Lo Yomiuri Shimbun

I musulmani affrontano la mancanza di siti di sepoltura in Giappone

La dottrina musulmana richiede la sepoltura dei morti, ma non ci sono abbastanza cimiteri per questo scopo in Giappone.

Secondo l'Associazione musulmana giapponese e altre fonti, è difficile ottenere il consenso dei residenti locali per la sepoltura in Giappone, dove la cremazione è comune. A Kyushu c'è un solo cimitero dove possono essere seppelliti i musulmani e si trova a Beppu, nella provincia di Oita.

Con l'entrata in vigore della revisione della legge sul controllo dell'immigrazione e il riconoscimento dei rifugiati, la popolazione musulmana in questo paese dovrebbe aumentare. Coloro che desiderano avere "un posto dove piangere in Giappone" stanno lottando per proteggere i cimiteri.

"Se continua così, non sarà possibile in pochi anni assorbire più musulmani", ha detto Puppo Orlando, 78, un prete della Chiesa cattolica di Beppu. Orlando parlò davanti a tavolette di pietra con nomi incisi in arabo e inglese, tra le altre lingue, in un cimitero cattolico sulle montagne di Beppu.

Circa otto anni fa Orlando iniziò a offrire posti vacanti nel cimitero per i musulmani. La svolta è arrivata quando Zafar Saeed, un pakistano di 37 anni è rigattiere in città, ha detto Orlando, "Non c'è il cimitero dove i miei più vecchi neonati figlio possono essere sepolti. Non posso ritirare il suo corpo in ospedale.

Orlando decise di accettare il corpo, pensando: "Siamo gli stessi esseri umani, anche se la nostra religione è diversa. Il lutto per i morti è sacro.

Orlando ha già ricevuto informazioni su persone 10 finora, ma ha detto: "Posso accettarne solo alcune".

L'Associazione musulmana del Giappone stima che ci siano circa 170.000 musulmani che vivono in Giappone, di cui circa 130.000 sono stranieri. Secondo l'Associazione musulmana di Beppu, i musulmani 500 vivono nella provincia di Oita.

Fukuoka Masjid, la prima moschea nell'area Kyushu-Yamaguchi, è stata completata nella città di Fukuoka in 2009. Si stima che ci siano circa i musulmani 1.000 nella prefettura di Fukuoka.

"C'è un numero crescente di musulmani che si stabiliscono in Giappone attraverso il matrimonio o di lavoro", ha detto Tahir Khan, anni 51, rappresentante dell'Associazione musulmana di Beppu. Tahir chiese a un monaco buddista di Nakatsu, nella provincia di Oita, che Daido Jikaku chiedesse aiuto. Jikaku l'organizzazione di un gruppo di studio sulla cultura islamica, e consultare i servizi religiosi della città e dei proprietari delle strutture esistenti nel cimitero.

Il governo della città di Beppu parla anche con i gestori delle terre dove sono permesse le sepolture, ma un funzionario della città ha detto: "Non ci sono precedenti e sono spesso riluttanti".

Secondo l'Associazione musulmana del Giappone, le persone a volte portano corpi nel loro paese d'origine a caro prezzo se la sepoltura non è possibile in Giappone.

Tahir disse: "Qualsiasi posto andrà bene. Voglio creare un ambiente per rimpiangere quando qualcuno muore in Giappone ".

Fukuoka Masjid dipende principalmente dal cimitero di Orlando a Beppu perché la moschea non ha un cimitero dedicato. In collaborazione con l'Associazione musulmana Beppu, Fukuoka Masjid spera di localizzare la terra per un cimitero dedicato nella prefettura di Fukuoka o in altre contee nella regione di Kyushu.

Opposizione di residenti locali

La sepoltura di per sé non è regolata dalla legge sulle sepolture e sui cimiteri, ei requisiti per l'apertura di un cimitero sono specificati in ordinanze e regolamenti dei governi locali. Tuttavia, è davvero difficile creare un nuovo cimitero per le sepolture. Sebbene la città di Fukuoka non proibisca le tombe in base a qualsiasi legge o regolamento, è necessario ottenere il consenso dei residenti locali.

"Le voci dissidenti sono aumentate negli ultimi anni, anche quando si apre un cimitero per resti cremati o un deposito. Penso che istituire un cimitero per le sepolture sia molto più difficile ", ha detto un funzionario della città responsabile della salute ambientale.

Ci sono cimiteri dedicati ai musulmani a Hokkaido, Yamanashi e Shizuoka, tra le altre prefetture. Al cimitero gestito da un tempio buddista in Joso, in provincia di Ibaraki, ci sono sezioni per 500 500 persone assunte dal Giappone islamica Trust, con sede a Tokyo.

I piani fallirono in un'altra prefettura a causa della forte opposizione dei residenti locali, ma si verificarono quando il principale sacerdote del tempio decise di aiutare.

"Il legame tra gli abitanti del villaggio e il sacerdote è forte e hanno sentito quello che ha detto", ha detto un portavoce del Japan Islamic Trust.

Fonte: Yomiuri Shimbun

Annunci

Leandro | Eur-lex.europa.eu eur-lex.europa.eu

Webmaster, programmatore, sviluppatore ed editore di articoli.

Lascia un Commento