Le auto di nuova manifattura della casa automobilistica Subaru attendono l'esportazione in un porto di Yokohama, in Giappone, maggio 30, 2017. REUTERS / Toru Hanai

Il surplus del Giappone si riduce per il tempo 1X negli anni 5

Il surplus giapponese si è ridotto per la prima volta in cinque anni in 2018 rispetto all'anno precedente a 19,41 trilioni di yen ($ 177,31 miliardi), mentre il rallentamento economico della Cina ha rallentato la crescita delle esportazioni e il prezzo del petrolio è salito le importazioni, i dati del governo hanno mostrato.

L'avanzo delle partite correnti, uno degli indicatori più ampi del commercio internazionale, ha registrato un calo anno su anno del 12,4% nell'anno fiscale terminato a marzo, secondo un rapporto preliminare pubblicato dal Ministero delle Finanze.

L'avanzo commerciale giapponese per le merci è sceso dell'84,4% a 706,8 miliardi di yen, a causa della crescita più lenta delle esportazioni, rendendolo il maggiore incentivo che ha contribuito al calo del suo conto corrente.

La crescente disputa commerciale tra Stati Uniti e Cina dovrebbe far pressione sulle esportazioni del Giappone, con gli ultimi dati che mostrano che il surplus delle partite correnti è sceso più del 10% a marzo di un anno prima.

Il conto corrente potrebbe rimanere in attivo per il momento, sostenuto principalmente dal reddito primario, poiché gli scambi di merci continueranno a scontrarsi durante la guerra commerciale USA-Cina, ha dichiarato Masato Koike, economista presso il Dai-ichi Life Research Institute.

Il reddito primario riflette quanto guadagna il Giappone dagli investimenti esteri.

Le esportazioni sono cresciute del 2,6 per cento a 80,32 miliardi di yen nell'ultimo anno fiscale, ma l'aumento è diminuito dal 10,6 percentuale dell'anno precedente con il calo delle esportazioni verso la Cina.

Le importazioni hanno aumentato il 8,0% a 79,61 miliardi di yen, spinto da un aumento dei prezzi delle materie prime, tra cui petrolio greggio e gas naturale liquefatto.

Tra le altre componenti chiave, il conto del reddito primario ha registrato un surplus di 21,07 trilioni di yen, un aumento del 3,9% rispetto all'anno precedente.

Il surplus di viaggio è salito del 23,3% rispetto all'anno precedente a 2,49 trilioni di yen, poiché il numero di viaggiatori stranieri in Giappone ha raggiunto il segno 31,63 milioni nell'anno fiscale 2018.

Ma il commercio globale di servizi ha segnato un deficit di 637,8 miliardi di yen a causa di un calo delle entrate dai servizi di spedizione.

Nel solo mese di marzo, il Giappone ha registrato un surplus di conto corrente di 2,85 trilioni di yen, segnando il 57Xesimo mese consecutivo di inchiostro nero, ma lasciando cadere 10,6% rispetto all'anno precedente.

Il reddito primario ha registrato un surplus di 2,06 miliardi di yen, gli scambi di beni hanno registrato un surplus di 700,1 miliardi di yen e gli scambi di servizi hanno avuto un surplus di 345,1 miliardi di yen.

Fonte: Kyodo

Annunci

Lascia un Commento