STF convalida l'uso delle applicazioni di trasporto passeggeri nel Paese

All'unanimità, la Corte Suprema Federale (STF) ha deciso ieri di convalidare l'operazione nel paese delle singole applicazioni di trasporto passeggeri, come Uber, 99 e Cabify. Il processo si concluderà giovedì, quando i ministri chiuderanno la tesi sul problema (una sorta di riassunto con la comprensione della Corte in materia) e dovrebbero discutere il ruolo dei comuni nella supervisione e regolamentazione dei servizi.

I ministri del Supremo ripreso il processo di una caratteristica del Comune di San Paolo, che ha innescato la Corte Suprema contro la decisione della Corte Paulo São di giustizia (TJ-SP) verso il basso decreto di legge 2015 che aveva vietato il trasporto di passeggeri che modalità nella città di São Paulo. La Corte ha anche stabilito congiuntamente una causa contro il PSL contro la legge di Fortaleza che poneva il veto sull'uso di auto private per il trasporto di persone.

"Il driver divieto o sproporzionato di un'attività di trasporto registrati nella restrizione applicazione è incostituzionale per violazione dei principi della libera iniziativa e della libera concorrenza", ha detto il relatore di una delle azioni, il ministro Luis Roberto Barroso. "I comuni hanno il potere di ispezione, ma nell'esercizio di questo potere non possono imporre restrizioni irragionevoli, come l'interferenza nei prezzi", ha detto Barroso.

Le applicazioni di servizio come Uber e 99 stanno trasformando in tempi di crisi la principale fonte di reddito per un numero crescente di lavoratori colpiti dalla crisi economica, lo stato segnalato lo scorso mese.

Servizio

Secondo il ministro Alexandre de Moraes, le applicazioni di trasporto passeggeri seguono "una dinamica economica e sociale diversa" rispetto a quella che avevamo fino ad allora. "Una domanda è nata proprio a causa della mancanza di servizi pubblici. Non sembra possibile qualificare questa attività, Uber e simili, come un servizio pubblico, e sottoporlo al regime legale, la necessità per lo stato di consentire o meno ", ha detto Moraes.

Dopo la sessione, il ministro Marco Aurélio disse allo stato che preferiva i servizi delle applicazioni al taxi "mille volte". "Sono molto ben frequentato, c'è acqua, balinha. Dalla fiducia che suggerisce, in ciò che si va nella domanda, dall'assenza di pecunia; perché non esegue soldi, è tutto sulla carta; terzo, ordinando, che il servizio centrale faccia. Vedrai (il corso), accompagnati e poi sarai valutato come un guidatore e valuterà il guidatore. È un servizio pubblico, ma non è un servizio pubblico ", ha detto Marco Aurélio ai giornalisti dopo la sessione.

rimbalzo

In una nota, 99 ha commemorato la decisione della STF. "Porta certezza giuridica riaffermando la competenza dell'Unione a legiferare su transito e trasporti. Cioè, chiarisce che i comuni non possono proibire o limitare le prestazioni dei conducenti o il trasporto privato individuale di passeggeri di passeggeri intermediati da società di applicazioni mobili ", ha detto la società.

Voluto dallo stato, Uber ha detto che non avrebbe commentato fino alla fine del processo, in programma per giovedì. Cabify ha detto che spera che la regolamentazione porti "un equilibrio tra gli interessi di tutti i partecipanti.

Fonte: Estadão

Annunci

Leandro | Eur-lex.europa.eu eur-lex.europa.eu

Webmaster, programmatore, sviluppatore ed editore di articoli.

Lascia un Commento