Le dispute tra Cina e Stati Uniti influiscono già sull'economia giapponese

Gli acquirenti cercano i prodotti nel negozio giapponese di discount Don Quijote Holdings a Tokyo, in Giappone, a giugno 18, 2018. Foto scattata a giugno 18, 2018. REUTERS / Kim Kyung-Hoon

Il governo giapponese sta valutando la possibilità di ridurre la sua valutazione dell'economia la prossima settimana, mentre l'intensificazione della guerra commerciale sino-americana ostacola le esportazioni e la produzione industriale, ha detto oggi a Reuters una fonte governativa con una conoscenza diretta della questione.

Una riduzione del rapporto mensile cruciale potrebbe alimentare la speculazione che il primo ministro Shinzo Abe possa ancora una volta ritardare un previsto aumento dell'imposta sulle vendite per ottobre.

Si ipotizza che Abe possa ritardare il previsto aumento delle tasse per 10% e convocare elezioni anticipate alla camera bassa del parlamento in coincidenza con le elezioni di alta corte quest'estate, mentre la politica di ablazione si sta ritirando.

Abe ha ritardato l'aumento due volte dando priorità alla crescita economica in relazione alle riforme fiscali. Un precedente aumento delle tasse da 5% a 8% ad aprile di 2014 ha colpito i consumatori più duri e ha provocato un brusco calo nella terza economia più grande del mondo.

Nel suo rapporto di aprile, il governo ha dichiarato che l'economia del Giappone si sta riprendendo gradualmente, nonostante i segnali di debolezza delle esportazioni e della produzione. Ha tagliato la sua valutazione economica per la prima volta in tre anni a marzo.

Gli investitori stanno osservando da vicino se il governo restringerà le sue prospettive economiche e se la parola "ripresa" rimarrà nella relazione di maggio, specialmente dopo un'ulteriore escalation della guerra commerciale USA-Cina la settimana scorsa, quando entrambe le parti hanno alzato i tassi . merci.

Si prevede che il Giappone registrerà una leggera contrazione economica nel primo trimestre sui dati dovuti lunedì, secondo gli analisti intervistati da Reuters.

L'economia potrebbe già essere in recessione, ha mostrato lunedì una valutazione governativa dei propri indicatori economici.

La guerra commerciale sta inducendo il governo a rivedere la sua precedente visione secondo cui le esportazioni e la produzione di fabbriche cadrebbero più tardi quest'anno, ha detto la fonte a Reuters in condizione di anonimato perché non è autorizzato a parlare con i media.

Il governo sta valutando la possibilità di ridurre le spese in conto capitale e la valutazione della produzione in fabbrica nella relazione di maggio.

"La spesa in conto capitale è probabilmente peggiorata e le esportazioni nette potrebbero essere migliorate in quanto le importazioni probabilmente sono diminuite più rapidamente delle spedizioni, il che non è necessariamente una buona cosa. Quindi il PIL nel primo trimestre è destinato a peggiorare ", ha aggiunto la fonte.

Fonte: Reuters

Annunci

Lascia un commento:

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i tuoi dati di feedback.