Stati Uniti contro Europa: i piani di difesa europei sollevano una crisi diplomatica

Gli Stati Uniti hanno messo in guardia l'Unione europea per iscritto che i suoi attuali piani di difesa stanno mettendo a rischio decenni di integrazione dell'industria transatlantica della difesa e della cooperazione militare attraverso la NATO.

La diatriba del Dipartimento della Difesa contro i piani europei aggrava la tensione tra l'Europa e l'amministrazione di Donald Trump quando l'umore era già feroce a causa del rifiuto della Germania e del Regno Unito di impedire la partecipazione della società cinese Huawei nello sviluppo della telefonia quinta generazione.

La reazione degli Stati Uniti arriva poco dopo che il Parlamento europeo ha approvato in via preliminare a 18 in aprile la creazione di un fondo europeo di difesa dotato di 13 miliardi di euro (57,8 miliardi) per il periodo 2021-2027. Washington, inoltre, si oppone alle condizioni generali della cosiddetta cooperazione strutturata permanente (PESCO), con la quale i paesi dell'UE 25 hanno iniziato a sviluppare progetti di armi 34.

"Gli Stati Uniti sono profondamente preoccupati per l'adozione del regolamento del Fondo di difesa europeo e delle condizioni generali della PESCO", avverte il Sottosegretario alla Difesa degli Stati Uniti Ellen Lord in una lettera a Federica Mogherini, l'alto rappresentante della politica estera dell'UE.

Il regolamento consente alle imprese di paesi terzi di partecipare, ma richiede che la proprietà intellettuale del progetto sia esclusivamente europea e non consenta ai paesi terzi di imporre controlli sulle esportazioni di armamenti fabbricati. Anche la partecipazione ai progetti PESCO è limitata e soggetta all'approvazione unanime dei paesi dell'UE, quindi Washington teme che un veto su un solo membro lascerà fuori gli americani.

Il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti avverte che il progetto del Fondo e il PESCO "rappresentano un drammatico ritiro dopo tre decenni di crescente integrazione dell'industria della difesa transatlantica". Washington aggiunge che "non solo potrebbe mettere a repentaglio la relazione costruttiva tra la NATO e l'UE, ma potrebbe potenzialmente far rivivere le accese discussioni che anni 15 hanno dominato i nostri contatti sulle iniziative di difesa europee".

La lettera di Lord, una veterana del settore degli armamenti con più di 30 anni di esperienza, contiene anche seri avvertimenti e minacce sulle conseguenze da innescare se Bruxelles avanza con i suoi piani. "È chiaro che se gli Stati Uniti impongono simili restrizioni reciproche non sarebbe il benvenuto dai nostri partner e alleati europei", afferma il sottosegretario alla Difesa. "Non vorremmo dover pensare a questo in futuro", avverte. E ricorda l'impatto miliardario che questa decisione potrebbe avere sulle aziende europee del settore.

La lettera ricorda che l'anno scorso un'azienda italiana, in associazione con la Boeing, ha ottenuto un contratto del valore di 2,8 miliardi (11 miliardi) per lo sviluppo e la costruzione di nuovi elicotteri per l'aviazione americana.

Gli Stati Uniti richiedono modifiche al progetto di regolamento del Fondo per sopprimere le condizioni relative alla proprietà intellettuale e al controllo delle esportazioni. E questo PESCO elimina il diritto di veto, consentendo al leader di ogni progetto di invitare le aziende che desidera.

Si ritiene che la possibile uscita dall'UE del Regno Unito, il riavvicinamento tra Germania e Francia in materia di difesa e l'irruzione della Commissione europea su un terreno vietato, abbia innescato gli allarmi a Washington, secondo il direttore di Elcano in Bruxelles.

Una conseguenza indesiderata potrebbe essere che le società europee che operano al di fuori dell'UE (specialmente nel mercato statunitense, attraverso accordi con società statunitensi) possono decidere di non partecipare ai progetti PESCO in modo da non rischiare di isolare la loro proprietà intellettuale all'interno dell'UE. L'UE o "violare le norme statunitensi sul controllo delle esportazioni", avverte Lord.

Fonte: El País

Annunci

Lascia un commento:

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i tuoi dati di feedback.