Il tribunale di Tokyo ordina al proprietario dell'auto di pagare la tassa NHK

Il tribunale distrettuale di Tokyo ha dichiarato mercoledì che il proprietario di un'automobile con un sistema di navigazione in grado di ricevere segnali televisivi dovrebbe pagare la quota mensile di abbonamento all'emittente pubblica in Giappone.

È stato il primo tribunale a decidere se i proprietari di automobili dovevano pagare le tasse NHK per i sistemi di navigazione dotati di TV. La legge sulla radiodiffusione richiede che chiunque abbia un ricevitore di segnali TV firmi un contratto con la Japan Broadcasting Corp., comunemente nota come NHK.

La sentenza è arrivata dopo che la Corte Suprema di marzo aveva ordinato ai proprietari di cellulari con funzionalità TV di pagare la quota di iscrizione.

Nell'ultimo caso, una donna che viveva nella provincia orientale di Tochigi ha intentato una causa contro la NHK per confermare che non doveva pagare la quota di iscrizione. Durante il processo, ha sostenuto che il sistema di navigazione non era in grado di ricevere segnali TV quando la sua auto si trovava nel parcheggio fuori dalla sua casa e non acquistava il sistema per guardare la televisione.

Ma il giudice Hiromi Morita ha affermato che non vi è alcuna prova che i segnali televisivi non possano essere ricevuti come asserito, e che la corte non possa escludere la possibilità che il sistema di navigazione sia stato parzialmente acquisito a tale scopo.

NHK addebita circa 2.500 di yen al mese per i canali terrestri.

Fonte: Kyodo

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *