TEPCO per rimuovere il pericoloso camino nella centrale di Fukushima

Tokyo Electric Power Co. prevede di iniziare a lavorare su 20 a maggio per smantellare un camino alto 120 pesantemente contaminato che può collassare nella centrale nucleare di Fukushima su 1.

Sarà la prima struttura altamente irradiata nella fabbrica ad essere smantellata, ha detto la società in 9 a maggio.

Lo stack, con un diametro di metri 3,2, è stato utilizzato per i reattori N. 1 e N. 2. TEPCO prevede di rimuovere la metà superiore del camino entro quest'anno per evitare che la struttura collassi.

Il lavoro di smontaggio sarà condotto tramite telecomando, poiché il livello di radiazione attorno alla base del camino è il più alto tra tutte le aree esterne della pianta. L'esposizione alle radiazioni alla base può causare la morte entro alcune ore.

Dopo il grande terremoto e lo tsunami nel Giappone orientale a marzo di 2011, la pressione è aumentata nella nave di contenimento del reattore numero 1. I vapori con sostanze radioattive sono stati inviati attraverso il camino verso l'esterno.

La TEPCO ha anche riscontrato fratture su pali di acciaio che sostengono il camino. Il danno è stato probabilmente causato da un'esplosione di idrogeno nell'edificio del reattore 1 quando si è verificato il disastro nucleare.

Da allora, il camino è stato lasciato incustodito a causa di alti livelli di radiazioni.

Immediatamente dopo l'incidente nucleare, è stato osservato un livello di radiazione superiore a 10 sieverts all'ora attorno alla base del camino. In un sondaggio condotto su 2015, è stato rilevato un livello di radiazioni di 2 sieverts all'ora.

TEPCO utilizzerà una gru di grandi dimensioni che avrà un'attrezzatura speciale per tagliare il camino a fette rotonde dall'alto.

La società ha allestito una sala di controllo remoto su un grande autobus ristrutturato a circa 200 metri dal camino. Gli operai gestiranno l'attrezzatura speciale di taglio mentre guarderanno le riprese della videocamera 160.

Fonte: Asahi

Leandro | Eur-lex.europa.eu eur-lex.europa.eu

Webmaster, programmatore, sviluppatore ed editore di articoli.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *