Gli avvocati aggiungono la paga saudita a Ghosn

I pubblici ministeri hanno esaminato un atto d'accusa contro l'ex presidente della Nissan Motor Co., Carlos Ghosn, per includere le accuse che ha ricevuto milioni di $ 20 da un uomo d'affari saudita nel mese di ottobre, quando 2008 Ghosn stava trasferendo le perdite personali per la casa automobilistica.

A quel tempo, $ 20 milioni valeva circa 2 miliardi di yen.

L'ufficio del procuratore distrettuale di Tokyo ha dichiarato di aver chiesto al tribunale distrettuale di Tokyo di approvare la revisione 14 di maggio.

Ghosn, di anni 65, è stato incriminato a gennaio per una violazione aggravata delle accuse di fiducia. I pubblici ministeri lo hanno accusato di aver trasferito un accordo di investimento personale a Nissan nel mese di ottobre di 2008, causando perdite non realizzate di circa 1,85 milioni di yen alla società.

La decisione è arrivata dopo che il crollo della banca d'investimenti americana Lehman Brothers ha innescato una crisi finanziaria globale, secondo l'accusa.

Quando tornò il contratto a se stesso, Ghosn illegalmente trasferito milioni di $ 14,7 tra 2009 e 2012 una filiale di Nissan Khaled Juffali, che ha collaborato fornendo una garanzia di credito per un importo di circa 3 miliardi di yen, i ricercatori hanno detto.

Per quanto riguarda l'accusa, i pubblici ministeri hanno aggiunto che quando Ghosn ha trasferito il contratto di investimento personale a Nissan, ha ricevuto $ 20 milioni da una società di proprietà di Khaled Juffali.

I pubblici ministeri hanno anche aggiunto dettagli sulla garanzia di credito di circa 3 miliardi di yen.

Fonte: Asahi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *