuo di 7,2 miliardi di yen.

Gli studi clinici condotti su Kymriah, compresi quelli in cui hanno partecipato pazienti giapponesi, hanno dimostrato che circa il 80 percento delle persone affette da leucemia e il 50 percento delle persone con linfoma hanno osservato miglioramenti significativi dei sintomi.

Quelli che possono usare il farmaco includono bambini e 25 o pazienti più giovani con leucemia linfoblastica precursore delle cellule B e pazienti con linfoma diffuso a grandi cellule B che non sono in grado di curare l'uso di altri farmaci antitumorali.

Fonte: Kyodo

Annunci

Lascia un Commento