I / O 2019: Google Stadia ha una buona esperienza, ma una buona connessione sarà essenziale

Da qualsiasi dispositivo, con partite videogame degne di una console all'avanguardia: questa è la proposta di Google Stadia, il servizio di giochi di streaming del servizio di ricerca, annunciato con entusiasmo a marzo e programmato per raggiungere il mercato - Americano, almeno - entro la fine di 2019. Questa settimana, durante l'IO, l'evento annuale per sviluppatori ospitato da Google nella sua sede di Mountain View, lo stato può provare il servizio nei suoi primi test "pubblici".

La prima impressione è stata buona: la sessione, svoltasi all'interno del gioco Assassin's Creed Odyssey, ha avuto una grande esperienza, ma la necessità di una connessione stabile potrebbe essere un inconveniente quando il servizio arriverà in Brasile.

Questo perché, per funzionare bene, Google Stadia avrà bisogno di connessioni di almeno 25 Mbps (megabit al secondo), qualcosa che è accessibile a pochi brasiliani. Con questa velocità, è possibile giocare in alta definizione (Full HD, 1080p), a frame 60 al secondo - frame rate considerati di alta qualità dalla maggior parte dei giocatori.

Per coloro che vogliono giocare in ultra alta definizione (Ultra HD, 4K), la connessione deve essere ancora più veloce: a casa 35 Mbps. Quelli con piani a banda larga più lenti perderanno la qualità, anche se Google garantirà che il servizio non funzioni in alta definizione (HD, 720p).

La velocità minima per far funzionare Stadia è ancora un mistero: sarà rivelata solo nel terzo trimestre di 2019. "Chiunque abbia connessioni intorno a 3,5 Mpbs, per esempio, probabilmente non sarà in grado di usare Stadia", dice un portavoce di Google allo stato. "Sarà qualcosa che rilasceremo, di sicuro: non lasceremo che la gente paghi qualcosa che non sono sicuri di non poter usare".

Tuttavia, non è sufficiente che la connessione sia rapida: deve avere stabilità ad alta velocità. Secondo un portavoce di Google, una connessione stabile e più lenta avrà una migliore esperienza di gioco rispetto a una che porta solo picchi di velocità, ma anche provare alcuni momenti senza traffico.

La stabilità può essere davvero una sfida: anche nel test in un ambiente controllato come la conferenza I / O, è stato possibile vedere la qualità della grafica cadere in un momento in cui la velocità di connessione è stata ridotta - nulla, tuttavia , che ha compromesso l'esperienza reale. A San Paolo, in aree con traffico Internet più congestionato, potrebbe non essere la stessa cosa.

A favore di Google, tuttavia, c'è un punto importante: il concetto di Stadia è rivolto ai giocatori che vogliono provare i giochi, ma non necessariamente dispongono di una console di prossima generazione. È un pubblico, almeno all'inizio, meno esigente dei giocatori tradizionali, ultimamente piuttosto preoccupato per la qualità della grafica.

Inoltre, Stadia è destinato ai giochi su laptop e smartphone, dispositivi con schermi più piccoli e dove la differenza di qualità tra Full HD e 4K, ad esempio, è meno evidente rispetto a un televisore 65.

In caso di disconnessione, tuttavia, una spinta per i potenziali giocatori brasiliani: ogni volta che cade internet, Stadia salva automaticamente il gioco da dove il gioco si è fermato. "Sarà come guardare un video su YouTube: la trasmissione riprende nello stesso punto", ha spiegato il portavoce di Google. Inoltre, ovviamente, sarà possibile salvare la partita in determinati punti, a seconda della volontà dello sviluppatore del gioco.

concettuale

Oltre a testare il concetto stesso, il rapporto di stato può anche avere accesso allo Stadia Controller, un joystick annunciato da Google a marzo che può essere utilizzato dai giocatori sulla piattaforma, ma il controllo può essere sostituito da qualsiasi altro dispositivo USB compatibile al momento il giocatore ha accesso.

In un test di 15 minuti, l'esperienza con lo Stadia Controller è stata abbastanza soddisfacente. All'inizio assomiglia al Dual Shock, della Playstation 4, ma ha una struttura fisica più robusta, che dà sicurezza al giocatore. L'unica confusione sono i quattro pulsanti centrali, usati sia per accedere al menu sia per avviare lo streaming di un gioco direttamente su YouTube.

L'idea è buona, ma potrebbe confondere i giocatori esperti (e abituati ad altri controlli). È l'unico punto debole del dispositivo, che non ha ancora fissato il prezzo. Il modello di business di Stadia, vale la pena notare, non è ancora stato rilasciato da Google - si dice che sarà un abbonamento, come Netflix e Spotify, ma le notizie saranno rilasciate solo nella seconda metà.

Fonte: Estadão

Annunci

Leandro | Eur-lex.europa.eu eur-lex.europa.eu

Webmaster, programmatore, sviluppatore ed editore di articoli.

Lascia un Commento