Professore incolpato di suicidio per studenti a Ibaraki

L'abuso verbale e le minacce di un insegnante sono stati attribuiti al suicidio la settimana scorsa di una ragazza del liceo 15 di un anno a Takahagi, nella provincia di Ibaraki.

La ragazza si è uccisa a casa sua su 30 ad aprile.

Lunedì è stato appreso che l'insegnante responsabile del club di ping-pong della scuola era stata verbalmente offensiva e ha persino minacciato di "ucciderla", ha riferito Fuji TV.

Secondo il Board of Education della città di Takahagi lo scorso settembre, la ragazza ha scritto in un questionario scolastico che "la scuola è divertente, ma le attività del club sono cattive".

Su una nota trovata a casa sua dopo il suicidio, la ragazza ha scritto che era frustrata dal fatto di essere nel club di ping-pong perché l'insegnante maschio minacciava di "uccidere" o "pugni" lei e i suoi compagni di squadra. Inoltre, ha detto che l'uomo ha chiamato le ragazze idiote, le ha spinte sulle spalle e ha gettato l'attrezzatura sul pavimento.

La ragazza ha smesso di frequentare la pratica del club 15 a marzo. Poco dopo, il consiglio ha ricevuto una denuncia anonima sull'insegnante. Ha ammesso l'abuso verbale e ha riconosciuto di essere stato molto duro con le sue tecniche di allenamento. La scuola lo avvertì e assegnò un altro insegnante per supervisionare i suoi metodi di allenamento.

Fonte: Kyodo

Annunci

Leandro | Eur-lex.europa.eu eur-lex.europa.eu

Webmaster, programmatore, sviluppatore ed editore di articoli.

Lascia un Commento