Apple da indagare dall'Unione Europea

L'Unione europea avvierà un'indagine antitrust contro Apple nelle prossime settimane, secondo il quotidiano Financial Times. A marzo, Spotify ha presentato una denuncia alla Commissione Europea, accusando Apple di danneggiare la concorrenza controllando il sistema operativo iOS, l'application store dell'App Store e il servizio di streaming Apple Music, che competono direttamente con Spotify.

Uno dei punti principali della denuncia era il tasso 30% che Apple addebita sugli abbonamenti effettuati all'interno dell'applicazione.

Secondo la compagnia, questa percentuale ha forzato l'abbonamento del servizio da parte di € 10 (R $ 44,3) a € 13 (R $ 57,6), allo stesso tempo che Apple Music, servizio di streaming rivale, immune al ritmo, è stato rilasciato con un canone mensile di € 10. Nella sua risposta, Apple ha accusato Spotify di utilizzare l'App Store per anni per crescere senza dare alcun contributo all'app store.

La disputa sul mercato della musica in streaming rimane feroce. Negli Stati Uniti, il servizio Apple ha già più abbonati di Spotify. Spotify è ancora avanti sulla scena mondiale, con oltre 100 milioni di utenti pagati, il doppio del concorrente. Un altro gigante tecnologico, Amazon, prevede di entrare nella mischia con una versione gratuita di Amazon Music.

Secondo il Financial Times, i regolatori europei possono costringere le aziende a cambiare pratiche considerate illegali e multare fino al 10% del loro fatturato complessivo. A marzo, la commissione ha multato Google a € 1,5 miliardi per pratiche anticoncorrenziali in AdSense, un servizio che posiziona e gestisce annunci su pagine web.

Questa fu la terza ammenda antitrust che la compagnia americana ricevette in tre anni. Lo stesso ente normativo ha costretto Apple a pagare 13 miliardi di euro in tasse in Irlanda su 2016.

Fonte: Estadão

Annunci

Leandro | Eur-lex.europa.eu eur-lex.europa.eu

Webmaster, programmatore, sviluppatore ed editore di articoli.

Lascia un Commento