Le spese familiari in Giappone aumentano, ma i salari diminuiscono a marzo

Le spese interne del Giappone sono aumentate più del previsto a marzo, ma i salari reali hanno avuto i loro salari più alti in quasi quattro anni, riducendo le speranze che l'attività dei consumatori potesse mitigare l'impatto di fattori esterni come le dispute commerciali globali .

La spesa delle famiglie ha guadagnato il 2,1% rispetto all'anno precedente, secondo i dati del governo di venerdì, battendo una previsione media di 1,7 per cento sul mercato.

Ma i dati separati hanno mostrato che i salari reali corretti per l'inflazione sono diminuiti del 2,5 in marzo rispetto all'anno precedente, il più grande calo dal giugno di 2015, mettendo in dubbio la resilienza dei consumatori.

Una ripresa dei consumi interni è fondamentale per la Banca del Giappone per raggiungere l'obiettivo di inflazione di 2%. Per anni, una spesa debole ha portato molte aziende ad astenersi dall'aumentare i prezzi.

Il governo prevede di aumentare le tasse sulle vendite a 10 per cento del 8 per cento in ottobre per coprire i costi di welfare, a meno che non ci sia una crisi economica sulla scala dello shock di Lehman Brothers in 2008.

Alcuni responsabili delle politiche temono che l'aumento delle tasse possa danneggiare la spesa dei consumatori, come accaduto quando il Giappone ha aumentato la tassa 8% a 5%.

A causa del danno causato dalla guerra commerciale USA-Cina e dalla debole domanda estera, alcuni economisti ritengono che l'economia si sia ridotta leggermente nel primo trimestre. I dati da gennaio a marzo saranno pubblicati su 20 a maggio.

Fonte: Reuters

Annunci

Leandro | Eur-lex.europa.eu eur-lex.europa.eu

Webmaster, programmatore, sviluppatore ed editore di articoli.

Lascia un Commento