Le politiche estremiste e pericolose di Donald Trump hanno portato a leggi anti-aborto, dicono i democratici

Il College Democrats of America ha riaffermato il suo impegno a proteggere il diritto delle donne ad abortire e ha incolpato il presidente Donald Trump di incoraggiare i legislatori a approvare leggi restrittive sull'aborto.

Il governatore dell'Alabama Kay Ivey ha sanzionato praticamente tutti gli aborti, fatta eccezione per l'eccezione in cui la salute della madre è "a serio rischio". La recente adozione della legge in Alabama è arrivata dopo che Georgia e Ohio hanno approvato leggi che limitavano l'accesso all'aborto dopo sei settimane. .

Giovedì, i Democratici del college hanno scritto una dichiarazione in Medium, dicendo che alla luce della recente legislazione, l'organizzazione ha ritenuto importante per loro riaffermare la propria posizione sull'aborto. Come organizzazione, si impegna a proteggere il "diritto fondamentale" di una donna a prendere decisioni sui suoi corpi con i suoi medici, in particolare sui servizi di pianificazione familiare, contraccezione e aborto.

"Questi pericolosi divieti sull'aborto esemplificano il modo in cui le politiche estremiste e pericolose di Donald Trump hanno incoraggiato i legislatori a mettere a rischio la vita delle donne impedendo loro di accedere a cure riproduttive sicure e legali", si legge nella dichiarazione.

"Lotteremo sempre contro queste leggi incostituzionali e lavoreremo instancabilmente per proteggere le donne".

L'istituzione, come molti altri, ha criticato la legislazione per la sua intenzione di ribaltare il caso della Corte suprema, Roe v. Wade e proibisci totalmente l'aborto. L'organizzazione si è fortemente opposta allo standard legislativo, che ha definito "un tentativo di privare le donne della loro autonomia corporea".

Firmato dall'intero consiglio nazionale, compreso il suo presidente, Calvin Wilson, e il suo vicepresidente, Victoria Koffsky, la dichiarazione è stata firmata anche da più di 30 presidenti della federazione statale.

Insieme a grandi politici, molte celebrità, tra cui gli attori Alyssa Milano e Chris Hemsworth, hanno criticato il disegno di legge dell'Alabama.

"È un oltraggio vietare l'aborto nel periodo dell'Alabama, e ancora più atroce che esclude coloro che sono stati violentati o che stanno vivendo incesto non consenziente o no", ha detto Lady Gaga sui social network. "Questa è una farsa e prego per tutte quelle donne e ragazze che soffriranno per mano di questo sistema".

Mercoledì, i repubblicani dell'Università dell'Alabama hanno pubblicato su Facebook che se "le élite hollywoodiane ei grandi media" stanno dicendo agli albanesi come gestire il loro stato, significa che stanno "facendo la cosa giusta".

L'organizzazione del campus ha osservato che gli elettori dell'Alabama hanno approvato l'emendamento 2 a novembre. L'Emendamento 2, noto come l'Emendamento sulla politica di aborto dell'Alabama, ha fatto una politica statale per "riconoscere e sostenere la santità della vita non nata e dei diritti dei bambini non nati, inclusa la vita".

I legislatori che hanno approvato la recente legge sull'aborto dell'Alabama, hanno scritto i repubblicani repubblicani dell'Alabama, hanno sostenuto "la volontà del popolo".

Fonte: Newsweek | medio

Annunci

Lascia un commento:

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i tuoi dati di feedback.