USP, Unesp e Unicamp subiscono borse di studio per master e 'inattivo' per i giorni 15

L'Università di São Paulo (USP), l'Università statale di San Paolo (Unesp) e l'Università statale di Campinas (Unicamp) dichiarano che il governo federale ha tagliato nuove master e borse di dottorato che non sarebbero state utilizzate per soli 15 giorni.

Il criterio per tagliare le borse "inattive" era uno di quelli pubblicati dal Coordinamento per il miglioramento del personale dell'istruzione superiore (Capes), un organismo collegato al Ministero della Pubblica Istruzione (MEC), per giustificare la misura. Le istituzioni sostengono, tuttavia, che le borse di studio erano già programmate per 2019 per i corsi di laurea e aspettavano solo la selezione dei candidati che le avrebbero utilizzate.

Lo stato ha dichiarato che la contingenza di MEC $ 7,4 miliardi avrebbe influito sulle borse di studio di dottori e dottorandi. Il blocco dei fondi nel portafoglio ha interessato tutte le aree dell'istruzione, dall'istruzione prescolare a quella post-universitaria.

Il sistema è stato chiuso i primi giorni di maggio e aperto solo oggi, quando le università hanno cercato di registrare i loro studenti per ricevere le borse di studio già programmate. Ogni anno, i programmi di ricerca contano su un numero di borse di studio, secondo i criteri propri di Capes, che sono considerati nella pianificazione e danno la certezza su quanti studenti possono partecipare ai loro master e corsi di dottorato. Quando uno studente termina il corso, questa borsa di studio, l'anno successivo, viene trasmessa a un collega. Sono state proprio le borse di studio vacanti ad aprile che non potevano più essere occupate a maggio, a causa della corte dei Capes che li considerava "inutilizzati".

Alla domanda, Capes non ha detto quale sia il criterio per determinare che una borsa è inattiva.

Le università di São Paulo sono le tre istituzioni del paese che producono le maggiori conoscenze scientifiche, secondo il rapporto Web of Science, realizzato da Clarivate Analytics, uno dei più prestigiosi team di analisi dei dati scientifici del mondo. Insieme, sono responsabili per 33,8% degli articoli pubblicati dal Brasile.

"Le università sono state sorprese dalla raccolta di cosiddette borse" inutilizzate ". Nessun comunicato è stato rilasciato alle istituzioni ", ha detto il prorettore di Post-Graduation all'Unicamp. Secondo l'istituzione, la stima iniziale è che le borse 40 sono state tagliate. "Ma ci sono già innumerevoli resoconti che spiegano la follia della misura, dato che in molti casi stava proprio cercando di assegnare la borsa di studio allo studente e il sistema non avrebbe permesso".

Secondo l'USP Postgraduate Dean Carlos Gilberto Carlotti Junior, il momento è di "preoccupazione". "Ma è importante che aspettiamo nuove informazioni e continuiamo le nostre attività per ottenere un diploma post-laurea di eccellenza presso l'USP con il supporto di Capes", ha affermato.

Unesp ha detto di aver ridotto praticamente tutti i suoi programmi di laurea, ma che continua a ridimensionare il numero totale di sacchi tagliati. "I coordinatori del programma mi stanno chiedendo aiuto, perché si sentono responsabili per gli studenti che hanno tagliato le borse. Si tratta di persone che si sono dimesse dall'impiego, hanno messo da parte altri impegni e sono in programma di studiare con l'appello. Non abbiamo ancora la dimensione reale del danno causato dai tagli, ma la situazione è caotica ", ha affermato la professoressa Telma Teresinha Berchielli, pro-preside dell'istituzione.

Telma ha detto che una delle sovvenzioni del programma Food and Nutrition della Facoltà di Scienze Farmaceutiche, del campus di Araraquara, era già destinata a uno studente del Mozambico. Il giovane lasciò il suo paese, si dimise dal suo lavoro con la garanzia che avrebbe avuto l'aiuto della borsa di studio per studiare.

federale

Le università federali avevano anche borse di studio tagliate da Capes. Ci sono rapporti di borse di studio sospese in almeno sei altri stati, oltre a San Paolo. Le istituzioni di Pará, Bahia, Ceará, Goiás, Minas Gerais e Paraná hanno già identificato la perdita.

Il rettore dell'Università Federale di Pará (UFPA) e membro di Andifes (associazione dei rettori universitari federali), Emmanuel Tourinho, ritiene che la misura sia una "tragedia per la scienza" nel paese. "Non c'è licenziamento in post- perché abbiamo molti più studenti che borse di studio disponibili. I dati del National Graduate System mostrano che solo 1 / 3 degli studenti post-laurea ha una borsa di studio. Il processo per registrare nuovi studenti era appena stato aperto e abbiamo una lista di attesa per loro ", ha detto.

I capi hanno riferito in una nota che "nessun beneficiario già registrato nei sistemi di concessione è stato ritirato". E che non c'è ancora il numero esatto di borse inutilizzate raccolte. Le università confermano che sono state raggiunte solo nuove borse di studio.

I capi hanno subito un blocco di $ 819 milioni, 19% del budget inizialmente autorizzato. Nella sezione delle borse di studio (nazionali e internazionali, master e dottorato) la contingenza è un po 'più grande, 23% del miliardo R $ 1,85 riservato. Voluto, l'agenzia non voleva confermare quanto del valore fosse bloccato dal MEC.

Fonte: Estadão

Annunci

Leandro Ferreira | Connessione Giappone ®

Webmaster, programmatore, sviluppatore ed editore di articoli.

Lascia un commento:

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i tuoi dati di feedback.