La Corte consente a Ghosn di trasferirsi a Tokyo

L'ex presidente della Nissan Motor Co, Carlos Ghosn, è stato autorizzato da un tribunale giapponese a trasferire la sua residenza in un condominio di Tokyo mentre è su cauzione, hanno riferito fonti investigative giovedì.

L'ex presidente della 65 anni, che ha negato tutte le accuse di cattiva condotta finanziaria, ha presentato la richiesta di trasferirsi in una casa in Ala Minato, dopo essere stato liberato dalla cauzione 500 milioni di yen (4,5 milioni) in 26 di aprile.

Sotto condizioni di cauzione, la residenza di Ghosn era limitata a un condominio nel quartiere Shibuya della capitale e gli fu impedito di contattare sua moglie senza l'approvazione del tribunale distrettuale di Tokyo.

Il condominio è stato designato come la sua residenza sin dal suo primo rilascio su cauzione di 1 miliardi di yen a marzo 5, dopo il suo arresto iniziale a metà novembre sulle accuse di sottovalutazione del suo compenso per anni.

Ghosn è stato nuovamente arrestato su 4 ad aprile. Nella sua quarta censura, Ghosn è stato accusato di avere una filiale di Nissan negli Emirati Arabi Uniti il ​​pagamento di un totale di US $ 10 milioni a un distributore in Oman da luglio 2017 e luglio, e avendo milioni di $ 5 trasferiti a un conto di risparmio in una società di investimento libanese che possiede effettivamente.

E 'stato anche accusato di violazione aggravata di fiducia in un caso a parte che coinvolge il presunto trasferimento delle perdite di investimenti privati ​​per i libri Nissan 2008 e 14,7 pagare milioni di fondi della società in seguito ad un uomo d'affari saudita che gli concesse di credito.

Fonte: Kyodo

In questo articolo

Partecipa alla conversazione

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i tuoi dati di feedback.